Recensione: Il Compositore di Sogni Infranti di Laura Rocca





Il Compositore di Sogni Infranti
di Laura Rocca

self-publishing
Data di uscita su Amazon: 11 aprile 2023

Ci sono legami che nemmeno una distanza forzata può spezzare.
Sono trascorsi tre anni dall’ultima volta che ho visto Ermes, da quando è partito per studiare in un prestigioso college.
Oggi è più grande, più alto e bello ma ci sono cose che non cambiano mai: la sua arroganza, i suoi silenzi e le sue parole taglienti che rendono la vicinanza insostenibile.
Proprio come quando eravamo piccoli, gioisce nell’essere il mio tormento peggiore e avere la porta di casa davanti alla sua mi rende impossibile evitarlo.
Eppure…
Credevo di aver scordato tutte le sensazioni che mi provocava e che i lividi che mi aveva lasciato sul cuore avessero smesso di pulsare.
Mi sbagliavo.
Per distruggere la realtà che ho costruito in sua assenza, gli basta puntarmi addosso una sola volta quei gelidi occhi di cui non sono mai riuscita a penetrare i misteri.
Sulle sue labbra, il soprannome con cui mi indispettiva da bambini, diventa un tramite per ricordi che ho tentato in tutti i modi di dimenticare.
La penetrante melodia che proviene dal suo violino squarcia la diga delle mie emozioni e, quando tento di scappare, ormai è troppo tardi: sono di nuovo vittima del magnetismo di Ermes.
Sfregando le corde con l’archetto lui suona la mia anima, mi rivela i segreti che il suo sguardo prova a tacere, mi parla con una melodia che arriva al cuore e alla quale non posso sfuggire.
Detesto come mi fa sentire, ma non riesco a tirarmi indietro: litigi e sfide sembrano unirci e ogni giorno diventa più difficile non cedere all’attrazione che mi spinge verso di lui.
Io sono un magnete, lui la calamita, l’enigma che, da sempre, è incastrato nel mio petto come un coccio troppo aguzzo.
Più ci avviciniamo e più l’illusione di riuscire a comprenderlo vince le mie resistenze, ma non posso ignorare la domanda che mi tiene sveglia la notte: riuscirò mai a sfiorarlo senza tagliarmi o, alla fine, infrangerà tutti i miei sogni?

La mia opinione

Il Compositore di Sogni Infranti è il nuovo contemporary romance autoconclusivo pubblicato in self-publishing da Laura Rocca. 
Questa volta l’autrice torna al music romance, ma lo fa con dei protagonisti principali più giovani rispetto al solito. Amethist ed Ermes hanno diciassette anni, quindi questo è a tutti gli effetti un High School romance, con varie dinamiche e situazioni tipiche del genere. 
Grazie ai due protagonisti, entrambi narratori in prima persona (per fortuna!), è anche molto di più. 
Amethist è una brava ragazza, sempre gentile e disponibile, la sua vocazione è aiutare le persone, in particolare i bambini, infatti per lei è molto importante il tempo che dedica al volontariato in ospedale. 
Ermes invece ha l’aspetto di un angelo, ma un carattere molto chiuso e difficile. Rimasto orfano quando era ancora un bambino, si è trasferito dal nonno materno, il proprietario della tenuta in cui anche Amethist abita visto che il padre è un dipendente del nonno di Ermes. 
I due ragazzi si sono ritrovati così vicini di casa, ma nei confronti di Amethist lui si è sempre comportato in maniera meschina. 
Fin  da piccola lei ha sempre tentato di stargli vicino, di essergli amica e farlo sorridere, ma in cambio ha ricevuto solo sofferenza e rifiuti. 
La dinamica odio-amore nella trama è molto presente, ma, una volta rivelata la reale ragione che ha sempre spinto Ermes a trattare male e farsi odiare da Amethist, tutto questo disprezzo apparente prende un significato diverso. La condizione di Ermes, che vi lascerò scoprire leggendo, è molto particolare, credo di non averla mai trovata in un romanzo fino ad oggi, ho apprezzato la novità e la delicatezza con cui questa tematica viene affrontata dall’autrice. 
La musica è un elemento molto importante e presente nella storia, Ermes è un bravissimo violinista, in grado di emozionare e far battere il cuore ogni volta che suona. Adoro le playlist create per questa storia!
La parte romance cresce lentamente, Amethist diventa consapevole dei propri sentimenti un po’ alla volta quando Ermes torna nella sua vita e inizia a frequentare la sua stessa scuola. La confonde, la fa impazzire, e soprattutto non riesce a toglierselo dalla testa perché le fa provare emozioni contrastanti.
Ermes in effetti è un controsenso vivente finché non viene spiegato il motivo di suoi certi atteggiamenti, perché sembra non poterla sopportare ma poi è sempre in prima linea a difenderla.
Questa è una storia sul primo vero amore, sulle prime esperienze, quindi c’è dello spicy, ma al momento giusto. 
L’ultima parte è quella più emotivamente complicata, ho versato un sacco di lacrime ad un certo punto, ho sentito sulla mia pelle tutte le emozioni della situazione. Per compensare le lacrime versate l’autrice ha scritto un bellissimo epilogo, di quelli che piacciono a me! 
Lettura consigliata? Se vi piacciono gli high school e i music romance emotivi sicuramente si! 
Lo stile della Rocca è sempre scorrevolissimo ed emozionante, poi l’edizione cartacea è STUPENDA, con citazioni e illustrazioni! Fatevi un giretto sul mio canale bookstagram (QUI) per vederla nel dettaglio. 

Punto di vista:  prima persona, alternato
Sensualità:  scene spicy presenti, ma soft
Caratteristiche: high school, music romance, odio-amore 
Stile narrativo:  scorrevole, emozionante
Tipo di finale:  autoconclusivo con bel epilogo 
Voto: 4,5 stelle

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!