Recensione: Ivory White di Cambria Hebert



       
Ivory White 
di Cambria Hebert

Editore: Heartbeat Edizioni
Data di uscita: 09 gennaio 2024

Trama
C’era una volta…
Una ragazza con la pelle chiara come l’avorio e i capelli neri come la notte.
Era la favorita del padre, ma ora che l’uomo è morto
qualcuno tenta di affossare la giovane pupilla.
Seguendo il consiglio di fuggire via, Ivory lascia l’élite di New York
e finisce in un posto di cui ignorava l’esistenza.
Una principessa dei giorni nostri, spaventata e sperduta nelle strade buie,
che tenta di salvarsi la vita.
Ivory White non può chiamare nessuno, né andare da nessuna parte.
Tutto quello che le resta è un numero a caso scarabocchiato su un tovagliolo strappato.
Lei chiama. Lui risponde.
In questo modo Ivory viene catapultata all’interno della casa degli emarginati,
una banda di uomini completamente inaffidabili.
Ma riuscirà questo gruppo a tenerla al sicuro?


La mia opinione


Ivory White è il nuovo romanzo autoconclusivo di Cambria Hebert, che torna con una nuova storia che unisce il romance ad un pizzico di mistery.
Il libro parte con il botto, le prime cinquanta pagine sono state davvero coinvolgenti, poi qualcosa si rompe e si va avanti per inerzia senza un vero scopo a trascinare gli eventi.
L'idea iniziale mi era parsa molto interessante, la trama era accattivante ma i personaggi si sono rivelati un po' piatti e a volte privi di spessore, soprattutto la protagonista è rimasta la ragazza ricca e viziata che ha come preoccupazione principale lo stato dei suoi capelli.
Ivory White fa parte dell'élite dell'Upper East Side, nata e cresciuta sotto una campana di vetro, cosa che l'ha resa piuttosto ingenua. Questo, finché un giorno un uomo la aggredisce in un sottopassaggio nel parco, ma non la uccide come gli era stato ordinato di fare, le taglia i capelli e le intima di non tornare mai più. Ed è proprio dopo questo avvenimento così sconcertante che Ivory si imbatte in Neo, un ragazzo che la avvicina apparentemente senza motivo ma che le infonde subito un senso di fiducia. 
Purtroppo, vengono da due mondi troppo diversi per incontrarsi, sono come l'acqua e l'olio, impossibili da mischiare. O almeno così credevano...
La storia si svolge in una manciata di giorni, per questo ho trovato piuttosto esagerata la quantità e la profondità dei sentimenti che si sviluppano tra i due protagonisti in così poco tempo. 
Ho trovato molto carina  invece l'amicizia che si sviluppa tra Ivory e i coinquilini di Neo e il suo tentare di adattarsi ad un mondo che di certo non le appartiene.
Neo è stato sicuramente il mio personaggio preferito e quello che ha subito una maggiore crescita secondo me, anche se passa l'intero libro a non sentirsi all'altezza di Ivory.
In conclusione, un libro che si legge facilmente, con una storia che poteva essere interessante ma che non ci ha creduto abbastanza. Lo consiglio se volete una lettura carina con cui occupare un pomeriggio.


Punto di vista: Prima persona alternata 
Sensualità: Presente  
Caratteristiche: Contemporary romance, 
Stile narrativo: Scorrevole e semplice  
Tipo di finale: Autoconclusivo  
Voto: 3.5 Stelle




- Laura -


Ringrazio la Heartbeat Edizioni per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!