Recensione: Her greatest mistake di Hannah Cowan




Her greatest mistake 
di Hannah Cowan 
(Greatest Love Vol. 1)

Editore: Triskell Edizioni
Data di uscita:  17 giugno 2024

Trama
Sono il volto della NHL. Il ragazzo prodigio dal colpo letale e il sorriso da un milione di dollari che i tifosi adorano. Il mio contratto scade a fine stagione e, con l’inizio dei playoff, devo fare il bravo. Profilo basso e approccio amichevole con la stampa, anche quando mi sbattono il microfono sotto al naso. Non sono un novellino, quindi posso farcela. Giusto?
No. Questa volta è diverso. Un passo falso e divento l’esempio vivente di come rovinarsi la vita con le proprie mani.
Non vedo la mia migliore amica storica dal giorno in cui suo padre mi tradì e lei mi spezzò il cuore. Oggi, otto anni dopo, è tornata. E per i prossimi tre mesi sarà la mia finta fidanzata.
Alcune ferite non si rimarginano mai, e capisco che è proprio il mio caso non appena vedo Braxton Heights. Ma è l’unica possibilità che ho per salvarmi la reputazione e concludere il nuovo accordo. Ho già perso lei in passato, ora non posso perdere anche l’hockey?
Spero solo di essere abbastanza forte da non innamorarmene ancora.

La mia opinione

“Her grearest mistake” è il primo romanzo della serie sport romance di Hannah Cowen e racconta la storia del giocatore d’hockey Maddox e della veterinari Braxton.
I due sono amici d’infanzia che si amano segretamente per anni, ognuno dei due che aspetta che l’altro si faccia avanti per paura di rovinare l’amicizia. Solo che, quando Maddox comincia ad essere selezionato dalle squadre di hockey, un grosso fraintendimento, alimentato dalla paura, porta ad una brusca separazione tra i due.
Ora, 8 anni dopo, i due si rivedono e, per il bene della carriera di Maddox, Braxton decide di fingersi la sua ragazza per qualche mese. Da lì, la finzione comincia in fretta a mischiarsi con la realtà.
Braxton è un personaggio con cui in parte ho empatizzato e in parte no. Lei si sente tanto in colpa per quello che è successo 8 anni prima, per aver preso le parti del padre, ma l’unica cosa che sembra essere in grado di dire è che aspettava che Maddox si facesse avanti e ammettesse i suoi sentimenti. Sinceramente, viste le sue azioni successive, non capisco perché non abbia semplicemente fatto il primo passo in avanti lei, ma immagino che in questo caso non avremmo il libro.
Maddox ha un po’ di rabbia repressa, senza dubbio. Non verso Braxton, però. O almeno, ce l’ha ma mischiata anche ad altro. Capisce in fretta che c’è molto di più dietro ed è un po’ più attivo al riguardo rispetto a lei.
Il rapporto tra i due non mi è dispiaciuto. Dopo i primi momenti in cui vanno un po’ con i piedi di piombo per capire i sentimenti l’uno dell’altro, poi è come se tornassero di nuovo adolescenti e al legame che li univa prima. Si vede che c’è familiarità e fiducia tra di loro. Ed è stato bello vedere come riuscissero ad adattare quel legame al nuovo rapporto che hanno.
Ho apprezzato anche i flashback che ho trovato dessero più profondità alla storia di Maddox e Braxton.
I dramma di famiglia mi hanno trattenuto e hanno reso la lettura più leggera e rapida. Tra l’altro, si vede che la Cowen avesse già in mente una serie, perché mette le basi per i libri successivi, introducendo un po’ di personaggi che sono certa rivedremo.
Nel totale darei quattro stelline a “Her greatest mistake” e lo consiglierei a chi cerca un romanzo leggero e simpatico, con una bella storia d’amore.

Punto di vista: prima persona, alternato 
Sensualità: qualche scena esplicita
Caratteristiche: second chance, sport romance, New Adult
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: chiuso, auto conclusivo 
Voto: 4 stelle




Ringrazio la Triskell per la copia ARC del romanzo 

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!