Recensione: Binding 13. Marcami stretta di Chloe Walsh


Binding 13. Marcami stratta
di Chloe Walsh 
(Boys of tommen #1)

Editore: De Agostini
Data di uscita: 10 settembre 2023


Trama
Johnny Kavanagh è una promessa del rugby: nato per brillare sul campo, è una forza della natura, nulla può far vacillare le sue certezze, distrarlo dalla sua scalata verso il successo. Nulla, tranne il tiro sbagliato che farà scontrare il suo mondo con quello della nuova arrivata al Tommen College, la misteriosa e complicata Shannon Lynch. Chi è davvero quella ragazza dagli occhi tristi che tenta con tutta se stessa di essere invisibile? Per Shannon la vita non è mai stata facile, né a scuola né a casa. Al Tommen spera di ricominciare da zero, ma non è semplice liberarsi di un passato tanto oscuro, dei demoni che la tormentano da sempre. Finché non viene presa alla sprovvista da un incontro capace di scuotere le mura che con tanta fatica ha alzato attorno a sé. Negli occhi di Johnny riconosce subito un'inquietudine simile alla sua, e non può fare a meno di venirne catturata. Tra violenza, passione, rabbia e segreti impronunciabili, entra in campo un'attrazione che non conosce regole, che rischia di sconvolgere irreversibilmente il match delle loro vite.


La mia opinione 

Binding 13 è il primo volume della serie sport romance Boys of Tommen di Chloe Walsh.
Quello che mi aspettavo da questo piccolo mattone di quasi mille pagine era un high school carino che trattasse temi forti e che avrei portato a termine nel lungo periodo, piluccando qualche pagina per volta.
Quello che non mi aspettavo, invece, era avrei fatto le ore piccole pur di finirlo e che sarebbe diventato uno dei migliori libri del 2023.
Uno slow burn ai livelli di Mariana Zapata, in cui succede poco e niente ma che mi ha completamente inondata di emozioni. Ho sentito tutta la sofferenza di Shannon come il fiume e la forza di una quindicenne che è costretta a portare un fardello enorme sulle sue spalle, che la schiaccia e la travolge giorno dopo giorno. Ma ho sentito anche tutto il dolore di Johonny, sia fisico che emotivo, quello di un ragazzo troppo giovane per tutta la pressione che gli viene messa addosso, in primis da se stesso. Ecco, se dovessi dire cosa mi è rimasto incollato alla pelle dopo aver chiuso questo libro, sono sicuramente le emozioni. Mille emozioni diverse che mi hanno fatta passare dalla gioia al pianto in poche pagine. 
La storia in se per se è molto semplice, lei è la ragazza dei quartieri popolari che approda in una scuola d'élite e si scontra (letteralmente) con il ragazzo più popolare. La differenza però la fanno i personaggi, il loro spessore, il loro carattere e le loro decisioni. Decisioni che ho trovato perfettamente in linea con la loro giovane età e anche tutto il contorno, genitori e amici vari, sono perfettamente attinenti alla realtà, cosa che apprezzo sempre moltissimo. 
Le situazioni non si risolvono con una sbattuta d'occhi e anzi, a volte non si risolvono affatto, perché questa è la vita, a volte bastone, a volte carota. 
Ho amato i protagonisti senza riuscire a preferirne uno, ho passato interi capitoli con il desiderio di stringere Shannon per alleviare un po' il suo dolore e altri con il cuore stritolato dalla dolcezza e possessività di Johonny. 
I personaggi secondari sono stati poi la ciliegina sulla torta, hanno dato corpo alla storia e ho letteralmente amato il rapporto tra Johonny e Gibs.
La scrittura è semplice e scorrevole, sono arrivata alla fine senza rendermene conto e ora non posso far altro che sperare che il secondo volume arrivi presto, prestissimo. Completamente promosso.

Punto di vista: Prima persona alternata 
Sensualità: Qualche bacio  
Caratteristiche: High school, sport romance, tematiche delicate, slow burn
Stile narrativo: Scorrevole e coinvolgente 
Tipo di finale: Aperto (primo di una serie) 
Voto: 5 Stelle



- Laura -


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!