Recensione: Il dilemma del quarterback di Lex Martin



Il dilemma del quarterback
di Lex Martin

Editore: ‎ Triskell Edizioni
Data di uscita: 2 maggio 2022

Trama
Gabby e Rider sono vicini di casa. Lei è una studentessa modello che non si fida di nessuno, lui il giocatore di football che al primo anno l’ha bidonata perché non aveva voglia di impegnarsi.
Gabby è decisa a stargli alla larga, ma un giorno – durante una festa a cui si presenta solo per chiedere di abbassare la musica – una bambina viene ritrovata sul pianerottolo della casa di Rider, dove vive insieme ai compagni di squadra. Nessuno sa chi sia il padre, e nemmeno la madre, che però ha lasciato un biglietto in cui implica che la bambina è figlia di qualcuno di loro. Gabby sa cosa significa essere spedita da una famiglia affidataria all’altra, perciò – dato che in quella casa vive anche suo fratello e la bambina potrebbe essere sua nipote – decide di prende in mano la situazione e aiutare i giocatori di football a risolvere il dilemma.
Gabby e Rider passeranno sempre più tempo insieme e avranno modo di parlare del passato.

La mia opinione

Il dilemma del quarterback è uno sport romance autoconclusivo ambientato in Texas, come altri romanzi di Lex Martin, che ha come protagonisti Gabby e Rider. Il libro si presenta come uno spin-off di due libri della serie Texas Nights: ci saranno dei cameo interessanti.

Rider è il quarterback della squadra di football dell’università ed è molto conosciuto, così come lo sono i suoi amici e coinquilini. Sono tutti famosi per le loro doti in campo (e non solo!!).
Gabby, invece, ha una vita tranquilla: cerca di cavarsela in tutto e per tutto da sola, perché sa di poter contare solamente su sé stessa e si divide tra studio e diversi lavori. 

«Se la vita mi ha insegnato qualcosa, è che non posso contare su nessuno. Nemmeno su mio fratello.»

Tra Rider e Gabby c’è stato qualcosa nel passato che però non è finito nel migliore dei modi: come da cliché, il bel giocatore di football ha spezzato il cuore della giovane e dolce ragazza che pendeva dalle sue labbra; il tutto apparentemente senza alcun motivo. Il fatto di essere vicini di casa sicuramente non giova e quando compare una bimba di appena sei mesi, nel bel mezzo di una festa data dai ragazzi, tutto cambia. Non si sa chi sia il padre e Gabby è talmente colpita nel profondo che non riesce a non aiutare i suoi vicini di casa, compreso colui che odia: Rider.
Non voglio dire nient’altro riguardo la trama se non che accadono molte cose che intrecceranno i percorsi dei due protagonisti. 

«Sarebbe tanto brutto rischiare, ora? Vivere un po’? Ho desiderato questo momento per troppo tempo per tirarmi indietro proprio adesso.»

Ci sono alcune cose che non mi hanno convinto a pieno, in particolare il modo in cui è stata gestita “l’apparizione” di Poppy (la bimba) e quello che ne consegue. 
L’aspetto rosa, e quindi la seconda occasione, è ben strutturato: ci sono tutti i presupposti e l’emozione è tanta, ma anche qui ci sono dei piccoli drammi che hanno disturbato la mia lettura, sempre perché poco verosimili. 
Un tema delicato che viene affrontato è quello dell’affidamento e in generale il rapporto con i genitori che l’autrice ha saputo rappresentare con una grande delicatezza. 
Tutto sommato posso dire che se siete in cerca di uno sport romance questo libro fa per voi, ma preparatevi a situazioni tragicomiche con cui scendere a patti! 
Una lettura leggera e piacevole, ma mi aspettavo di più.

PUNTO DI VISTA: prima persona alternato
CARATTERISTICHE: second chance, college, sport (football)
STILE NARRATIVO: semplice, scorrevole
SENSUALITA’: presenti scene hot
TIPO DI FINALE: conclusivo con epilogo 
VOTO: 3 stelline



Ringrazio Triskell edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!