Recensione: Rosso, Bianco & Sangue Blu di Casey McQuiston



Rosso, Bianco & Sangue Blu 
di Casey McQuiston

Editore: Hope edizioni
Data di uscita: 18/02/2021 

Trama 
Cosa succederebbe se il figlio della prima Presidente donna degli Stati Uniti si innamorasse del Principe scapolo d’Inghilterra? 
In questo romanzo, Casey McQuiston cerca di rispondere a tale domanda, raccontando una storia d’amore, coraggio e progresso.
Alex e Henry si sono conosciuti da ragazzini e si sono “odiati” sin dal primo momento. Quando le loro vite si incrociano di nuovo, nessuno dei due avrebbe mai pensato che, per il bene della loro immagine pubblica dopo un increscioso incidente, avrebbero dovuto mettere in scena una finta amicizia a loro imposta per la salvaguardia dei rapporti internazionali e in visione dei possibili commenti sui rotocalchi. 
Ben presto il tempo trascorso insieme non è poi così terribile e i due scoprono di aver più in comune di quanto pensassero, da Harry Potter alla passione per la cultura in generale. Quella che è inizialmente una tattica pubblicitaria, col tempo si trasforma in un’amicizia profonda e infine, con grande sorpresa di Alex, in una vera e propria storia d’amore. Mentre Henry ha infatti sempre saputo di essere gay, per Alex i sentimenti che prova nei confronti del bel principe sono una vera e propria svolta nella sua vita. 
Consapevoli dei rischi che i loro ruoli implicano e allo stesso tempo spinti dai sentimenti che li legano fortemente, i due la rischieranno grossa per vivere il loro amore. Ma fino a che punto può arrivare il sentimento più forte di tutti? Anni e anni di tradizioni avranno la meglio sullo scandalo che scoppierà? Cosa vale la pena perdere per amore e cosa, invece, è troppo?



La mia opinione 

Questo romanzo ci porta una visione idilliaca di un 2020 che, ahimè, non abbiamo vissuto. Un mondo in cui Ellen Clermont è Presidente degli Stati Uniti e non Donald Trump, un mondo in cui non esiste COVID, ma soprattutto un mondo in cui essere gay o bisessuali non è la fine del mondo. Sì, perché se questo romanzo fosse realistico e non un romanzo rosa, dubito che ci troveremmo di fronte allo stesso finale.
Parliamo dei personaggi principali: Alex e Henry. Alex è un personaggio che buca la pagina: è interessante, intelligente, ambizioso e con quel pizzico di ingenua malizia che lo rende irresistibile. Non accetta mai un “no” come risposta e ha l’invidiabile capacità di esprimere apertamente i suoi desideri. Henry, al contrario, è un’anima dolce, quieta, apparentemente inscalfibile che però, come l’acqua, con lentezza e insistenza è in grado di distruggere anche le montagne. 
Insieme questi due formano una coppia inattesa, ma perfetta; la faccia tosta di Alex si scontra con la calma apparente di Henry e insieme i due condividono un legame fisico e mentale davvero invidiabile. Trovo che il fatto che le loro mail (da perdere la testa) siano arricchite da meravigliose citazioni e stralci di vita vera di personaggi storici, che vengono raccontati tramite i loro amori segreti, sia una vera e propria chicca regalataci dall’autrice.

“L’immagine di Alex è un mix di carisma, genialità e sagacia dirompente, consolidato da interviste profonde e dalla copertina di gq all’età di diciotto anni. Henry, al contrario, è il ritratto perfetto e banale del Principe Azzurro, tutto sorrisi placidi, cavalleria cortese e comparsate di beneficenza. Alex ritiene che il ruolo di Henry sia molto più semplice da interpretare.” 

Altri elementi che ho trovato essere rilevanti all’interno del romanzo sono poi: la politica, la cultura, la famiglia e l’orientamento sessuale. La politica gioca un ruolo fondamentale non solo nella gestione di questa relazione “proibita”, ma anche nella vita di Alex – che studia incessantemente per poter un giorno realizzare il suo più grande sogno, ovvero quello di intraprendere una sua carriera politica – e di sua sorella June, che desidera fortemente diventare una giornalista, nonostante sia consapevole che la posizione da lei occupata in quanto figlia della Presidente americana le sbarrerà molte strade. 
Per quanto riguarda l’amore per la cultura questo si espande dalla cultura pop (vedi Star Wars) all’arte, dalla letteratura alla musica, ed è bellissimo vederlo entrare in gioco nella nascita di una storia d’amore così unica. 
Per quanto riguarda invece il rapporto con la famiglia e l’orientamento sessuale, questi due temi vanno a braccetto. Le due famiglie rappresentate nel romanzo affrontano l’argomento in modo molto diverso l’una dall’altra, a tratti persino opposto. Ad ogni modo, alla fine dei conti, le famiglie di entrambi i personaggi rappresentano una forte base di appoggio – chi più chi meno, Philip sto parlando di te brutto idiota – per questa storia, che per tanto si è pensato di nascondere senza prevedere che invece la popolazione americana e inglese avrebbe potuto fare di questi due giovani innamorati una vera e propria icona positiva. 
Ho apprezzato il fatto che l’esperienza dei due personaggi si diversificasse in relazione a questo tema, Henry è infatti consapevole di essere gay sin da subito, mentre per Alex sentirsi attratto sia da uomini che da donne è una scoperta inattesa, ma inconsciamente accettata da molto tempo. 
Ho apprezzato molto inoltre la delicatezza e la poesia con cui sono state narrate le scene più erotiche fra i personaggi, il tocco di sagacia e azione introdotto grazie al tema politico, la rivelazione finale su un inatteso alleato e in generale lo stile di scrittura di questa autrice (anche se solitamente prediligo capitoli più brevi). 
Tutti i personaggi sono curati e unici, compresi quelli secondari (che ormai sapete essere un mio pallino), la prosa è curata e la traduzione l’ha resa molto bene, la trama non è scontata e la crescita di entrambi i protagonisti fa bene al cuore di tutt*.
Concludo quindi consigliando vivamente questa lettura a chiunque abbia voglia di un viaggio in un 2020 alternativo e migliore di quello che abbiamo vissuto! 

“Dovrei forse rivelarti che, quando siamo lontani, il tuo corpo mi appare nei sogni? O che, quando dormo, io ti vedo e osservo la rientranza del tuo ventre e le lentiggini sul tuo fianco? O dovrei forse rivelarti che, quando la mattina mi sveglio, ho l’impressione di essere stato insieme a te e sento ancora il tocco, vivido e reale, della tua mano sulla mia nuca? O, ancora, che percepisco la tua pelle contro la mia, in un modo che fa soffrire ogni cellula del mio corpo? O che, se per alcuni istanti trattengo il respiro, posso tornare da te, in un sogno, ovunque o in nessun luogo?”

Punto di vista: esterno, terza persona (Alex)
Sensualità: presente, leggera, a tratti poetica
Caratteristiche: protagonisti di alto profilo, M-M, LGBTQIA+, trame politiche
Stile narrativo: scorrevole, intrigante
Tipo di finale: chiuso, felice
Voto: 4 stelle 



Ringrazio Hope Edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!