Recensione: Cruel King di Rina Kent



      
Cruel King
di Rina Kent
(Royal Élite School #0)

Editore: Hope Edizioni
Data di uscita: 23 maggio 2023

Trama 
Nella scuola più esclusiva d’Inghilterra, la Royal Élite School, dominio incontrastato di una sola dinastia, sta per iniziare una partita tra un re (nero) e una principessa che… ancora non sa di essere una regina.
King contro Clifford.
Levi King fa parte di una delle famiglie inglesi più ricche e influenti, è il capitano della squadra di calcio della scuola, ha tutti ai suoi piedi e la sola cosa che desidera è una libertà che non può ancora avere.
Non ho ancora deciso se sei la mia condanna o la mia salvezza.
Astrid Clifford vorrebbe solo essere invisibile, dedicarsi alla sua arte e, soprattutto, poter riscrivere la notte in cui ogni cosa è cambiata.
Non tocca a te combattere i miei demoni.
I loro incontri hanno il sapore di una guerra, ma ben presto si trasformeranno in una passione bruciante.
L’ossessione di Levi per Astrid è inspiegabile e più lei cerca di allontanarlo, e allontanarsi, più non può fare a meno di lui. Ma la vita non fa sconti e un segreto del passato rischierà di distruggerli e annientare tutto ciò che li lega.
Benvenuti alla Royal Élite School, dove non sono ammessi perdenti.




La mia opinione 


Cruel King è il volume #0 della serie Royal Elite, e ci presenta i personaggi che saranno i protagonisti della serie principale e tutta la loro cerchia di amici, in particolare, questo ha come protagonisti Levi e Astrid. So che in molte aspettavano che questa scrittrice venisse tradotta in Italia e io ero sicuramente tra quelle, adoro i bully romance, sono i miei comfort book, perciò mi dispiace davvero tanto non essere riuscita ad apprezzarlo fino in fondo.
Levi è il re della scuola e il capitano della squadra di calcio, tutte le ragazze cadono ai suoi piedi e il suo cognome gli assicura di vivere sopra le regole e di farla sempre franca. Tutt'altra storia invece è a casa, lì è la pecora nera della famiglia, la convivenza forzata con suo zio gli sta stretta e l'odio che nutre verso di lui è sicuramente reciproco. Il suo unico sogno è quello di diventare un calciatore professionista, ma sa già che non deve sperarci troppo perché suo zio gli ha concesso solo un altro sbaglio prima di privarlo di ogni cosa, calcio in primis. E purtroppo per lui, la sua fine arriverà sotto forma di una ragazza che voleva solo restare invisibile.
Astrid si è trasferita da poco alla Royal Elite School e non potrebbe esserne più scontenta, Lei non appartiene a questo mondo, non ci si riconosce, perciò rimanere nelle retrovie è il suo unico metodo di sopravvivenza. Anche a casa le cose non vanno meglio, è costretta a vivere con suo padre, che ha abbandonato lei e sua madre all'età di 7 anni, e con la sua nuova famiglia che la odia apertamente e non perde occasione di farla sentire indesiderata.
Tutto cambierà quando una sera il suo migliore amico la trascinerà ad una festa della squadra e lì catturerà proprio l'attenzione del capitano. 
La storia parte bene, l'intuizione era ottima e le basi per un ottimo bully anche, ma poi tutto si svolge troppo in fretta.  Dall'ossessione di Levi per Astrid, che ho trovato priva di un motivo valido, alla resa di Astrid nei suoi confronti. 
Mi sono piaciuti invece tutti i personaggi secondari che hanno arricchito la lettura e posto le basi per i libri che verranno. Spero che arrivi anche un libro su Dan. Sicuramente la storia di Aidan ha del potenziale, gli sprazzi che ci sono stati forniti mi hanno incuriosita molto e mi sono ritrovata a sperare di leggerlo il prima possibile, per questo darò sicuramente una seconda chance all'autrice. Ma per questo libro in particolare avrei voluto quella scintilla in più. Lo consiglio comunque alle amanti degli high school romance e a chi adora i maschi alpha.

Punto di vista: Prima persona alternata
Sensualità: Presente  
Caratteristiche: Bully romance, high school, hate to love
Stile narrativo: Scorrevole e semplice
Tipo di finale: Autoconclusivo
Voto: 4-



- Laura -

Ringrazio Hope Edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!