Recensione: Beautiful Graves di L.J. Shen


   
Beautiful Graves
di L.J. Shen 

Editore: Mondadori
Data di uscita: 2 aprile 2024

Trama
Il primo amore è la fine dell'innocenza. Almeno così è stato per Everlynne Lawson: la sua prima storia le ha spezzato il cuore, portando nella sua vita ciò che da allora non l'ha più lasciata, la morte. Dopo un'immane tragedia ha perso tutto: i sogni, la famiglia, l'adorato Joe. Ridotta l'ombra di se stessa, si è isolata nella cittadina di Salem, vivendo giorno per giorno. Qui conosce Dominic, pieno di gioia e di energia, e sembra poter iniziare una nuova esistenza, ma le ferite del passato tornano a sanguinare. Non c'è nulla di peggio che essere innamorata di due uomini. Soprattutto se uno dei due ti odia.



La mia opinione

Come si scappa dagli amori predestinati? Semplice, non si può. 
Perché per quanto tu possa correre veloce o lontano, loro ti troveranno sempre. Ed è così che accade anche ad Ever e Joe. Si incontrano per la prima volta in vacanza a Madrid, poi si perdono e si rincontrano come nella più banale delle commedie, due anime che si sentono incomprese, diverse, ma che si capiscono al primo sguardo. Il loro è un amore fulminante che squarcia le loro esistenze e le riassesta diversamente, e nessuno dei due sarà più lo stesso. Ma è la storia giusta al momento sbagliato perché, quando la vacanza finisce e una tragedia colpisce la vita di Ever, tutto va in pezzi. 
Lei si trasferisce a Salem e mette un punto sulla sua vita precedente, fa tabula rasa e ricomincia a vivere, o meglio... inizia a sopravvivere.
Quando sei anni dopo si ritrovano, le loro vite sono agli antipodi, della ragazza spensierata e mortalmente ironica non è rimasto più niente e lo stesso vale per quel ragazzo che viaggiava zaino in spalla e credeva nei sogni. Il loro incontro verrà guidato proprio dalla terza punta di questo triangolo, Dom, un cuore dolce e gentile, una ventata di aria fresca che alleggerisce la vita di Ever e contemporaneamente la lettura, ma che allo stesso tempo la appesantisce. 
Leggere dell'indecisione della protagonista è doloroso, a tratti senza senso, è come cercare di costruire un castello con la sabbia asciutta, dispendioso e inutile. Perché il finale di questa storia era già scritto e lo sapevano tutti.
Quello che non sapevo è quello che troviamo nel mezzo, risvolti che mi hanno lasciato a bocca aperta e con il cuore sanguinante, preparate i fazzoletti.
Ever l'ho amata all'inizio ma alcune sue scelte secondo me sono state un po' troppo esasperate, capisco il dolore e tutto ma certe decisioni non avevano assolutamente senso.
Joe è stato il mio personaggio preferito, nonostante tutto, anche cambiato, anche cattivo. Che la odia, che la ama, che vuole punirla ma a suon di baci. E Dom, non potrete non innamorarvi.
In conclusione, un libro che ti lacera dentro, spesso straziante e mortalmente reale che ci ricorda che la vita è effimera e per questo bisogna afferrarla al volo e viverla con quanto più coraggio si riesce a tirare fuori.

Punto di vista: Prima persona femminile 
Sensualità: Presente
Caratteristiche: Primo amore, Contemporary romance, love triangle
Stile narrativo: Scorrevole e profondo
Tipo di finale: Autoconclusivo 
Voto: 4 + Stelle



- Laura -

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!