Recensione: Forget me not di Brooke Blaine




Forget me not 
di Brooke Blaine
(The Unforgettable Duet Vol. 1)

Editore:‎ Triskell Edizioni 
Data di uscita: 6 giugno 2022

Trama
Tre bustine di zucchero, due dosi di panna.
È così che prendevi ogni giorno il caffè al Grab’ N Go di Joe.
Ma non te lo ricordi.
Non ricordi niente.
Niente, cioè, a parte me…
A parte quel giorno…
E la tragedia che ci ha catapultati insieme.

Ollie è un paramedico e Reid… ha perso la memoria, in un incidente d’auto che gli ha fatto cancellare tutto salvo l’affascinante soccorritore che gli ha salvato la vita.

L’amnesia può rivelarsi la miglior cosa gli potesse capitare?
Reid sarà abbastanza coraggioso da affrontare i suoi sentimenti?
Riuscirà a far breccia nel suo cuore?

La mia opinione

Forget me not è il primo volume della dilogia The unforgettable duet e si conclude con un bel cliffhanger, quindi se non volete rimanere a bocca asciutta, meglio aspettare anche l’uscita di Remember me when, il volume conclusivo.
Questo è il primo libro che leggo della Blaine e l’ho trovato molto carino e scorrevole. È anche breve, quindi in un paio di ore si legge facilmente.
Oliver è un paramedico e insieme al suo collega Mike si reca sempre in un bar per prendere caffè e frittelle. Ed è proprio qui che nota un ragazzo molto carino che prende sempre un caffelatte con tre zollette di zucchero e panna. Finalmente una mattina decide di buttarsi e di attaccar bottone e così Oliver scopre che si chiama Reid e fa l’insegnante di musica.
Più tardi Ollie e Mike devono intervenire in un incidente e purtroppo l’autista coinvolto è proprio Reid. Durante il tragitto in ospedale OIlie parla costantemente a Reid e gli racconta come lo abbia notato già da tempo ma che non si era mai fatto avanti perché convinto che Reid sia etero.
Reid ha subito un grave trauma cranico e al risveglio dell’operazione ha come cancellato i suoi ultimi dieci anni di vita. Si ricorda però di quel ragazzo carino che ha conosciuto al bar.
Nei mesi successivi i due instaurano una bella amicizia ma Oliver è sempre timoroso di fare un passo in più.
Tutto sembra andare bene fino a…
Per favore Triskell pubblica a breve il seguito perché non posso rimanere con quella domanda di Reid finale!
Il libro è molto scorrevole e breve ma i personaggi sono ben caratterizzati. Oliver è un uomo buono, dolce, altruista che prova dei veri sentimenti per Reid, ma è anche fragile e insicuro, ha costantemente paura che Reid si risvegli di colpo e lo allontani. 
Mi è piaciuto anche Reid, il modo in cui affronta l’incidente, il suo non mollare mai e affrontare questa nuova vita, piena di lacune e buchi oscuri, a testa alta.
È una persona molto coraggiosa e insieme a Ollie è davvero perfetto.
Il finale è un po’ scontato a dire il vero ma era giusto così. Ora voglio sapere cosa risponde Ollie e capire come affronteranno il futuro insieme.

Punto di vista – POV 1’ persona Oliver
Sensualità – Soft
Caratteristiche – Romance adult, m/m, contemporary
Stile narrativo – Scorrevole
Tipo di finale – Aperto
Voto – 4 stelline 



Ringrazio Triskell edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!