Recensione: Sole di mezzanotte di Anna Zaires, Charmaine Pauls




Sole di mezzanotte 
(Dilogia Le Notti Bianche Vol. 2)
di Anna Zaires, Charmaine Pauls

Editore: ‎ Grey Eagle Publications
Data di uscita: 21 Aprile 2022

L'istinto mi aveva avvertita, Alex Volkov è un uomo pericoloso. La mente mi suggeriva di scappare, quando lui mi aveva messo gli occhi addosso con ferrea determinazione. Non è che non abbia tentato di resistergli, ma Alex seguiva una strategia. Era sempre un passo avanti a me e mi attirava sempre più al centro della sua ragnatela con abilità. Perfino quando mi ha concesso la libertà, era solo un'illusione.
Adesso, anche quell'illusione è svanita. Sono sua prigioniera nel senso più stretto della parola, dopo essere stata portata via in tutta fretta in Russia sul suo aereo privato. Non ho più voce in capitolo, non mentre siamo in pericolo di vita, e forse mai più. La nostra storia si regge su un filo sottile, in bilico tra il disastro e la felicità. Ogni giorno che passa, sono sempre meno sicura di quale lato della medaglia uscirà alla fine... e non so nemmeno se sopravvivremo.
Nota: Questa è la conclusione della storia di Alex e Kate.

La mia opinione

Alex, dopo aver ritrovato Kate, decide di portarla a San Pietroburgo, a casa sua e farla sua "prigioniera": solo in questo modo, Kate potrà essere al sicuro.
I nemici di Alex, infatti, sono in agguato ed è ormai certo quale sia il punto debole di Alex...o meglio, chi sia.
In questo secondo libro, Alex e Kate si rendono conto di non poter fare a meno l'uno dell'altra: non si tratta più di un semplice passatempo o di una distrazione.
Alex Volkov (occhi a cuoricino solo a sentirlo nominare) si riconferma un protagonista in grado di farti sciogliere e, allo stesso tempo, tremare...in senso positivo, ovviamente!
Vorrei spendere, invece, due parole su Kate, la protagonista femminile. Per farla breve, non mi è piaciuta per niente, già nel primo libro l'avevo trovata abbastanza piatta...e in questo secondo capitolo non ne parliamo. Kate sembra, inizialmente, una donna indipendente e sicura di sé, ma pian piano, con il passare delle pagine, Kate mi ha dato sempre più l'idea di essere una vittima degli eventi, che non fa assolutamente nulla per ribellarsi a ciò che accade intorno a lei. Alex, d'altro canto, la tratta proprio come una "donzella in pericolo" che lui deve salvare a tutti i costi, perché, di fatto, lei non è in grado di farlo da sola.
Alex e Kate non comunicano affatto (Alex è impegnato nel suo lavoro e nel capire cosa è giusto fare con Kate, mentre quest'ultima, tranne svariati monologhi, non compie nessun'azione): di fatto, i due protagonisti comunicano attraverso il sesso, che non basta, purtroppo, per creare una bella chimica tra di loro.
Alcune scene le ho trovate anche eccessive, probabilmente perché appunto questa coppia non mi ha fatto impazzire.
Onestamente, da queste due autrici così brave in questo genere (riconfermo quanto mi piaccia il loro stile!), creative, toste... mi sarei aspettata una storia più intensa, da togliere il fiato. E invece purtroppo così non è stato.
Credo comunque che "Sole di Mezzanotte" regali un degno finale alla storia d'amore tra Alex e Kate e che, pur essendo carente in alcuni punti, sia una lettura piacevole, soprattutto per chi ama i Mafia Romance non troppo forti.

Punto di vista: POV alternato Kate/Alex 
Sensualità: presente, alcune scene molto esplicite 
Caratteristiche: Dark/mafia romance, sex deal, milionario e infermiera
Stile narrativo: scorrevole 
Tipo di finale: Autoconclusivo 
Voto: 3 stelline




Ringrazio Grey Eagle Publications per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!