Recensione: Il mio finto fidanzato di Roxie Noir



  
Il mio finto fidanzato
di Roxie Noir
(Loveless Brothers #2)

Editore: Heartbeat Edizioni
Data di pubblicazione: 26 Settembre 2022

Trama
Ho detto a un giudice di essere fidanzato con la mia migliore amica.
Adesso stiamo fingendo.
Quanto difficile può essere?

La mia vita ha spazio solo per due persone: mia figlia Rusty e la mia migliore amica Charlotte – la mia Charlie.
Una è un esuberante maschiaccio, mentre l’altra è la mia bambina di sette anni. Non posso immaginare una vita senza di lei. Perciò, quando la mia ex prova a togliermi la custodia, mi ritrovo a dire al giudice che sono fidanzato con Charlie.
C’è solo un piccolo dettaglio: non lo sono.
Portare avanti questa farsa non sarà un problema. Siamo amici da tempo immemore e ne abbiamo combinate tante, ubriacandoci perfino con del liquore rubato.
Lei è bella, vivace, spontanea e ama mia figlia da morire. Ecco perché fare finta per qualche mese non sarà un problema, poi torneremo alle nostre vite.
Almeno fin quando non ci tocchiamo e scoppiano i fuochi d’artificio. E fin quando non riesco più a toglierle gli occhi di dosso, o a immaginare cosa si nasconde sotto i vestiti che indossa.

Basta un bacio, un tocco, un segreto e non sto più fingendo. La voglio, ho bisogno di lei. Ma siamo amici da una vita e innamorarmi di Charlie potrebbe costarmi tutto.



La mia opinione


Il mio finto fidanzato è il secondo volume autoconclusivo della Loveless Brothers series, i protagonisti li avevamo già incontrati nel primo volume e io non vedevo l'ora di leggere la loro storia.
Il romanzo parte in quarta e ci butta direttamente nel fulcro del problema: la madre della figlia di Daniel, Rusty, ex tossica e con un passato piuttosto turbolento, è decisa a riprendersi la custodia di sua figlia. Così, quella che doveva essere una semplice udienza per cambiare l'accordo per le visite diventa improvvisamente un vero e proprio incubo dal quale Daniel non sa come scappare, soprattutto ora che la madre di Rusty è di nuovo incinta e ha un marito nuovo di zecca che potrebbe offrire a sua figlia una scuola privata in Colorado, a millecinquecento chilometri da lui. Cosa inventarsi quindi per salvare la situazione? Un fidanzamento imminente è l'unica idea che gli salta in mente così su due piedi e, anche se potrebbe rivelarsi la peggiore della sua vita, ormai è troppo tardi per rimangiarsela. 
La candidata è ovviamente Charlie, la sua migliore amica da tutta la vita, e colei che farebbe di tutto per lui e sua figlia. Per questo accetta di fingersi la sua fidanzata, cosa saranno mai un paio di udienze dove mentire per il bene di Rusty? Peccato che nessuno dei due aveva considerato la macchina del pettegolezzo di Sprucevale, che ovviamente li costringerà a fingere anche davanti a tutta la città, tutto il tempo.
Daniel è sicuramente il personaggio che ho amato di più, infatti, anche se da ragazzo è sempre stato un terremoto affatto estraneo alla stazione di polizia, nel momento in cui si è trovato a diventare padre ha cambiato completamente atteggiamento ed è diventato un genitore serio e responsabile, fin troppo. Rusty infatti vive sotto una campana di vetro e vede in Charlie una zia che le ha sempre permesso un po' di "divertimento extra" da nascondere a Daniel. Purtroppo alcune situazioni le sfuggiranno di mano e questo darà il via a parecchie discussioni.
Nonostante Charlie risvegli il lato più selvaggio e spensierato di Daniel, in alcune situazioni, data anche la delicatezza del momento, avrei voluto vederla un po' più assennata e meno irresponsabile. Nonostante questo ho trovato molto buffo il suo essere sempre distratta e ho apprezzato la sua buona fede.
A fare da sfondo a questa storia ci sono sicuramente i fratelli Loveless, la loro presenza costante arricchisce il libro e ti fa sentire parte della famiglia. Si coprono le spalle a vicenda e nessuno viene lasciato indietro.
In conclusione, un libro che consiglierei a tutti coloro che hanno apprezzato il primo volume o che vogliono leggere una dolcissima storia friends to lovers. La scrittura di Roxie Noir è scorrevole e divertente, sto amando ogni libro di questa serie e non vedo l'ora di scoprire chi sarà il prossimo.

Punto di vista:  Prima persona alternata
Sensualità:  Presente
Caratteristiche:  Friends to lovers, small town, second chance
Stile narrativo:  Scorrevole e ironico
Tipo di finale:  Autoconclusivo
Voto: 4,5 stelle



- Laura -


Ringrazio la Heartbeat Edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!