Recensione: Cuore di foglia, radici di pietra di Giuditta Ross



    
Cuore di Foglia, Radici di Pietra
di Giuditta Ross
(Gli Eredi della Foglia #2)

Editore: ‎Hope edizioni
Data di uscita:‎ 16 giugno 2023

Trama
Una goccia di sangue, e l’Alberopietra è risorto. Nairnering ha un dono straordinario, ma è sicuro di non meritarlo. La sua anima è nera e il suo cuore marcio, al punto di non poter sperare, neppure per un attimo, di potersi redimere.
Eppure è disposto a dare tutto per il suo adorato principe.
Mojheardean di Pietrabuia è salito sul Trono di Pietra. Tutto il dolore patito, ogni lacrima, ogni ora disperata passata nel terribile abbraccio del Rovo di Morte l’ha condotto a quel momento. Anche l’intenso, indesiderabile piacere provato tra le braccia di Nairnering Cuordifoglia è stato funzionale a quell’unico scopo: risollevare le sorti della sua gente. Allora perché adesso non riesce a scacciarlo dalla mente e dal cuore?
L’alleanza con Mabliereen, Regina della Luce, può essere la svolta necessaria a cancellare secoli di guerra civile tra i fae di Pietrabuia e i Luminosi. Tuttavia qualcosa si sta muovendo alle loro spalle. Un nemico infido e antichissimo sta per mettere a repentaglio la pace così duramente conquistata. 
La guerra incalza e Mo e Nair, insieme ad Alice, Alistair, Rain e la Regina Mab dovranno trovare il modo di unire le forze per contrastare un avversario disposto a tutto pur di schiacciarli.


La mia opinione

Cuore di foglia, radici di pietra è il secondo volume della serie Gli eredi della foglia e se avevo amato il primo capitolo e la sua coralità, anche qui non sono rimasta minimamente delusa. 
Mojheardean, principe di Pietrabuia, torna finalmente nel regno dei fae oscuri dopo essere stato tenuto prigioniero e torturato dalla corte dei Luminosi. Il suo cuore e il suo corpo non si sono ancora ripresi, ma adesso l'unica cosa che conta è prendere il posto che gli spetta sul trono di Pietra, anche se sarà costretto a soffocare tutti i sentimenti che prova per il suo carceriere e a dimenticare la sua amica Alice. Purtroppo, i suoi sudditi non si fidano di lui, soprattutto alcune tra le famiglie più nobili non accettano la sua ascesa, per fortuna al suo fianco c'è Nair, pronto a sacrificare qualunque cosa pur di proteggere il suo principe. In questo nuovo clima così instabile, nessuno è più al sicuro e, tra nuove e improbabili alleanze tra razze diverse, l'unica àncora sembrano essere gli amici, quelli da tenersi stretti.
Ho amato il personaggio di Mo, così forte e allo stesso tempo fragile, ha sofferto ingiustamente le peggiori torture ma non ha mai cercato vendetta. E Nair, convinto di non meritare l'amore del suo principe dopo tutto quello che gli ha fatto passare, un personaggio tormentato eppure bellissimo.
La storia tra i due parte lentamente, i sentimenti sono confusi tra l'amore che sta nascendo e quel senso di dovere che Nair sente verso il suo Mo, ma poi esplode lucente come una stella e l'autrice è stata bravissima ad evidenziarne ogni piccola scintilla.
Ritroveremo anche Alistair e la sua Alice, Rain e la regina Mab, in un racconto racconto talmente corale che le vicende si intrecciano come se fossimo in un film e tutti fossero i protagonisti. La storia segue i diversi personaggi contemporaneamente portando avanti la narrazione senza dimenticare nessuno. Di nuovo obbligata la scelta della terza persona che qui più che nel primo capitolo ho trovato fondamentale. La narrazione è fluida e molto coinvolgente, mi sono ritrovata a divorare questo libro e mi sono affezionata ad ogni personaggio, nessuno escluso.

Punto di vista: Terza persona
Sensualità: Presente
Caratteristiche: Urban fantasy, fae, lupi mannari e vampiri
Stile narrativo: Scorrevole e avvincente
Tipo di finale: Autoconclusivo
Voto: 4 + Stelle




- Laura -


Ringrazio la Hope edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!