Recensione: Inside Job - Adam - Viola - Noah di Monica Lombardi





Inside Job - Adam 
di Monica Lombardi 
(romantic spy story in tre parti: Adam, Viola, Noah)

Pagine: 104  
Editore : Spinnaker 
Data di uscita: 5 giugno 2020

Trama
Un giorno pensi di avere la vita già scritta davanti a te, a caratteri dorati.
Poi un incidente cambia tutto. Scopri il dolore, scopri che niente è per sempre, che hai dato per scontate molte, troppe cose.
Pensi di essere finito.
Devi ritrovare una persona, poi puoi finirla davvero.
Ancora una volta, però, la vita ribalta le sue e le tue carte. 


La mia opinione

Questo libro racchiude due generi che mi interessano: romantic e spy story e per questo l’idea di leggerlo mi ha fin da subito incuriosito. 
La scrittura è semplice e diretta senza perdersi in descrizioni eccessive. 
L’autrice utilizza molto spesso i flashback e parti di canzoni per farti scoprire, man mano che procedi nel racconto, il passato, la personalità e gli stati d’animo dei personaggi. 
I protagonisti assoluti sono tre: due uomini e una donna, mentre gli altri fanno solamente da contorno. 
In questo primo libro, si tratta infatti di una trilogia, riceviamo diverse informazioni su un protagonista, conosciamo bene il personaggio femminile ma sul terzo le notizie sono poche, comunque tutti e tre mostrano una personalità molto interessante. 
La scrittrice dosa bene le informazioni e la lettura risulta piacevole e scorrevole. 
Diverse situazioni rimangono da definire ed altre sono appena accennate mentre iniziano a delinearsi i rapporti tra i protagonisti. 
Sapendo che la storia non finisce qui, mi va benissimo anche il non finale. 
Sinceramente ancora non mi son fatta un’idea precisa su questa trilogia, ma la voglia di scoprire come il tutto verrà sviluppato c’è e quindi non mi resta che proseguire con il secondo capitolo!

Citazione tratta da una canzone utilizzata nel libro: 
“Perchè ho fatto le cose sbagliate per motivi giusti”

Punto di vista: terza persona 
Sensualità: presente 
Caratteristiche: utilizzo di flashback e parti di canzoni 
Stile narrativo: semplice e scorrevole
Tipo di finale: aperto
Voto: 3 stelline e mezzo







Inside Job - Parte 2: Viola
di Monica Lombardi
(romantic spy story in tre parti: Adam, Viola, Noah)
Formato: ebook
Editore: Spinnaker
Data di uscita: 20 giugno 2020

Trama
Hai imparato da bambina a non farti illusioni, ad accettare una vita sbagliata.
Poi un incontro cambia tutto. Solo che, alla fine, non cambia niente. Perché tu sei sempre la stessa: una randagia.
Allora accetti finalmente il tuo ruolo, il tuo destino, e decidi di viverlo fino in fondo.
E quando lui ti cerca, gli volti le spalle e pensi di poter andare avanti per la tua strada.
Ma anche quella, alla fine, è solo un’illusione. Perché lui, ormai, è parte di te. 

La mia opinione

Concluso questo secondo capitolo mi rimangono le stesse sensazioni del primo: lettura piacevole, la scrittrice dosa bene ciò che rivelare dando valenza a ciò che veramente ritiene importante senza perdersi in descrizioni troppo articolate, insomma va dritta al punto!
La mia attenzione però è stata attratta quasi totalmente dalla personalità e dall’evolversi dei rapporti tra i protagonisti (Adam, Viola e Noah) e nonostante la parte spy story sia presente e scandita con dei bei ritmi non è riuscita a catturarmi totalmente.
Devo dire che per ora il mio personaggio preferito è sicuramente Noah, il futuro protagonista, ma anche Adam e Viola rivelano sempre più la loro complessa personalità e si mostrano capaci di rimettersi in gioco nonostante il loro passato.
Mi è piaciuto il progetto della storia: tutto inizia ad avere un senso e mi aspetto veramente un bel finale!

Punto di vista: terza persona
Sensualità: presente 
Caratteristiche: utilizzo di flashback e parte di canzoni
Stile narrativo: semplice e scorrevole
Tipo di finale: aperto
Voto: 3 stelline e mezzo



Inside Job - Parte 3: Noah
di Monica Lombardi
(romantic spy story in tre parti: Adam, Viola, Noah)
Formato: ebook
Editore: Spinnaker
Data di uscita: 5 luglio 2020

Trama
La vita non è come avevi previsto, non è come l’avevi pianificata.
Fare l’eroe ha bruciato quel poco di buono che c’era in te. Hai amato donne, hai amato uomini, forse alla fine non hai amato nessuno.
La cosa peggiore? Non ami neanche te stesso. E allora, che cosa ti resta?
Alzi la fiamma. In attesa di bruciare del tutto. 

La mia opinione

Terzo libro, l’ultimo della trilogia. Triste della fine? Sinceramente no, però questo non vuol dire che non mi sia piaciuto. Mi ha lasciato abbastanza soddisfatta perché comunque ha fondamentalmente confermato le mie aspettative. E’ sicuramente il più dinamico della serie, la storia si fa incalzante e la parte spy assume un ruolo predominante. Il rapporto tra i tre protagonisti si consolida sempre più, ognuno è determinante per tirare fuori il meglio dell’altro ed in particolare è il momento di aiutare e sostenere Noah. La sua storia non delude. Mi ha piacevolmente sorpresa leggere a libro concluso, le due scene che l’autrice ha volontariamente deciso di non inserire nella storyline: la prima perché mi ha chiarito ancora meglio il perché della presenza di un personaggio secondario ad un certo punto della storia e la seconda perché ha appagato una curiosità che mi portavo dietro fin dal primo racconto. Una cosa che invece  non mi  ha convinto fino in fondo è stato l’uso dei testi delle canzoni: solo inglesi (ma con le note per la traduzione) e in alcuni momenti utilizzati in maniera eccessiva, in qualche modo mi spezzavano il ritmo di lettura.

Punto di vista: terza persona
Sensualità: presente
Caratteristiche: utilizzo di flashback e parti di canzoni
Stile narrativo: semplice e scorrevole
Tipo di finale: aperto
Voto: 3 stelline e mezzo


- Raffa -


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!