Recensione: The Invitation di Vi Keeland



The Invitation
di Vi Keeland

Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 28 Giugno 2022

Trama
Non si può forzare la chimica dove non c'è, così come non si può cancellarla dove non vuoi che ci sia. Ci sono cose su cui non abbiamo potere. Invitata imbucata, invitata fortunata. Imbucarsi ai matrimoni non è qualcosa che Stella Bardot ha l'abitudine di fare. Ma dopo la serie di sfortunati eventi dell'ultimo anno - la rottura con il fidanzato, il business dei profumi su misura che fatica a decollare, la coinquilina che la pianta in asso senza pagare l'affitto - cosa ha da perdere? Complice un bicchiere di troppo con il suo migliore amico Fisher, decide di presentarsi a un matrimonio da favola in cui non conosce nessuno, fingendosi la sua ex coinquilina. Non immaginava che questa bravata le avrebbe sconvolto la vita. Alla festa, infatti, incontra Hudson Rothschild, affascinante, di successo, l'uomo più bello su cui abbia mai posato gli occhi. Nonché testimone dello sposo. Tra di loro scatta una chimica irrefrenabile, ma quando lui scopre che Stella non è mai stata invitata a quel matrimonio, non la prende bene e la ragazza è costretta a salire su un taxi per scappare a casa. I due però non riusciranno a stare lontani l'uno dall'altra, e proprio quando staranno per cedere ai loro ovvi sentimenti, il passato si insinuerà nei loro mondi…

La mia opinione

The Invitation è un nuovo contemporary romance autoconclusivo di Vi Keeland pubblicato da Sperling & Kupfer. 
Se siete alla ricerca di una lettura romantica per l’estate è un titolo da tenere in considerazione, per me leggere una storia di questa autrice è sempre un piacere, infatti la Keeland è una di quelle autrici  di cui non perdo un’uscita. 

La protagonista femminile, Stella Bardot, spalleggiata dal migliore amico Fisher, si imbuca ad un matrimonio di lusso fingendosi la sua ex coinquilina, ma viene smascherata in fretta dal sexy fratello della sposa, Hudson Rothschild. 
Un inizio decisamente fuori dal comune e divertente da leggere. 
Dopo la fuga, Stella mai avrebbe pensato di incrociare di nuovo la strada di Hudson, e invece complice un cellulare dimenticato ed una start-up di profumi personalizzati da lanciare sul mercato, i due diventano i protagonisti di un office romance a tutti gli effetti, trope che alla Keeland riesce sempre benissimo e che io amo leggere. 

Stella è una donna simpatica e determinata che grazie al suo olfatto particolarmente sviluppato ha un dono particolare nel creare profumi. Inoltre, ha un hobby inusuale: acquistare e leggere i diari segreti altrui. 

Hudson è un protagonista maschile affascinante ed arrogante al punto giusto, ma anche un padre attento e amorevole. Se amate i bambini nei romance qui ne troverete una davvero adorabile!
Mi è piaciuto anche il suo atteggiamento nei confronti della protagonista, la sfida, la stuzzica ma alla fine rispetta i suoi tempi.
La trama è carica di tensione sessuale, ma solo al momento giusto, e dopo non poche remore da parte di Stella per via dei suoi trascorsi passati, vedremo i due lasciarsi andare alla passione. 

La narrazione della Keeland è scorrevole, ironica, romantica ed emotiva come sempre, se avete letto altri suoi libri, lo stile e la struttura della storia è molto simile, con una parte più leggera ed una più complicata con pizzico di drama, ma ogni volta è un viaggio romantico diverso! 
Quello di Stella e Hudson è un amore scritto nel destino, troppe coincidenze! 
Se amate i romanzi rosa contemporanei che mischiano office romance e incontri scritti nel destino è una lettura consigliata!

Punto di vista:  prima persona
Sensualità:  scene hot presenti
Caratteristiche: contemporary romance, finta identità, office romance
Stile narrativo: scorrevole, a tratti ironico
Tipo di finale: autoconclusivo
Voto: 4 stelle



Ringrazio Sperling & Kupfer per la copia del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!