Recensione: The love trip di Chiara Venturelli



The love trip

di Chiara Venturelli

Self-publishing

Data di uscita: 23 febbraio 2024

Trama:

A ventotto anni appena compiuti, Margot ha un’ultima possibilità per convincere il suo capo di essere la persona giusta a cui assegnare il progetto che salverà l’agenzia pubblicitaria. Si tratta solo di raggiungere una località misteriosa e scattare qualche foto, in compagnia del fotografo.
Samuel è un trentaduenne affascinante e un po’ scorbutico, direttore finanziario dell’azienda di famiglia, e di certo non è un fotografo! Per scoprire se il progetto in cui deve investire è una truffa deve tenere nascosta la sua reale identità a Margot.
Il viaggio in auto attraverso otto Stati si rivela subito pieno di imprevisti. Tra camere d’albergo al completo, deviazioni di percorso e strani incontri, per Margot e Samuel fingersi una coppia diventa quasi un’abitudine. L’atmosfera si fa presto rovente e non solo perché la vecchia auto a noleggio non ha l’aria condizionata.
Cosa accadrà se il momento della verità arriverà troppo tardi, quando la passione avrà già percorso quasi tutta la strada?

La mia opinione

«La nostra avventura aveva inizio così, un po' sottotono, e mi lascia ingannare da quella relativa tranquillità. Non avevo ancora visto niente...»

The love trip è il nuovo romanzo di Chiara Venturelli, che torna a deliziarci con una dolce commedia romantica on the road!

«La vita, in fin dei conti, è un viaggio imprevedibile. Conosci la partenza e il punto di arrivo, ma non sai mai cosa accadrà sulla tua strada.»

Margot e Samuel non potrebbero essere più diversi e le loro vite sono agli antipodi: lei è una giovane pubblicitaria che sta cercando di mantenere il suo posto di lavoro a tutti i costi; Samuel vive a Parigi ma è costretto ad andare spesso negli Stati Uniti perché è il direttore finanziario dell’azienda appartenente alla sua famiglia, anch’essa divisa tra due stati. I due però hanno una cosa in comune: gli serve conoscere dettagli su un progetto: lei vorrebbe utilizzarlo come rampa di lancio per tenersi il suo posto in ufficio, lui non vede l’ora di levarsi di torno l’idea di un investimento che non lo convince. Sotto mentite spoglie Samuel, grazie anche a suo cugino, intraprende un viaggio con Margot.

Una macchina d’epoca (prestate molta attenzione a questo dettaglio), svariati chilometri da percorrere, un’infinità di imprevisti, un finto fotografo restio alla comunicazione umana e una giovane dai vestiti floreali sempre colorati sono tutti elementi validi per una storia che promette di regalare ore di svago e coinvolgimenti! 

«Sulla carta siamo un investimento ad alto rischio [...]»

Lo stile di Chiara è ormai ben definito e riconoscibile, sa regalare ai suo lettori attimi di serenità costruendo personaggi facilmente immaginabili che inserisce in realtà verosimili, riuscendo così a coinvolgere chi legge in modo unico.

Mi è piaciuta molto questa commedia romantica, che vi consiglio se avete voglia di svagarvi un po’ dalla vita di tutti i giorni… allacciate le cinture e preparatevi, perché gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo!

PUNTO DI VISTA: prima persona alternato (Samuel/Margot) 

CARATTERISTICHE: Commedia romantica on the road, fake identity, grumpy vs sunshine

SENSUALITÀ: presente, spicy

STILE NARRATIVO: semplice, coinvolgente

FINALE: autoconclusivo con epilogo

VOTO: 4,5 stelle


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!