Recensione: Un regno di veleno e promesse di Holly Renee




Un regno di veleno e promesse
di Holly Renee 
(Stars and Shadows Vol. 3)

Editore: Triskell edizioni
Data di uscita: 22 febbraio 2024

Ho fatto un patto: scegliere il mio compagno piuttosto che la mia libertà.
Ma ho sottovalutato il principe ereditario che mi ha portato con sé.
Il suo tocco era come un veleno. La sua vendetta letale.
Desidera un potere che non possiedo più e sacrificherà ogni parte di me finché non lo otterrà.
Ma io non appartengo a lui. Appartengo a suo fratello. Suo fratello che verrà a cercarmi, al diavolo le conseguenze.
Il mio destino è legato a due principi, uno che brama il mio potere, l’altro che brama me, e ho da perdere più di quanto abbia mai immaginato.
La guerra infuria in un gioco tra regine, e io sono diventata la loro pedina. Ma combatterò per la mia vita, per il mio compagno, e lui raderà al suolo regni per riavermi.

La mia opinione

Il terzo volume della serie Stars and Shadows riprende esattamente dove si era interrotto il precedente: Adara, la Starblessed, ha lasciato il principe Evren, suo vero compagno, nel regno del Sangue e ha seguito Gavril, il principe del regno dei Fae. Gavril, ormai malato di sete di potere e di dominio, vuole a tutti i costi Adara per far avverare la profezia e regnare incontrastato. Per convincere Adara, Gavril ha riportato suo padre, tenuto prigioniero da moltissimi anni e creduto morto dalla ragazza. Adara lo segue per salvare Evren, il regno del Sangue, ormai sua nuova casa, e suo padre. Ma prima di seguire Gavril dona tutto il suo potere a Evren, così da essere inutile al principe dei Fae.
Naturalmente Evren andrà a riprendersi la sua compagna e assisteremo allo scontro finale tra i due principi.
Purtroppo è tutto qui. E non sto scherzando. Invece di fare un terzo libro si potevano aggiungere cinque capitoli al precedente e finirla lì.
Perché qui c’è il grosso problema secondo me: la parte dedicata allo scontro, al salvataggio e alla battaglia finale sono davvero scarne, poco dettagliate e non molto avvincenti. Per tutto il libro aspettiamo questa epica battaglia che porterà alla morte di uno dei due fratelli e poi pouf, tutto concluso in due pagine e in modo molto deludente. Un personaggio abbastanza importante muore e neanche si vede la scena ma viene riportato il fatto. Un altro neanche compare nella battaglia e pace e amen. Il rapporto col padre appena ritrovato non viene sviluppato, c’è più spazio ai personaggi secondari come Thalia e Sorin che avranno poi un libro tutto loro. 
Perché il vero protagonista del libro è… il sesso. Ah, e i due che continuano a dirsi “sei la mia compagna, sei mia, sei mia moglie” e così via.
Un paio di scene sarebbero state sufficienti, invece la Renee ha messo capitoli su capitoli di loro due che si sbavano addosso e poi si saltano addosso. Sono anche abbastanza ripetitive e quindi poco emozionanti.
Non ho visto un’evoluzione dei protagonisti, sembravano più due tipi in calore attaccati con l’attack.
Se avete letto i due libri precedenti allora leggete anche questo tanto per chiudere il cerchio, magari saltando tutta la parte centrale che a parte infinite sessioni di rotolamenti vari non offre altro.
Giudizio complessivo della serie è un tre ma striminzito, perché era partita bene ma poi si è persa via via.

Punto di vista – POV 1 persona alternato
Sensualità – Presenti molte, troppe scene hot
Caratteristiche – Fantasy con romance, fae, vampiri
Stile narrativo – Scorrevole
Tipo di finale – Chiuso, terzo della serie
Voto – 3 - - 

- Vero - 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!