Recensione: Midnight Sun di Stephenie Meyer



Midnight Sun
di Stephenie Meyer

Editore: Fazi
Collana: LAINYA
Data di uscita italiana: 24 Settembre 2020

Dopo un'attesa lunga 10 anni Midnight Sun è finalmente arrivato! Stephenie Meyer fa un trionfante ritorno nel mondo di Twilight con questo attesissimo romanzo, in cui la storia d'amore tra Bella e Edward viene raccontata attraverso gli occhi del vampiro.

«Vedevo benissimo quanto sarebbe stato facile innamorarsi di lei. Esattamente come cadere: senza sforzo. Impedirmi di amarla era l’opposto, era arrampicarmi su uno strapiombo, una mano dopo l’altra, un’impresa estenuante, come se possedessi soltanto le forze limitate di un umano».

Quando Edward Cullen e Bella Swan si sono incontrati in Twilight, una storia d’amore destinata a diventare iconica ha avuto inizio. Ma finora questa storia è stata raccontata soltanto dal punto di vista di Bella. Finalmente, i lettori possono conoscere la versione di Edward in quest’attesissimo nuovo romanzo, Midnight Sun.
Vissuta nei panni del bellissimo vampiro, questa storia assume una veste tutta nuova, decisamente più cupa. L’incontro con Bella è la cosa più spaventosa e più intrigante che gli sia mai successa nella sua lunga vita da vampiro. Mentre apprendiamo nuovi, affascinanti dettagli sul suo passato, capiamo perché questa sia la sfida più difficile della sua esistenza. Come può seguire il suo cuore, se ciò significa mettere Bella in pericolo?
Con Midnight Sun Stephenie Meyer ci fa tornare in quel mondo che ha incantato milioni di lettori e ci regala un epico romanzo sui piaceri e sulle devastanti conseguenze dell’amore immortale.

La mia opinione

"La mia vita era un'infinita, immutabile mezzanotte. Era necessario che lo fosse sempre, per me. Quindi com'era possibile che adesso, nel cuore della notte, stesse sorgendo il sole?"

Midnight Sun è il romanzo che ogni fan della saga di Twilight di Stephenie Meyer come me aspettava da oltre un decennio. 
Nel 2006 ho letto per la prima volta Twilight e mi sono innamorata all’istante di quella storia romantica e proibita tra una comune ragazza ed un vampiro. È grazie a quel romanzo che ho scoperto e iniziato ad amare il genere urban fantasy, quindi avrà sempre un posto speciale nel mio cuore di lettrice. 
In Twilight abbiamo vissuto l’inizio dell’appassionante storia d’amore tra Edward e Bella attraverso gli occhi della ragazza, ma quante volte mi sono chiesta “chissà cosa avrà provato Edward in quel momento” , “chissà se lui è consapevole di comportarsi da stalker” oppure “chissà cosa avranno pensato gli altri Cullen”, a questi e ad altri quesiti finalmente sono riuscita a darmi una risposta grazie a Midnight Sun, il romanzo interamente raccontato dal punto di vista del bel vampiro. 
Il volume è particolarmente lungo, sono ben 782 pagine, Edward ha davvero un sacco di pensieri e le parti introspettive sono davvero tante, ma ci permettono di entrare nella sua mente e comprenderlo nel profondo. 
La continua lotta interiore tra il mostro e il protettore rende la storia più cupa rispetto a Twilight, gli istinti primordiali di Edward si scontrano con sensazioni e sentimenti da lui mai provati prima. 
Attraverso i suoi occhi anche Bella appare un personaggio migliore, la sua goffaggine è sempre stata evidente, ma la sua bontà e il modo in cui si è sempre preoccupata per la sua famiglia sono più marcati. 

“Mettendoli tutti insieme, ero arrivato ad aggiungere al mio elenco la qualità più importante, la più rivelatrice di tutte, tanto semplice quanto rara. Bella era buona. Tutto il resto andava ad aggiungersi a un nucleo essenziale: gentile e schiva, altruista e coraggiosa. Era buona d’animo. E nessuno, oltre me, sembrava rendersene conto.”

Oltre alle scene romantiche e più emozionanti che non vedevo l’ora di rivivere dal punto di vista di Edward, mi è piaciuto molto assistere anche al suo stretto legame psichico con Alice (quei due insieme sono una squadra pazzesca!) e ascoltare i pensieri degli altri membri del clan Cullen, che per ovvie ragioni in questo volume è più presente. 
Grazie a Midnight Sun vengono riempiti alcuni buchi narrativi che nel libro di Bella erano stati liquidati con una rapida spiegazione. Erano necessari? Direi di no, ma così la storia risulta più completa.  
Leggere Midnight Sun è stato come tornare indietro nel tempo, rileggere per l’ennesima volta la storia d’amore di Edward e Bella ma con una prospettiva diversa. 
Se amate le riletture e siete sempre state grandi fan di Edward Cullen probabilmente apprezzerete questo nuovo volume della saga come ho fatto io. Team Edward forever!

"Stava sognando me. Poteva un cuore morto e gelido tornare a battere? 
Il mio sembrava sul punto di farlo"

Punto di vista:  prima persona, di Edward
Sensualità:  baci sospirati! 
Caratteristiche: Twilight dal punto di vista di Edward, urban fantasy, young adult
Stile narrativo:  scorrevole e molto introspettivo
Tipo di finale:  come Twilight
Voto: 4 stelle 




Ringrazio Fazi editore per la copia del romanzo

6 commenti

  1. Libro fantastico.. Torno a sognare.

    RispondiElimina
  2. Io non sono giovanissima ma ho sempre apprezzato questo genere letterario ...ora lo sto leggendo ed è come stare dall'altra parte ad osservare paure e anche l'anima interiore di Edward perché a ben vedere un'anima esiste anche dopo la morte!

    RispondiElimina
  3. Ho visto alla televisione la saga completa e ne sono rimasta talmente stregata che avrei addirittura voluto vivere quella storia come fosse reale.Pazzesco.

    RispondiElimina
  4. Io sono a metà libro e lo trovo prolisso, ripetitivo e quasi al limite della paranoia. Avevo letto la prima stesura dei capitoli divulgati in internet, di cui ne tengo gelosamente una copia.Tutta un'altra storia: passionale e romantico quanto twilight. Con Midnight sun sto arrancando e a 400 pagine dall'inizio praticamente non è accaduto ancora nulla. Lo trovo un libro un po' obbligato, quasi un dare il contentino ai fan. In ogni caso questa necessità di fare un libro per ogni protagonista è diventata una moda, io rimango legata alla saga originale.

    RispondiElimina
  5. Noioso...ho divorato gli altri capitoli ..ma questo è proprio noioso..non trovo piacere nel leggerlo..lo leggo solo x i soldi che è costato..

    RispondiElimina
  6. Ho terminato i romanzi della saga di Twilight. Era la prima volta che li leggevo e non ho visto i film. Penso siano libri ben scritti e dalla trama coinvolgente. Il mio personaggio preferito è il dottor Cullen. L'autrice ci mostra una storia d'amore all'antica, ispirata ai classici come Romeo e Giulietta non a caso nominati nel testo ( i protagonisti sono due studenti liceali americani che studiano Shakespeare). C'è la protagonista che non sa scegliere tra i due pretendenti, il freddo vampiro e il bollente mutaforma. Assistiamo ad una prima parte, la più lunga, con la protagonista ancora umana che si muove svantaggiata, goffa, lenta e fragile, con ossa che si rompono, tessuti che sanguinano, un animo che soffre atrocemente la perdita dell'amato tanto da portarla ad una gravissima depressione. Si giunge al termine della prima parte con la conclusione del conflitto amoroso, che non porterà la felicità completa, però. Quella arriverà solo dopo atroci tormenti, soprattutto fisici. La protagonista dovrà trasformarsi per non soccombere e si ritroverà con un corpo immortale e indistruttibile. E bellissimo. Quindi: ossa rotte, lontananza dall'amato, la decisione di non fare sesso prematrimoniale ( più volte Edward dovrà difendersi dagli attacchi di Bella, perché lui vuole arrivare vergine al matrimonio), il tentativo di fare l'amore nonostante l'handicap di lei ( a tutti gli effetti una minorata fisica), una gravidanza sofferta con il rischio che muoiano madre e bambino. La seconda parte dell'ultimo libro è caratterizzata da un cambio di tono netto. La protagonista è ormai a tutti gli effetti dotata di superpoteri. La giovane che inciampava ovunque e finiva tanto spesso al pronto soccorso, non esiste più, sostituita da una donna sposata, sexy e ben vestita, che però dovrà ancora affrontare gravi difficoltà. Non ultima: metterà al mondo quella che è, effettivamente, una figlia anormale. Non posso definirla una disabile ma sicuramente non è nemmeno normodotata. E i genitori sono preoccupati. Vediamo il nonno, un medico, misurare istericamente la nipotina quattro volte al giorno, per appuntare anche la minima variazione e azzardare un pronostico sulle aspettative di vita della piccola, la lunghezza della sua esistenza e la qualità della sua vita. Il padre e il nonno passano ore su Internet alla disperata ricerca di una cura per questa strana e rara , forse unica, condizione. Alla fine tutto si sistema e lasciamo la famiglia in una situazione tranquilla al 90 per cento. Quella che l'autrice ci propone è un modello di famiglia ideale. I legami che compattano il gruppo sono soprattutto affettivi. A dirigere l'orchestra c'è un capofamiglia carismatico e d'indole compassionevole, che garantisce ai membri della sua famiglia ( una famiglia fortemente voluta a causa di un surplus di amore da offrire) il libero arbitrio, capace di accogliere i figli pentiti, amandoli più di prima. Sullo sfondo c'è anche un benessere economico che non guasta e naturalmente il paranormale. Lo scontro finale ha lo scopo di salvare una bambina "anormale" che la società vuole "abortire" e uno stile di vita pacifico e stabile che suscita invidia e timore.
    C'è anche una critica alla pena di morte quando Edward scappa di casa per fare esperienze di vita e inizia a uccidere esseri umani, scegliendo le vittime tra assassini e stupratori.
    Leggere questi libri è stata sinceramente un'esperienza esaltante.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!