Recensione: La legge dei lupi di Leigh Bardugo




La legge dei lupi
di Leigh Bardugo
(King of Scars #2)

Editore: Mondadori
Pagine: 480
Data di uscita: 19 aprile 2022

Anche in questo secondo e ultimo volume della dilogia ritroviamo tre dei personaggi più amati del GrishaVerse: Nikolai Lantsov, Zoya Nazyalensky e Nina Zenik. I tre, re, generale e spia di Ravka, dovranno continuare insieme la loro lotta per strappare all'oscurità il futuro del loro paese. Altrimenti non potranno che assistere al suo disfacimento definitivo.


La mia opinione

La legge dei lupi conclude la dilogia King of Scars ambientata nel Grishaverse

Questo secondo volume è un po’ più scorrevole e ricco di azione rispetto al precedente, soprattutto nella seconda parte. 

La narrazione in terza persona si concentra ancora prevalentemente su Nikolai, Zoya e Nina, ma ai loro si aggiungono anche alcuni (pochi, per fortuna) capitoli di un paio di personaggi secondari che secondo me potevano essere evitati. Non portano nessun valore aggiunto alla storia visto che le parti che mi interessava leggere erano ben altre! 

Nikolai è il mio personaggio preferito del Grishaverse, non mi ha mai deluso, mi è piaciuto dall’inizio alla fine! Vuole il bene di Ravka, si è sacrificato più volte per il regno e continua a farlo ancora. Ho adorato la sua genialità, la sua astuzia e intraprendenza. 

Anche se questa ci è stata venduta come “la dilogia su Nikolai”, devo dire che il personaggio che più spicca in questo libro è Zoya, ma non mi è dispiaciuto affatto. 
Lei si è evoluta molto, non solo per le nuove abilità (e che abilità!) ma anche interiormente, poi vederla finalmente ammettere i propri sentimenti è stata una vera conquista! 
Puntavo molto sul feeling tra lei e Nikolai e sono abbastanza soddisfatta dei risvolti romantici. 

La storyline su Nina e Hanne mi ha sorpresa alla grande nel finale. 
Se penso a come si sono conosciute nel libro precedente, a come si sono evolute le cose, e in che posizione si trovano alla fine di questo volume non posso che complimentarmi con la Bardugo per l’idea geniale. 

Nel complesso La legge dei lupi mi è piaciuto di più rispetto a Il Re delle Cicatrici, alcuni ritorni e rivelazioni trovano qui un senso e uno scopo. 
Inoltre il finale mi ha dato un senso di conclusione per l’intero Grishaverse visti i vari cameo dei personaggi delle altre serie.

Dare un voto complessivo a  questo libro è complicato, dopo la lettura ci ho pensato un bel po’.
Anche se mi aspettavo ben altro a livello di trama da questa dilogia, non mi è dispiaciuto dove l’autrice è arrivata. La seconda metà di questo libro poi è davvero avvincente ed emozionante, quindi ho deciso di dare un voto basandomi sul fatto che come finale di serie mi è piaciuto.

Punto di vista: terza persona, vari personaggi
Sensualità: qualche bacio
Caratteristiche: fantasy, magico, avventuroso
Stile narrativo:  scorrevole, varie storyline parallele
Tipo di finale: finale di serie
Voto:  4 stelle




Ringrazio Mondadori per la copia ARC del romanzo 



Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!