Recensione: Linee sottili di Anna B. Doe




Linee sottili
di Anna B. Doe
(Greyford Wolves #1)

Editore: Heartbeat Edizioni
Data di pubblicazione: 21 Marzo 2022

L’ultimo anno di liceo è appena iniziato e Amelia Campbell non vede già l’ora che finisca.
Per la ragazza semplice, timida e nerd che è, quel luogo è una tortura. Non l’ha certo aiutata farsi spezzare il cuore da uno dei ragazzi più popolari della scuola diversi anni prima. E non va meglio con il migliore amico di quel tizio, che ha la spietata abitudine di prenderla in giro. Ora le manca solo un ultimo anno di invisibilità, poi la sua vita potrà cominciare per davvero.
Derek King non si lascia mai coinvolgere troppo dalle emozioni, ma è cambiato tutto da quando Maximillian Sanders ha messo piede nella sua città, nella sua scuola e nella vita di Amelia. Max è sempre tra i piedi e riesce a farla sorridere come lui non ha mai saputo fare. Ma il ragazzo che un tempo le aveva spezzato il cuore non è pronto a lasciarla andare. 
Ormai cresciuto e più esperto, Derek non ha intenzione di permettere a qualcuno di portarsi via ciò che vuole. E lui vuole Amelia.
Quest’ultima è decisa a non credergli e a non farsi più ferire. Lui invece vuole dimostrarle che sbaglia.
Amelia dice di odiarlo, ma forse la linea tra passato e presente, tra amore e odio, è più sottile di quanto lei creda.

La mia opinione

“Linee sottili” è il primo romanzo autoconclusivo della saga Greyford Wolves, incentrato sulla vita dell’adolescente Amelia Campbell, timida e impacciata, alle prese con i drammi giovanili e alla ricerca del vero amore. Per lei, la scuola è una vera e propria tortura, in particolar modo se la costringe a incontrare tutti i giorni il ragazzo che le ha spezzato il cuore, e che crede non provi nulla nei suoi confronti, e il suo migliore amico che non fa altro che tormentarla. 
Al momento ciò che desidera è passare inosservata e spera che quest’anno passi in fretta. Però, con l’arrivo di Max Sanders, la situazione prende una piega inaspettata: Lia torna a sorridere e Derek si rende conto che ben presto la perderà se non cambieranno le cose. Ma Lia non si fida più di Derek e non vuole che lui le spezzi ancora il cuore. Riuscirà a convincerla del contrario o dovrà rassegnarsi a perderla per sempre?

La storia è carina e piacevole anche se non la migliore che abbia mai letto. Presenta una serie infinita di cliché e spesso le azioni dei personaggi non seguono alcun criterio o filo logico.

Il personaggio di Amelia, nonostante sia dolce e con dell’ottimo potenziale, risulta sempre troppo sottomissivo. Avrei preferito che lottasse di più per sé stessa e per ciò in cui crede senza essere di continuo vittima degli eventi.

Anche la sua migliore amica, che tecnicamente non dovrebbe avere segreti con lei e dovrebbe esserle vicina nei momenti di sconforto, si dimostra essere tutt’altro.

Mentre sui personaggi maschili ho opinioni contrastanti. Da una parte adoro Max e i suoi modi di fare sempre calorosi e scherzosi che non risultano mai esagerati così come la sua sicurezza e determinazione nel portare avanti ciò che crede. Ma quello che ho amato di più è il modo in cui riesce a tirarti su di morale e a non farti mai sentire sola o non accolta. Spero di poter rivedere nuovamente il suo personaggio nei prossimi libri.

Dall’altra parte invece c’è Derek, un personaggio che ho trovato molto contorto e che all’inizio non mi ha saputo molto coinvolgere. L’ho trovato per la gran parte immaturo e convinto che tutto gli sia dovuto, infatti, molto spesso non si avvicinava a Lia finché non si sentiva minacciato da Max. Però, durante il corso della storia si è saputo riscattare e ha mostrato lati teneri e dolci del suo carattere che non mi sarei mai aspettata.

Poi abbiamo Andrew, uno personaggio troppo spocchioso e sicuro di sé che non ci pensa due volte ad attaccare e offendere chi è più debole e indifeso di lui. Anche se, verso la fine del racconto, si è messo in luce un aspetto di lui che spesso non dimostra e che tende a nascondere. Sarei felice di ricredermi su di lui e vedere molto di più della maschera da playboy e figlio di papà che mostra al mondo.

In conclusione, consiglio questo romanzo a chi cerca una storia leggera e incentrata sulla vita dei teenagers.

PUNTO DI VISTA: prima persona, Amelia
SENSUALITA’: lieve, qualche bacio
CARATTERISTICHE: sports romance, high school romance, love story
STILE NARRATIVO: scorrevole
TIPO DI FINALE: autoconclusivo
VOTO: 3 stelle


- Violet -

Ringrazio Heartbeat edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!