Recensione: PRETTY ENEMY di Kristen Callihan





PRETTY ENEMY
di Kristen Callihan 

Editore: Always Publishing
Data di uscita: 17 giugno 2022

Trama
Macon Saint e Delilah Baker sono nemici giurati. Da quando, a undici anni, si sono incrociati nel vialetto del quartiere in cui i Baker si erano appena trasferiti, e Macon ha ostinatamente cercato di ignorare Delilah. Da quando Macon è diventato il fidanzatino di sua sorella Samantha, bella e popolare quanto Delilah era impacciata e solitaria. Da quando, al ballo di fine anno al liceo, Macon ha pubblicamente umiliato Delilah affibbiandole un nomignolo odioso e impossibile da dimenticare. Lui sa esattamente dove colpire, come fare leva sulle sue debolezze, e Delilah lo odia con tutto il cuore. Fortuna ha voluto che, dopo quell’ultimo incontro disastroso, Macon abbia piantato Samantha e sia uscito dalla vita di Delilah una volta per tutte. 
Ma la fortuna, si sa, è una ruota che gira… 
A distanza di dieci anni, Delilah non si aspetterebbe mai di ricevere un messaggio dal suo nemico storico. 
Il messaggio, in effetti, non è indirizzato a lei, ma a sua sorella: Sam a quanto pare ha rubato l’orologio della defunta madre di Macon, ora diventato un bellissimo attore e star indiscussa di una nota serie TV, nonché scapolo milionario cacciato come una preda da ammiratrici senza scrupoli. 
Macon non sente ragioni: se non riavrà il prezioso cimelio, sporgerà denuncia alla polizia. E poiché Sam si è dileguata, tocca solo a Delilah risolvere la faccenda. Risarcire Macon è impensabile, così lei gli propone un accordo: lavorerà come sua assistente al posto di Sam per un anno, e in più diventerà la sua personal chef.  
Macon è intrigato. Delilah sembra essere rimasta la ragazzina pestifera di sempre, una compagnia tutt’altro che gradita, però la sua fama di chef è nota. E lui, reduce da un incidente, ha davvero bisogno di un supporto. 
Il patto, dunque, è sancito e la convivenza forzata ha inizio. Riusciranno i due acerrimi nemici del passato a deporre le armi e a conoscersi realmente, e lasciare che un sentimento nuovo e impossibile prenda il sopravvento? Forse ci riuscirebbero anche, se lo spettro di Samantha non aleggiasse su di loro. Lo spettro... e Sam in carne e ossa!



La mia opinione
 
Se volete andare sul sicuro e leggere un romance ben scritto, ben tradotto, e dalla prosa scorrevolissima e frizzante, Kristen Callihan è l’autrice che state cercando. 
Quando vedo il suo nome nelle prossime uscite è sempre una gioia, e non mi stanco mai di leggerla, anzi, i suoi romanzi non mi bastano mai! 
Pretty Enemy è un contemporary romance autoconclusivo che alterna il punto di vista dei due personaggi principali, che vediamo principalmente da adulti, ma che hanno avuto dei trascorsi non piacevoli nel periodo dell’adolescenza. 
Nel prologo vediamo infatti Macon e Dalilah ai tempi del liceo, allora lui era il “fidanzatino” di Sam, la bella e superficiale sorella di Delilah, quindi onnipresente nella sua vita e sempre pronto a infastidirla e darle il tormento. 
In seguito al loro trasferimento, trascorrono una decina di anni prima che loro due si ritrovino nuovamente faccia a faccia. 
Delilah è diventata una chef professionista, è una donna schietta, intelligente, leale e vera. Come protagonista mi è piaciuta davvero molto. 
L’unico suo difetto è quello di essere troppo protettiva nei confronti della sorella Sam, rimasta una persona completamente inaffidabile e opportunista, ecco, lei è stata un personaggio insopportabile dall’inizio alla fine, per fortuna non la si vede fisicamente troppo! 
Sarà proprio l’ultimo casino di Sam a portare Delilah dritta da Macon, la sua nemesi d'infanzia, colui che ha minato la sua sicurezza in se stessa.
Macon è sempre stato molto bravo a fingere, al punto che ne ha fatto un mestiere ed è diventato un famoso attore di serie tv. 
Essere diventato ricco e popolare però non è servito a renderlo una persona felice, solo quando Delilah irromperà nuovamente nella sua vita lo vedremo pian piano realizzare ciò di cui ha davvero bisogno. 
Pretty Enemy è un enemies-to-lovers, la prima parte è condita di frecciatine, battibecchi e situazioni imbarazzanti, se avete un debole per le storie odio-amore sarete ben soddisfatti, io non me ne perdo una! 
Il rapporto tra Macon e Delilah si sviluppa gradualmente, Delilah ci fa vivere in prima persona la sua lotta interiore tra una prorompente attrazione per Macon e il risvegliarsi di vecchi ricordi che minano la sua sicurezza, ma quando i due si lasceranno finalmente travolgere da ciò che provano faranno scintille! 
Questo è un romance slow burn a tutti gli effetti, sono sempre i migliori secondo me, perché tengono in sospeso e ci danno il tempo di conoscere a fondo i protagonisti e capirli meglio. 
Nella trama non sono presenti chissà quali drammi o colpi di scena (io avevo capito tutto dall'inizio!), ma la storia è stata davvero molto coinvolgente e romantica, quindi non posso che consigliarvela se amate questo tipo di letture.
Pretty Enemy è un must read se amate le storie odio-amore, i vip romance, e le storie sulle seconde occasioni.

Punto di vista:  prima persona, alternato
Sensualità:  scene spicy presenti
Caratteristiche:  enemies-to-lovers, slow burn, vip romance, second chance
Stile narrativo:  scorrevole, frizzante, coinvolgente
Tipo di finale:  autroconclusivo
Voto: 4.5 stelle





Ringrazio Always Publishing per la copia del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!