Recensione: The traitor queen di Danielle L. Jensen




The traitor queen
Danielle L. Jensen

(The Bridge Kingodom #2)

Editore: Queen Edizioni
Data di uscita: 17 novembre 2023

Trama

La regina Lara, ormai esiliata, è stata costretta a guardare il padre prendere possesso di Ithicana, senza poter fare nulla per fermarlo. Quando scopre che suo marito, Aren, è stato catturato in battaglia, Lara sa che c’è solo un motivo per cui il padre lo tiene ancora in vita: per usarlo come esca e attirare la figlia a Maridrina. Rischiando la vita in mare, Lara torna a Ithicana con un piano per far evadere il suo re e liberare il Regno del Ponte dalle grinfie di suo padre. Per farlo, è disposta ad usare le sue stesse armi: le sorelle a cui ha risparmiato la vita. Tra nemici ed alleati pronti a lottare per un gioco di potere ed entrare in possesso del Regno del Ponte, Lara metterà a rischio tutto ciò a cui tiene. Ed è costretta a fare una scelta: combattere per il suo regno, per Aren, o per sé stessa.


La mia opinione

Aspettavo questo libro come si aspetta l’ultimo giorno di scuola… Non vedevo l’ora di averlo tra le mani, e le mie aspettative sono state del tutto accontentate, se non superate!

«Faceva male. Faceva così male, che in alcuni momenti gli sembrava di non riuscire a respirare, sapendo che era questione di ore prima che lei si allontanasse, e che probabilmente non l'avrebbe mai più rivista.»

The traitor queen è il secondo volume della serie “The Bridge kingdom” e inizia proprio nel punto in cui si era interrotto il libro precedente: Lara sta tentando l’impossibile per salvare Aren, suo marito e re di Ithicana, dopo aver condannato la sua gente a un destino feroce e ingiusto. La protagonista è dilaniata: da una parte c’è il dolore che prova nel sapere l’uomo amato nelle mani di quello che invece detesta con tutto il cuore e che le ha mentito per una vita trasformandola in un’arma, dall’altra è ben cosciente di non poter più fare nulla per ottenere il perdono di quello che per poco è stato il suo popolo, così come quello di Aren stesso e si sta arrendendo… 

Aren è a Maridrina, prigioniero di Silas, il padre di Lara, è sottoposto alle peggiori torture psicologiche: sta soffrendo perché quella che credeva essere la donna per lui si è rivelata invece una traditrice e il suo popolo sta pagando le conseguenze delle sue scelte, evidentemente sbagliate. 

Per una consistente parte del romanzo i due protagonisti sono separati e “lavorano” a distanza per poter ottenere, in realtà, la stessa cosa: la liberazione di un popolo che amano, e delle persone che più gli stanno a cuore. Nel momento in cui si rincontrano, nulla è più come prima e odio, amore, risentimento, sensi di colpa, sete di vendetta, onore e senso di appartenenza si fanno più vivi che mai, concretizzandosi in un’avventura all’ultimo sangue che tiene incollati alle pagine fino alla fine. 

Ho amato ogni singolo passaggio della storia, narrata in modo eccezionale: c’è la giusta suspense, al punto giusto, non ci si annoia mai e l’azione non manca. Se siete amanti delle avventure e vi piacciono personaggi con gli attributi — soprattutto lei, che è stata epica! —, questa serie fa decisamente al vostro caso. L’elemento romance è presente ed è anch’esso a muovere tutta la giostra, ma perfettamente combinato con tutto il resto.

«Sei la mia dannazione, ma non ci sarà mai nessuno oltre a te.»

Altro punto a favore sono i personaggi, tutti, che emergono in modo naturale prendono parte alla storia e nessuno di loro è messo a caso: tutti hanno un volto, un modo di parlare, di agire e alla fine sembra di averli davanti agli occhi sul serio. 

Avrei voluto un finale un po’ più esteso, ma d’altra parte non c’era un altro modo in cui sarebbe potuta finire. Semplicemente perfetto.

Punto di vista: terza persona, focalizzazione diversa
Caratteristiche: fantasy, second romance, guerra, epic romance
Stile narrativo: curato, scorrevole, avvincente
Sensualità: presente
Finale: conclusivo con epilogo (i prossimi libri avranno altri protagonisti)
Voto: 5 stelle


Ringrazio la Queen Edizioni per la copia ARC

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!