Recensione di Fated di K.K. Allen



Fated
di K.K. Allen 
(Enchanted gods #2)

Editore: Triskell Edizioni
Data di uscita: 21 febbraio 2023

Trama 
Quando deve affrontare il male che sta minacciando Apollo Beach, Katrina Summer scende finalmente a patti con la sua natura incantata.

Durante la disperata ricerca del suo braccialetto, Katrina viene trascinata in un nuovo mondo di incanti mitologici che la vedrà in prima linea per sconfiggere un pericolo incombente. Mentre scopre nuove informazioni sulla sua stirpe e incontra discendenti di altre specie incantate, Katrina porta alla luce un inquietante segreto della famiglia Summer.

In quel caos, è determinata a mantenere una parvenza di normalità a tutti i costi. Accetta un lavoro all’Island Grille dove il barista dannatamente affascinante, Johnny Pierce, le renderà la vita ancora più difficile. Katrina cerca di destreggiarsi tra la sua innegabile e perpetua attrazione per Alec, i segreti che gli deve celare e un tradimento che non si sarebbe mai aspettata.

Morti misteriose, segni di inquinamento nella baia, la scoperta del vero amore e l’oscura storia che alimenta il movente del suo nemico sono gli elementi che danno vita a un’avventura del tutto nuova e spaventosa in cui Katrina scoprirà che essere un’Incantatrice comporta delle responsabilità per cui potrebbe valere la pena di uccidere.

La mia opinione 

Fated è il secondo volume della serie Enchanted Gods di K.K. Allen. Il racconto riprende esattamente da dove si era interrotto: il male incombe su Apollo Beach e Katrina, che sta pian piano scoprendo cosa significhi essere un Incanto, è più confusa che mai. 

«Com’è potuto accadere che il ragazzo che ero destinata ad amare si sia trasformato in colui che devo uccidere per poter sopravvivere?»

La scoperta di questo mondo oltre la normalità aveva colpito molto Kat, ma ha fatto presto ad abituarsi ai suoi nuovi poteri e a capire come conviverci. Il momento in cui sta vivendo è però terribile: la comunità dei Solstizi è minacciata dagli Equinozi, seguaci di Erebo, che capitanati proprio dal nemico numero uno stanno tentando di rubare l’energia magica ai buoni. 
Kat è una neo-diciottenne e come tale sta vivendo anche le sue prime esperienze e vorrebbe farlo al massimo. Da una parte c’è Alec, che si è mostrato sempre gentile e carino e dall’altra Johnny, che invece dal primo istato è stato scontroso, rabbioso e insopportabile. Le cose cambiano in fretta e il cuore di Kat va in luoghi dove non avrebbe pensato mai… 

«Quando le nostre labbra si separano, è come se un vulcano di emozioni represse stesse finalmente eruttando in un fiume di lacrime bollenti.»

Ho trovato geniale l’idea nel primo volume, e anche in questo non mi ha deluso: è originale e i rimandi alla mitologia greca sono spettacolari. La lotta tra il bene e il male non è una semplice opposizione, ma molto di più: c’è l’invidia, il dolore, la voglia di vendetta e tante altre cose molto umane… che però sono in mano di persone il cui sangue è lo stesso degli dei. 
L’autrice ha gestito molto bene i personaggi e come sono costruiti, così come con i colpi di scena che hanno mantenuto la narrazione movimentata senza lasciare punti morti.
Non vedo l’ora di vedere come continua la storia, perché sì: molte domande trovano una risposta ma tanti altri quesiti sono nati e rimasti irrisolti. Consigliato!


Punto di vista: prima persona (Kat) 
Sensualità: presente  
Caratteristiche: young adult, paranormal
Stile narrativo: scorrevole, curato  
Tipo di finale: Aperto con cliffhanger!
Voto: 4 stelle




Ringrazio Triskell Edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!