Recensione: Il principe bugiardo di Nora Flite



Il principe bugiardo
di Nora Flite
(Bad Boys Royals #3)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 15/07/2020

Trama
Hawthorne “Thorne” Badd non si è mai preoccupato troppo di titoli e nobiltà. Ha sempre preferito godersi la vita e correre dietro alle belle ragazze. Ma dopo la morte improvvisa di suo zio, tutto è cambiato. La corona potrebbe diventare sua. Deve solo raggiungere un Paese in cui non ha nemmeno mai messo piede... e sposare la bellissima figlia del più grande rivale della sua famiglia.
Nova Valentine è tanto intelligente quanto bella. Da quando ha incontrato Thorne per la prima volta il mondo le è crollato addosso: non riesce a smettere di pensare a lui. Non aveva mai conosciuto qualcuno così sexy e sicuro di sé. Ogni cosa di lui le fa accelerare i battiti del cuore, dai tatuaggi ai suoi magnetici occhi pieni di fascino. Ma per quanto Nova possa fantasticare, sa bene che l’attrazione è una cosa, un matrimonio combinato un’altra.
E così Thorne e Nova decidono di frequentarsi un po’, solo per scoprire che la chimica tra loro è bollente. Riusciranno a imparare a fidarsi l’una dell’altro prima che gli intrighi politici riescano a manipolarli? La rivalità delle loro famiglie potrebbe essere un ostacolo troppo arduo da superare.

La mia opinione

'Il principe bugiardo'
di Nora Flite è il terzo capitolo della saga 'Bad Boys Royals', uscito in inglese con il titolo di 'Bad Boy Arranged'. Non è necessario aver letto i precedenti due libri (il principe Cattivo e Il principe senza corona) per seguire la trama e capire l'evolversi della storia, ma sicuramente può aiutare se si vuole capire meglio uno dei personaggi secondari che, in questo libro, assume quasi un ruolo primario, quello cioè di Maverick, il padre di Hawthorne, e il loro difficile rapporto.
Il genere è a metà tra un Royal Romance e un Mafia Romance e devo dire che questo è definitivamente un tratto piacevole e distintivo del libro che, rispetto a quelli più classici dove vengono raccontate le avventure delle teste coronate, ha una trama da subito molto movimentata, decisamente meno smielata ed introduce il lettore già dai primi capitoli a quello che sarà il cuore dell'intera narrazione. 
Va detto anche che, pur essendo per metà un Mafia Romance, non ci sono mai aspetti particolarmente dark o descrizioni di eventi o fatti che possano infastidire il lettore per via di argomenti molto sensibili. In questo capitolo vengono raccontate le vicende di Hawthorne, il terzo dei cinque fratelli Badd che, a causa della morte di suo zio, re di Sorino nonché fratello di suo padre, si trova costretto a lasciare i suoi più congeniali e tanto amati traffici loschi per salire al trono di questo regno. Un ruolo a cui suo padre aveva rinunciato tanti anni prima e che né suo fratello maggiore Costello, né suo fratello minore Kain, possono e vogliono ricoprire perché già impegnati in delle relazioni d’amore. Perché questo aspetto è tanto importante? Perché i loro più grandi nemici nel panorama mafioso americano lo sono diventati ora anche nel regno di Sorino.
Non solo quindi Hawthorne si trova costretto a seguire una strada che non ha mai voluto ed immaginato per sé stesso, ma sarà anche costretto a stringere un patto con la famiglia loro rivale, i Valentine: dovrà sposare una delle loro figlie e farla diventare così la sua Regina. In questo modo i Valentine si possono assicurare un posto legalmente riconosciuto nella famiglia reale. Ma questo non è tutto: I due ragazzi dovranno anche darsi da fare per garantire la nascita di un bel pargoletto che assicurerebbe ai Valentine una vera discendenza reale. 
Ma l'odio tra le due famiglie, i complotti reali e i giochi sordidi di persone inaspettate, intralciano la relazione tra Hawthorne e Nova (la protagonista femminile), minando dal profondo quel delicato rapporto di fiducia che i ragazzi hanno costruito sin da subito, riconoscendosi entrambi come vittime sacrificali dei loschi piani delle loro famiglie. 
Quasi tutto il libro è raccontato dal punto di vista di lui, sono pochi i capitoli lasciati a Nova, e devo dire che questo non aiuta ad entrare in sintonia con il personaggio femminile. 
Inoltre mi aspettavo un po' più di profondità nello sviluppo di certe situazioni, dei relativi sentimenti e dei dialoghi a cui l'autrice dà vita. Alcune delle situazioni familiari più difficili e significative dell'intera narrazione si risolvono con poco più di una battuta, soprattutto da parte dei protagonisti, e questo mi ha privata di quel senso di rivalsa e di giustizia che avevo dentro sin dall'inizio del libro, lasciandomi a bocca asciutta. Per questo ho dato 3 stelle. Nel complesso però è una lettura piacevole e ben scritta che vi consiglio senza problemi.

POV: Doppio ma principalmente è quello di Hawthorne
Stile: Scorrevolissimo
Caratteristiche: Royal Romance-Mafia Romance
Sensualità: Presente
Finale: Conclusivo
Voto: 3 stelle




Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!