Recensione: Royal Hearts Academy - Bianca di Ashley Jade





Royal Hearts Academy - Bianca 
di Ashley Jade
(Royal Hearts Academy #3)
Editore: Hope edizioni

Sembra proprio che il destino abbia deciso di accanirsi contro di me.
Io che non ho mai avuto paura di essere ciò che sono.
Io che sono sempre stata “troppo” per chiunque avessi attorno.
Quando all’improvviso tutto crolla e resto da sola, nel buio, l’unica cosa a cui posso aggrapparmi sono i ricordi. Peccato che mi dipingano come una persona che, a stento, riesco a riconoscere: un’estranea che si è impossessata del mio corpo e che cerca in tutti i modi di ingannare la mia mente.
Le persone mi definiscono una stronza spietata e una perfida manipolatrice. Persino una principessa malvagia che ama far soffrire la gente. Mi dicono che sono accadute delle cose terribili, cose che hanno cambiato per sempre il corso della mia vita. Ma queste persone raccontano di qualcuno che io non conosco e di un’esistenza che non può essere stata la mia.
Loro parlano, parlano, parlano e io non smetto di guardare il mio riflesso allo specchio: non sono quella che loro vedono, ma non sono nemmeno quella che vorrei essere.
Mi chiamo Bianca Covington e... non riesco più a ricordare niente.

Attenzione: Questo è il libro primo della storia di Bianca. La sua storia (e l’intera serie) si conclude con Royal Hearts Academy: Bianca – Libro Secondo.
Si consiglia di leggere i due romanzi precedenti della serie Royal Hearts Academy per capire meglio le dinamiche della famiglia Covington.

La mia opinione:

Questo libro è stata una sorpresa, non avevo ben chiaro come sarebbe stata sviluppata la storia di Bianca.
Visto il modo in cui ci era stata presentata, sinceramente non ero neanche ben sicura di voler sapere come sarebbe stata la sua vita dopo il libro di Cole. Certo non mi sarei aspettata di trovarmi ad avere a che fare con una persona completamente diversa da quella che conoscevo.
Quando ho iniziato a leggere e mi sono ritrovata con una Bianca in ospedale che si risveglia senza memoria, pensavo sarebbe stata la solita storia, dove lei dopo qualche tempo avrebbe ritrovato la memoria e si sarebbe resa conto della brutta persona che era ecc., invece qui la situazione è proprio altra.
Bianca è convinta di essere una bambina, l'ultimo ricordo che ha è dell'incidente in cui è stata coinvolta assieme al fratello e alla madre che ha causato la morte di quest'ultima.
Non ricorda niente di quello che è accaduto dopo e, sul momento, non riconosce nemmeno Jace e Cole, i suoi fratelli, perché nella sua mente loro sono ancora dei bambini e non certo quei due enormi uomini tatuati con l'espressione arcigna.
Ma soprattutto non sa nulla della Bianca del presente, non sa delle cose orribili che ha fatto. Non ha idea di come si comportasse con le altre persone, di come le manipolava e le usava a suo piacere. Ma più di tutto non sa il perché tutti i suoi compagni di scuola la trattino in quel modo al suo ritorno a scuola, quella scuola dove lei era la Regina. Ora la nuova Bianca, quella che non ha più memora della brutta persona che era, si ritrova sola e spaesata senza nessun amico e senza il potere dei suoi fratelli a coprirle le spalle.
Devo dire che vedere una Bianca così vulnerabile, triste e sola mi ha fatto uno strano effetto. Quando poi i ricordi hanno iniziato a tornare sotto forma di flashback e ho cominciato a capire il perché dei suoi comportamenti passati, di quella vita appena accennata nei precedenti capitoli della serie, ho iniziato a comprendere un po' di più le sue dinamiche, ma nonostante io abbia capito le motivazioni, riesco anche a capire la reazione che tutti hanno avuto nei suoi confronti, soprattutto i compagni di scuola. Vedere la Regina in ginocchio li ha resi più forti e determinati a renderle la vita un inferno esattamente come lei aveva fatto con loro.
Certi dolori possono davvero tirare fuori il peggio dalle persone e, di certo, in Bianca hanno fatto proprio questo, unito al fatto che la sua meravigliosa vita alla fine era tutta apparenza e il dolore era certamente più presente che la felicità.
La nuova Bianca invece è una persona splendida, il profondo affetto che la lega ai suoi fratelli è proprio quello che dovrebbe esserci tra persone che si amano. 
In più man mano che i ricordi tornano a galla, la nuova Bianca inizia a comprendere che la vecchia ha creato davvero molti danni a tante persone e causato tanto dolore, in primis alla sua famiglia e capisce che rimediare non sarà per nulla facile.
Rivedere tutta la banda al completo è stato molto bello, come molto bello è stato vederli interagire assieme. Ho ritrovato il Jace passionale che ama Dylan sopra ogni cosa, la sbruffonaggine di Cole che, nonostante sia pazzamente innamorato di Sawyer è rimasto lo stesso mascalzone di sempre.
Una pecca di questo libro è il fatto che la storia sia raccontata esclusivamente dal POV di Bianca, il che ha perfettamente senso visto che comunque è la sua storia, ma in alcuni episodi mi sarebbe piaciuto anche sapere cosa pensavano gli altri perché avrebbe reso il tutto più completo.
Ora non resta che attendere il finale di questa storia e di questa serie, nonostante questo libro abbia una chiusura molte cose sono rimaste in sospeso e ancora tanti segreti devono essere svelati.
Perché la Jade ha davvero lasciato tante vecchie cose nel limbo e tante nuove ne ha aggiunte e credo che, quando tutto sarà rivelato, ci sarà ancora parecchio dolore da gestire prima di arrivare al tanto sospirato lieto fine.

Punto di vista: esclusivamente Bianca
Sensualità: Scene hot presenti
Caratteristiche: uno YA poco young ma molto adult.
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo
Voto: 4 stelline




Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!