Recensione: DON'T BREAK US di C.M. Seabrook







DON'T BREAK US 
di C.M. Seabrook
(Fighting Blind Series #2)

Editore: Read & Love Publishing

Rubacuori. Playboy. Spericolato. Selvaggio e rozzo. Questi sono solo alcuni dei nomi che mi ha affibbiato, ma non mi importa finché otterrò quello che voglio il suo cuore. Lei merita più di quanto io possa dare. Il problema è che lei è tutto quello che voglio. La cosa più intelligente da fare sarebbe starle lontano. E credetemi ci ho provato. Ho tenuto le distanze per quattro anni… ma adesso il tempo è scaduto. Isabelle Stewart è mia. Sono stato un combattente tutta la mia vita, e non ho paura di giocare sporco soprattutto quando la posta in gioco è lei.

La mia opinione:

Sono in difficoltà nel scrivere qualcosa su questo libro, perché fin da subito mi sono resa conto che stavo leggendo qualcosa di completamente diverso da quello che mi ero aspettata.
Conoscevo già questa autrice, il suo modo di scrivere ed anche alcuni dei personaggi del romanzo, eppure mi sono ritrovata a leggere una storia che non sembrava scritta dalla stessa penna che conoscevo.
Moody non è lo stesso che avevo conosciuto nel precedente libro, qui è proprio tutt'altro e non mi è piaciuto per niente. 
Mi ci sono voluti molti giorni per finire questa lettura, e nel mezzo ho letto tante altre storie proprio perché dopo poche pagine la mia concentrazione spariva, così come la voglia di continuare la lettura.
La storia inizia con un flashback di quattro anni indietro. Dopo una lotta di MMA Moody ha ferito gravemente il suo migliore amico, nonché fratello di Izzy, la donna che lui ama.
Vediamo Izzy e Moody consolarsi a vicenda, lui pieno di rimorsi,  lei che, nonostante sia in pensiero per il fratello, è finalmente felice perché l'uomo che ama si è accorto di lei e ricambia i suoi sentimenti.
Ma Moody, schiacciato dai sensi di colpa, dopo aver passato la notte con Izzy sparisce lasciandola nella più totale disperazione ed evitandola per tutti quegli anni, come se lei non esistesse.
Poi di punto in bianco, 4 anni dopo, venuto a sapere che Izzy si sta per sposare con un uomo che lui odia, ritorna sui suoi passi e la rivuole a tutti i costi.
Lei prima si ribella, poi cede come se niente fosse e tutto il dolore e le conseguenze sono dimenticate.
Da quel momento è un susseguirsi di niente, perché realmente quasi tutto non ha senso.
La storia di fondo non è forte come nel libro precedente e le tante, troppe, scene di sesso mi hanno fatto pensare che siano state messe proprio per soppesare questa mancanza. 
Il libro ha troppe poche pagine per giustificare un numero così elevato di scene di sesso e davvero molto lunghe, se togliamo quelle ciò che resta è ben poco.
Anche il finale, nonostante l'epilogo sia molto carino, non mi ha lasciata soddisfatta, semplicemente perché non abbiamo nessuna idea di come ci siamo arrivati. Ad un tratto mi sono ritrovata con tutto già successo e spiegato in pochissime parole.
Le parti migliori sono quelle dove compaiono Theo, Mac e la loro bambina, in quei momenti ho ritrovato l'atmosfera che tanto mi era piaciuta nel primo libro, ma per il resto del tempo era tutto poco piacevole. 
Avevo molte aspettative che sono rimaste deluse da personaggi non interessanti e poco incisivi e dalla storia davvero debole, peccato perché il potenziale c'era ma non è stato sfruttato a dovere, rendendo quindi la lettura facile da dimenticare.

Punto di vista: Prima persona alternata 
Sensualità: molto alta
Caratteristiche: second chances, sport romance 
Stile narrativo: poco incisivo 
Tipo di finale: autoconclusivo   
Voto: 2 stelle


Ringrazio la Read & Love Publishing per la copia Arc del libro

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!