Recensione: The song of the marked - Il risveglio di S. M. Gaither



The song of the marked - Il risveglio
di S. M. Gaither
(Shadows and Crowns #1)

Editore: Heartbeat Edizioni
Data di uscita: 26 gennaio 2024

Su Amazon QUI

Trama:

La mercenaria Casia Greythorne ha a cuore solo due cose: portare a termine qualunque sia il suo ultimo lavoro e guadagnare abbastanza soldi per acquistare la costosa medicina che mantiene in vita la madre adottiva. Perciò, quando il re in persona le offre una nuova missione, non può resistere di fronte alla cospicua remunerazione che le propone, anche se ciò significa lavorare con il Capitano Elander, l’arrogante e misterioso braccio destro del re. Il suo compagno può essere esasperante, ma almeno il compito assegnatogli sembra semplice e veloce: scoprire le origini dello strano morbo che sta devastando l’impero e trovare una cura. Ma in una terra ricca di antiche magie e di divinità potenti, niente è mai così semplice, e niente è mai quello che sembra. Mentre i morti continuano ad aumentare e strani mostri iniziano a seminare il caos in tutti i regni, Cas ed Elander dovranno lavorare insieme per proteggere l’impero, che gli piaccia o no. Perché una cosa è chiara: qualcosa di terribile e malvagio si sta agitando nell’ombra e minaccia di porre fine al loro mondo.


La mia opinione:

The song of the marked, il risveglio è il primo libro della serie Shadow and Crowns, nonché il primo che leggo di questa autrice. Sono stata incollata alle sue pagine fino a che non sono arrivata all’ultima parola del libro. Che dire? Strepitoso ai miei occhi. Un fantasy ben congegnato, scritto e tradotto molto bene, che non annoia con spiegoni inutili, ma che al contrario coinvolge senza annoiare mai.

«Non sapeva quando fosse tutto cambiato, ma era certa che non poteva tornare più indietro.»

Casia, Cas, è solo l’ennesimo nome che decide di affibbiarmi la protagonista della storia; fa parte di un gruppo di “tipi” audaci, che fanno lavoretti di sorta, e quasi sempre scomodi, in cambio di soldi. Il mondo in cui si aggirano non è semplice da vivere: un morbo, quello della Dissolvenza, sta flagellando l’intero impero e il re-imperatore sembra essere semplicemente un sadico sanguinario. L’inizio del romanzo è bello, molto intenso e pieno di azione: il lettore viene trascinato nell’immediato nel vivo della storia e proprio come Cas si scontra con il contraltare maschile della protagonista: Elander. Un uomo che poi scopriremo essere il braccio destro, e armato, del re-imperatore, dotato di una magia alquanto terrificante. Per una serie di vicissitudini, Cas si trova alla mercé del suo nemico numero uno, in compagnia di nientemeno Elander, una vera spina nel fianco. La protagonista ha molto da scoprire, su sé stessa e sul mondo che la circonda, proprio come chi legge, e lo fa sempre mostrando i suoi lati molto umani, ma anche grandissimo coraggio nonostante le situazioni non siano delle migliori.

«Quella valanga sembrava inevitabile. Ma anche loro, all’improvviso. Era inevitabile trovarsi insieme, stretti così. Ancora. E ancora, come ogni volta che si trovavano vicini, si faceva strada in lei la sensazione di essere stata così con lui altre mille volte.»

Ho amato ogni singolo turning point, ogni personaggio, la storia e il modo di scrivere di questa autrice. Il rapporto che si instaura tra i due protagonisti è intriso di tensione, un tipico “non ti sopporto, ma mi intrighi”, a primo impatto si presenta come un classico enemies to lovers, per poi trasformarsi in qualcosa di molto di più.

Non vedo l’ora di leggere il continuo, soprattutto dopo i due colpi di scena-rivelazione che ci sono alla fine! Consigliatissimo!

PUNTO DI VISTA: terza persona, focalizzazione varia

CARATTERISTICHE: fantasy, hate(?) to love, enemies to lovers, forced proximity

SENSUALITÀ: presente

STILE NARRATIVO: semplice, scorrevole, avvincente

FINALE: aperto

VOTO: 5 stelle



Ringrazio la Heartbeat edizioni per la copia ARC

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!