Recensione: Ho una cotta per il mio capo di Daniela Serpotta



Ho una cotta per il mio capo 
di Daniela Serpotta

Self-publishing su Amazon
Data di uscita: 30/11/2021

Trama
Sara lavora come assistente di direzione nel gruppo editoriale Corsi a Torino.
Ambiziosa e determinata è decisa a non lasciarsi distrarre da improbabili storie d’amore ma cela un interesse proibito.
Marco Corsi è un importante editore. 
Spietato, e senza alcuna considerazione della privacy altrui, non ammette errori né confidenze. 
Il loro team funziona bene e i risultati portano a celebrati riconoscimenti.
Sara definisce, l’attrazione per Marco, una semplice cotta, nonostante vivano un rapporto conflittuale. 
Parlano, discutono e si punzecchiano. 
Certa che una sola notte con lui basterà a smorzarne il desiderio, lei decide di flirtare fino a che non riesce a ottenere ciò che vuole. Una notte di sesso.
E Marco? Uomo astuto e dalla volontà d’acciaio… 
Come reagirà a quel tentativo di essere usato? 

La mia opinione

«Qualche volta invidio la fortuna di chi ha trovato l’amore, ma io ho programmi diversi.»

Ho una cotta per il mio capo è un office romance ambientato a Torino nel campo dell’editoria/giornalismo. 
I protagonisti sono Marco Corsi e Sara: il primo è un importante personalità e imprenditore, un professionista, che sta insegnando il mestiere proprio a Sara. 
Tra i due c’è una forte intesa e attrazione che li porta verso qualcosa di più rispetto al rapporto professionale che dovrebbero intrattenere. 
Marco è un uomo freddo, calcolatore, preciso e impeccabile ma è proprio la sua apprendista a mandarlo fuori dai binari. 
Sara è una giovane forte, decisa e ambiziosa che però ha una cotta per il suo capo ed è convinta che passare una notte con lui possa spegnere questo ‘piccolo inconveniente’ e continuare serenamente la sua vita. 
Tra intrighi, sentimenti nascosti e affari di lavoro il rapporto tra i due protagonisti cambia, si evolve e complica. Marco non è un tipo che vuole lasciarsi condizionare dai sentimenti, mentre Sara pensava di poter gestire la sua cotta, salvo poi scoprire che ci è caduta con tutte le scarpe. 

«Voglio questo lavoro ma soprattutto voglio lui. Asociale, colto, determinato con uno sguardo in gradi di leggere in qualunque cervello e allergico ai sentimenti.»

Nonostante il classico capo-assistente, la storia si presenta bene: la narrazione scorre, diverte il lettore e lo coinvolge. C’è oltre l’elemento romance anche un pizzico di mistero; Sara si ritrova a dover capire chi vuole rovinare il suo capo e per farlo utilizzerà tutte le carte che ha, anche a costo di perdere il suo posto di lavoro. 
Consiglio questo libro a chi abbia voglia di un romance coinvolgente, una lettura scorrevole che vi lasci un sorriso sulle labbra!

Punto di vista: prima persona alternato
Caratteristiche: office romance, hate to love
Sensualità: presente
Stile narrativo: scorrevole, molto semplice
Finale: autoconclusivo
Voto: 3 stelle



Ringrazio l'autrice per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!