Recensione: I piaceri degli Dei di Katee Robert




I piaceri degli dei
di Katee Robert 
(Darel Olympus #2)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 7 febbraio 2023
su Amazon: https://amzn.to/3RzaZQA

Trama
C’è sempre un prezzo da pagare per ottenere quello che si desidera. L’Olimpo non fa eccezione. 
Psiche Dimitriou conosce le regole, sa che ci sono occhi e orecchie ovunque. E che a certe persone è meglio non avvicinarsi. Specialmente se si tratta di Eros, il figlio di una delle donne più potenti e pericolose della città. Ma quando lo vede ferito e vulnerabile, così diverso dal famigerato mostro di cui tutti parlano, non riesce a voltargli le spalle. Un atto di gentilezza che le costerà caro, perché a causa di una foto compromettente che li ritrae insieme, Eros viene mandato da sua madre Afrodite a ucciderla per ristabilire così l’ordine secolare che vuole le loro famiglie in guerra.
Il sangue è l’unico rimedio per lavare via ogni traccia di debolezza. Ma è proprio il sangue a prendere fuoco nelle vene di Eros quando si trova di nuovo faccia a faccia con Psiche. Incapace di ucciderla, fa l’unica cosa che può per tenerla in vita: lega indissolubilmente il proprio destino al suo.
Si dice che logica e passione non possano convivere, se fosse vero il contrario?

La mia opinione


"I piaceri degli Dei" è il secondo romanzo della serie Dark Olympus di Katee Robert. Questa serie è un retelling, ma ha ben poco di fantasy, è una rilettura in chiave moderna e spicy di alcuni miti greci. Nel primo libro viene trattata la storia di Ade e Persefone, mentre in questo abbiamo Eros e Psiche.
I due si conoscono, hanno girato sempre per gli stessi circoli, ma non sono amici. Quando però Psiche vede Eros insanguinato, lo segue nel bagno per dargli una mano. Ben poco sa che questo la porterà ad un finto fidanzamento tra di loro per salvarsi la vita.
Questo romanzo è stata una lettura interessante. Io non sono una fan dei trope matrimoni di convenienza o finti fidanzati, quindi non ero molto entusiasta delle premesse, però devo dire che mi sono ricreduta. Sia Psiche, sia Eros sono stati dei personaggi veramente intriganti da conoscere.
Psiche è un'eroina plus size, la Robert è una delle poche autrici che fino ad ora ha mostrato diverse rappresentazioni da questo punto di vista, ed è un'influencer piuttosto famosa nel suo mondo. Ha anche tantissimi problemi di insicurezza, un po' dati dalla sua percezione di se stessa, un po' dall'essere sempre sotto ai riflettori. Sta di fatto che  spesso fatica a capire come una persona stupenda come Eros possa essere attratto da lei.
Eros, invece, è il braccio destro di sua madre, Afrodite. Il che significa che tutte le azioni più riprovevoli, tutte quelle che la madre non vuole compiere per non sporcarsi le mani, ricadono su di lui. Si sente un mostro, stupendo all'esterno, terribile all'interno. Quando Psiche gli viene in soccorso non riesce a far a meno di provare qualcosa, nonostante pensi che lei dovrebbe star ben lontano dal mostro che è lui. Quando la madre lo costringe ad ucciderla, sa che non potrà compiere questo gesto. Eros è uno di quei personaggi moralmente grigi, del tutto succubi della mamma, ma con un cuore di panna.
Ho amato la crescita del rapporto tra i due, come riescono a conoscersi bene anche in un tempo limitato. Ho molto apprezzato anche il fatto che nonostante si parti con Psiche come il personaggio più debole tra i due, alla fine risulti essere quello più forte e che traina entrambi verso il loro lieto fine. 
Katee Robert poi è la regina indiscussa delle scene spicy, quindi niente da ridire sulla chimica e sulle fiamme tra i due. Decisamente hot.
Nel complesso ho amato questo libro, ma non posso fare a meno di paragonarlo al precedente, quindi, avendo un debole per Ade e Persefone, il primo della serie resta il mio preferito.
Sicuramente lo consiglio alle amanti dei romance contemporanei con molto spicy, se invece cercate un retelling fantasy del mito, non è questo che troverete. Siate consapevoli di quello che andrete a leggere, "I piaceri degli Dei" si merita di essere amato per quello che è, e non distrutto per quello che non è.

Non mi importa se si merita qualcuno dolce quanto lei. La voglio incatenata a me e scannerò chiunque pensi di potermela portare via. 

Punto di vista: prima persona, alternato 
Sensualità: scene esplicite e dettagliate 
Caratteristiche: contemporary romance, deal romance, retelling, spicy 
Stile narrativo: scorrevole, coinvolgente
Tipo di finale: chiuso, soddisfacente 
Voto: 4,5 stelle
Ringrazio la Newton Compton Editori per la copia ARC del romanzo.


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!