Recensione: Scrivimi ancora di Vi Keeland e Penelope Ward



Scrivimi ancora
di Vi Keeland e Penelope Ward

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 05/08/2021

Trama
Griffin Quinn era il mio amico di penna dell’infanzia, il ragazzo inglese con cui, fin da bambina, intrattenevo una corrispondenza regolare. Nel corso degli anni, attraverso centinaia di lettere, siamo diventati amici strettissimi, abbiamo condiviso i segreti più profondi e oscuri tanto da pensare che il nostro legame non potesse rompersi. E invece… Dopo otto anni dalla mia ultima lettera, all’improvviso ho ricevuto una busta. Un concentrato di anni di rabbia repressa. Non avevo altra scelta che confessare finalmente le ragioni per cui avevo smesso di scrivere. Griffin mi ha perdonato, e in qualche modo siamo stati in grado di ritrovare il nostro legame d’infanzia. Ma siamo adulti, adesso. E così le nostre lettere divertenti e civettuole sono diventate rapidamente bollenti ed esplicite, rivelando le nostre fantasie più selvagge. Fino al punto da spingermi a desiderare di vederci dal vivo. Griff non voleva che ci incontrassimo. Mi ha chiesto di fidarmi di lui. Ha detto che è molto meglio così. Ma io voglio di più. Per questo sto correndo un grosso rischio. Il rischio di perdere tutto un’altra volta.

La mia opinione

Scrivimi ancora
è l’ultimo libro di Vi Keeland e Penelope Ward e il primo che leggo di loro due a quattro mani.
Partiamo dal fatto che quando si parla di corrispondenza in lettere potrete sempre trovarmi in prima fila a leggere, ma a parte questo, concentriamoci sui nostri protagonisti: Griffin e Lucia. Loro sono amici di penna dalla seconda elementare e anche se non si sono mai visti sono riusciti ad instaurare un rapporto unico e speciale. 
A 17 anni però, Lucia viene travolta da una disgrazia e da quel giorno la sua vita cambia radicalmente. Ora ha 25 anni e non sente più il suo caro amico Griffin, non esce più di casa se non per lo strettissimo indispensabile, non ha amici e vive isolata dal mondo. L’unica figura che le è realmente vicina è il suo psicologo, il Dottor Maxwell, un signore piuttosto eccentrico e particolare appassionato di birdwatching, che riuscirà a strapparvi diversi sorrisi. 
A causa della morte del padre, Lucia sarà costretta ad andare a New York per svuotare la sua casa ed è li che troverà, tra la posta accatastata, una lettera rossa che le è piuttosto familiare, che arriva dritta dritta dal passato e porta la firma di Griffin, un Griffin veramente  incavolato. L’inaspettata missiva la getta nel panico, è combattuta se rispondere o meno, però alla fine decide che è arrivato il momento di spiegare al suo vecchio amico il motivo del suo improvviso allontanamento di 8 anni prima. 
Da qui, chiariti i malintesi, inizierà una nuova corrispondenza tra i due, entrambi sono cresciuti e i loro scambi di battute innocenti si trasformeranno ben presto in lettere parecchio bollenti. Decisi ad infrangere la regola di non rivelare le rispettive identità che si erano dati da bambini, una volta incontrati tutti i segreti verranno a galla e le loro vite diametralmente opposte si scontreranno con la realtà. Perché Griffin ha un segreto, un segreto enorme che potrebbe distruggere per sempre le loro speranze di stare insieme. Agli atti le rispettive quotidianità sono incompatibili, ma l’amore se ne frega di tutto e fa come gli pare. La vera domanda è: il loro sentimento sarà davvero più forte delle difficoltà?
Lo stile è molto scorrevole e la prima parte del romanzo scivola via velocemente, anche se le carte vengono scoperte troppo in fretta. Personalmente avrei preferito un’evoluzione un po’ più lenta della loro relazione. Scrivimi ancora rimane comunque un romanzo che consiglio vivamente a tutte le appassionate del duo Keeland-Ward, non rimarrete deluse.

Punto di vista: Prima persona alternata
Sensualità: Presente
Caratteristiche: Contemporary romance, friends to lovers
Stile narrativo: Scorrevole 
Tipo di finale: Autoconclusivo 
Voto: 4 stelle

- Laura-


Ringrazio Newton Compton per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!