Recensione: Furore di Coralee June



Furore 
(Malizia Vol. 2)
di Coralee June 

Editore: Virgiboks
Data di uscita: 14/10/2023

Odiavo il fuoco. Odiavo il modo in cui il fumo si avviluppava attorno al mio corpo nudo, pungendo la mia pelle con le sue braci insolenti. Odiavo l'odore della carne bruciata, le ceneri che si depositavano sulla mia lingua, le schegge della mia anima carbonizzata in fondo al mio petto.
Lei è morta, Juliet.
Non c'è nient'altro che tu possa fare...
Trascinando i miei piedi sanguinanti sul cemento, sono andata incontro alle fiamme.
Il calore mi lambiva le guance. Le sirene in lontananza ingiuriavano le mie orecchie.
Morta, morta, morta.
Tutto questo ha avuto inizio perché io ho fatto una scelta. Perché mi sono innamorata. Perché ero una ragazza sola che si è attaccata a degli uomini pericolosi.
Lei è morta per colpa loro.

"Furore" è il secondo volume della serie Malizia dell'autrice bestseller UsaToday Coralee June.
Si tratta di una serie RH Mafia Romance che tratta argomenti non adatti a tutti i lettori. 


La mia opinione

“Furore” è il secondo volume della serie “Malizia”, scritto da Coralee June.
Il legame tra Juliet e i fratelli Civella si fa sempre più forte e sempre più complicato.

“Mi dispiace, la mia mente è un posto piuttosto caotico in questo momento.”

Anthony è fatto di oscurità e sta scivolando sempre di più in una spirale di non ritorno, divorato dai suoi stessi demoni.

“Quell’unica, sanguinante emozione era la mia unica debolezza al mondo.”

Nick sembra essere il fratello che riesce a comprendere meglio di tutti Juliet, ma il suo atteggiamento prepotente e poco incline ai compromessi mi ha davvero irritata.

“Era tempo di combattere. E se questo avesse significato giocare sporco per riavere Juliet, lo avrei fatto”.

William continua a rimanere protettivo e dolce nei confronti di Juliet, ma sembra sempre voglia nascondere qualcosa.
Juliet cerca in ogni modo di aiutare i tre fratelli a sopravvivere alla loro oscurità, rischiando però di tradire tutti i suoi valori. L’amore che i tre fratelli provano per lei è un amore tossico, che non fa altro che danneggiarla. Ma Juliet non può più fare a meno di loro.
Ogni personaggio di questa trilogia non si rivela mai del tutto: rimane sempre un punto di domanda su chi siano davvero questi quattro protagonisti, nonostante il romance venga narrato con POV alternati.
Il libro si apre con una scena molto cruenta, che mi ha lasciata perplessa perché non riuscivo a collegarla al libro precedente (che terminava in modo decisamente più soft). Quindi “Furore” parte decisamente in quinta.
Gli elementi Dark non mancano di certo, quindi come sempre per questo genere di romance, controllate bene i trigger warnings.
A livello di trama, non ci sono troppi sviluppi rispetto al primo libro: la (non) scelta di Juliet continua, anche se il mio preferito si riconferma Anthony (che, proprio durante questo secondo romance, ci rivela quanto sia danneggiato irreparabilmente). Ho adorato il capitolo finale narrato dal suo punto di vista!
In “Furore” c’è anche un nuovo nemico da combattere che, seppur malvagio e terrificante, non mi ha del tutto convinta.
Coralee June è molto brava a descrivere la psicologia di questi personaggi, in tutta la loro complessità e follia. Non ti sembra mai di conoscerli davvero fino in fondo.
“Furore”, seppur con un lieve calo di hype, si riconferma un ottimo seguito di “Malizia”. Ormai è impossibile non voler sapere come si concluderà la storia tra Juliet e i fratelli Civella, soprattutto visto anche l’epilogo finale…
“Rancore”, ti voglio subito tra le mie mani!
 
Punto di vista: POV alternato
Sensualità: presente ed esplicita
Caratteristiche: Reverse Harem, Why Choose, Dark Romance
Stile narrativo: Scorrevole e coinvolgente
Tipo di finale: Aperto
Voto: 4 stelline





Ringrazio la Virgibooks per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!