Recensione: Legati dalla vendetta di Cora Reilly



Legati dalla vendetta
di Cora Reilly
(Mafia Chronicles #5)

Editore: Hope edizioni
Data di uscita: 26 gennaio 2021

Growl
Non aveva mai avuto niente per sé e non aveva mai osato sognare di possedere qualcosa che valesse così tanto. Da figlio bastardo indesiderato si era sempre dovuto accontentare degli avanzi altrui. Poi, gli avevano dato in dono colei che, solo poche settimane prima, era stata del tutto fuori dalla sua portata, uno dei loro beni più preziosi, un qualcosa che fino a quel momento non aveva avuto il diritto di ammirare neppure da lontano. Gettata ai suoi piedi per ciò che lui incarnava, perché erano sicuri che l’avrebbe spezzata. Growl sarebbe stato la sua punizione, un destino peggiore della morte.
Cara
Era sempre stata una brava ragazza, ma nulla del suo passato l’avrebbe più protetta. Non conosceva il suo vero nome: la gente lo chiamava Growl, in faccia, o il Bastardo, alle sue spalle. Erano entrambi dei nomi che lui non si sarebbe mai scelto da solo. I suoi occhi erano vuoti, uno specchio che le rimandava indietro la sua stessa paura. Growl era la mano brutale della Camorra di Las Vegas. E lei sarebbe stata alla sua completa mercé.

La mia opinione


“Legati dalla vendetta”
è il quinto capitolo della saga “Mafia Chronicles”, scritta da Cora Reilly.
In questo libro si parla di Camorra e, per la prima volta, le vicende sono ambientate a Las Vegas. 
Ma come ben sappiamo, in “Mafia Chronicles” i personaggi e gli eventi s’intrecciano: vi anticipo già che rivedremo dei volti molto familiari. Tuttavia, secondo me è possibile leggere questo romance anche senza aver letto i precedenti, senza rischio di spoiler. 
Cara è figlia di un camorrista, e come tale è costretta a seguire tutte le regole d’onore imposte dal suo ruolo; Cara è soddisfatta della sua vita: cresciuta tra regole e valori della Camorra, ha già un promesso sposo (anche lui membro della Camorra) e partecipare ai balli insieme alle sue amiche, con addosso abiti e gioielli costosi è tutto ciò che desidera. 
Growl è lo scagnozzo di Falcone, il boss più potente della Camorra di Las Vegas.
Il suo soprannome ("growl" che significa "ringhio") è dovuto ad una profonda cicatrice che ha sul collo e che gli ha reciso le corde vocali, trasformando irrimediabilmente la sua voce in una sorta di ringhio cupo. 
Growl è considerato feccia dall’alta società della Camorra, guardato con disprezzo e allo stesso tempo temuto da tutti. 
Growl e Cara conducono vite molto diverse ed appartengono a mondi diversi.
Tutto cambia nel momento in cui si scopre che il padre di Cara è un traditore della Camorra e la giovane Cara viene data a Growl come punizione per il crimine commesso.
La vita di Cara cambia drasticamente: da principessa a figlia di un traditore, umiliata, disprezzata e in mano ad un uomo senza scrupoli. 

“Avrei voluto essere come lui, ma nel profondo m’importava ancora di quello che la gente pensava. Mi feriva vedere le persone giudicarmi e compatirmi. Chiusi gli occhi per tenere lontani i loro sguardi indagatori e ben presto persi il senso del tempo.”

Ma è proprio quando le vite di Growl e Cara s’incontrano che entrambi comprendono quanto le loro esistenze fossero vuote e prive di felicità.
Cara si ritroverà a dover convivere con un uomo oscuro e ripudiato da tutti, lottando ogni giorno per non lasciarsi sopraffare dal desiderio che inizia a provare per lui. Cara, infatti, si troverà a dover scegliere tra tradire i valori della sua famiglia o tradire il suo cuore.

“Se fossi in te, vorrei vendicarmi.”
Growl sorrise cupamente. “Ma tu non sei me. E non mi conosci.” (…)
Aveva ragione. Non lo conoscevo. Non ancora. Eppure, quel giorno mi aveva affidato qualche tessera del puzzle dell’uomo che era, ed ero determinata a ottenere anche le tessere restanti.”

Growl si rivelerà essere molto diverso dal mostro che tutti immaginavano; un uomo solitario, senza scrupoli e legato inesorabilmente al suo passato, ma allo stesso tempo più umano di quanto si possa credere.
Pur cercando di vederla a tutti i costi come un regalo che non merita, Growl è attratto da Cara. Inizialmente crede che sia pura attrazione fisica, ma pian piano comprende quanto Cara sia molto di più per lui, tanto da decidere di aiutarla. 
Come avrete già intuito, preparatevi a tante scene di passione…senza censure!

“Tu non capisci.” Replicai bruscamente. Per lui, peccato, senso di colpa e vergogna erano parole prive di significato. 
“Forse” ammise. “Però capisco il tuo corpo.”

La Reilly riesce ogni volta ad incantarmi con il suo stile di scrittura: i capitoli sono brevi e dettagliati, ricchi di riflessioni interiori e terminano sempre facendoti venire una gran voglia di proseguire la lettura all’infinito. Ho notato che, soprattutto nei capitoli finali, la scena si riempie di adrenalina e d’azione. Impossibile staccare gli occhi dalle righe.
Ormai credo abbiate capito quanto io ami questa saga… Non vedo già l’ora di leggere il prossimo capitolo!

- Punto di vista: POV alternato Cara\Growl 
- Sensualità: molte scene esplicite!
- Caratteristiche: mafia romance, passionale, emozionante
- Stile narrativo: dettagliato e coinvolgente
- Tipo di finale: finale chiuso per questa coppia…ma ci saranno altri libri!
- Voto: 5 stelle


Ringrazio Hope edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!