Recensione: Tutta colpa del finto fidanzato di Holly Renee




Tutta colpa del finto fidanzato 
di Holly Renee 
(Rock Bottom Vol. 3) 

Editore: Triskell Edizioni 
Data di uscita: 9 dicembre 2022 

Sin da quando avevo posato gli occhi su Liam per la prima volta, avevo capito che era proprio ciò che desideravo. Non per tutta la vita. Solo per una notte.
Ma per quanto fossi certa che una notte insieme sarebbe bastata a scombussolare l’esistenza a entrambi, lui era altrettanto certo che io e lui fossimo una pessima idea.
Finché non ebbe bisogno di me.
Una settimana, una relazione finta e in più un’offerta che non potevo rifiutare. I nomignoli? Fasullissimi. I dettagli della nostra travolgente storia d’amore? Inventati di sana pianta. Il modo in cui mi baciava? Quello sembrava fin troppo reale.
Quella messinscena con Liam era fin troppo facile, proprio come dimenticarmi perché ero lì. Avevo solo due compiti. Convincere tutti quanti che eravamo innamorati e convincere me stessa che non lo eravamo. Ma non era così semplice. Lui mi faceva dimenticare con troppa facilità che in pratica mi pagava per fargli da fidanzata. Mi faceva dimenticare con troppa facilità che non c’era niente di vero. Era una settimana, ma era il mio cuore quello sull’orlo del precipizio.
Doveva essere tutta una finta. Le regole erano chiare, ma io sarei finita nei guai e sarebbe stata tutta colpa del finto fidanzato.

La mia opinione

Ed eccoci giunti all’ultimo capitolo con la serie Rock Bottom di Holly Renee e per me è stato il più deludente. Già il secondo non mi aveva fatto impazzire ma in questo terzo volume qualcosa non è proprio scattato. Non sono entrata in sintonia con i protagonisti, Liam e Brooke. 
Entrambi col cuore spezzato, chi per una ragione chi per un’altra, hanno deciso di chiudere con le relazioni serie e di divertirsi soltanto. Tra i due c’è una forte attrazione e si frequentano visto che sono vicini di casa e i loro migliori amici sono sposati. Una sera, però, i due sono andati parecchio vicini a concludere, ma Liam si tira indietro capendo che non resterebbe un episodio isolato e che forse Brooke vorrebbe di più da lui, ma non sentendosi pronto si allontana. 
Per far riavvicinare i due protagonisti l’autrice ha usato la solita vecchia scusa della madre assillante che vuole conoscere la fidanzata del figlio. Liam e Brooke stringono un accordo e in cambio di una settimana di finta relazione, Liam la aiuterà nella sua nuova attività.
La trama è scontatissima, infatti è tutto intuibile fin dall’inizio. Naturalmente dalla finta relazione capiranno che invece provano qualcosa l’uno per l’altro, ma hanno paura, poi arriva un elemento destabilizzante, per concludere con un happy ending. Tutto visto e rivisto un sacco di volte.
Per me è stata una lettura poco emozionante e poco coinvolgente. 
Note positive sono la brevità del testo, infatti in un pomeriggio me lo sono letto tutto, e anche la scorrevolezza. 
Probabilmente chi non ha già letto tanti libri di questo genere troverà anche la lettura carina ma per me siamo ad una sufficienza stiracchiata.

Punto di vista – POV 1 persona alternato
Sensualità – Presenti scene hot
Caratteristiche – Romance adult, fake relationship
Stile narrativo – Scorrevole
Tipo di finale – Autoconclusivo
Voto – 3 stelline

- Vero -


Ringrazio Triskell edizioni per la copia ARC

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!