mercoledì 15 febbraio 2017

BlogTour: The Last Valkyrie di Jennifer Sage - INTERVISTA


Ciao ragazze,
oggi il nostro blog ha il piacere di ospitare il Blog Tour di  The Last Valkyrie: Tre Anelli - Tre Re di Jennifer Sage, primo libro di una trilogia mitologica / paranormal romance per adulti.



Titolo: The Last Valkyrie: Tre Anelli - Tre Re
Autrice: Jennifer Sage
Casa editrice: Dunwich Edizioni
Genere: Paranormal Romance / Fantasy Erotico
Pagine: 400
Prezzo: 3,99€ ebook 14,90 cartaceo
Data di Uscita: 13/02/2017


Un genocidio ha spazzato via le Valchirie, le uniche messaggere capaci di viaggiare liberamente fino ad Asgard e nel Valhalla, oltre agli Dei. Allo stesso tempo, una magia nera tiene segregati gli Dei ad Asgard fino a quando il Ragnarok non sarà completo, e tutti gli Dei e i regni saranno distrutti, in modo che nuove divinità possano salire al trono.
La nascita di Kara su Midgard non è stata registrata e, dalla morte della sua stirpe, ha vissuto nascosta presso il Drago a cui darebbe l’anima. Il suo amore per Zane è un pozzo senza fondo e, nonostante la compagna del Drago sia morta nel genocidio, Kara non può fermare i suoi sentimenti. Non riesce a controllare il suo cuore più di quanto non riesca a capire come essere una Valchiria e liberare gli Dei. Zane è stato il suo mondo per più di due secoli, mantenendo segreti che potrebbero mandarla completamente in frantumi. Rune ha concubine e contratti, ma adesso ha il compito di insegnare la magia a una Valchiria ormai sola per fermare la Nazione Pro Ragnarok, come lui stesso la chiama. Rune non prende parti, ma conosce il piacere… lo conosce molto, molto bene. Qualcosa di cui Kara ha bisogno da moltissimo tempo e che le è sempre stato negato. Il suo cuore appartiene a Zane, il suo Drago, ma lui non è mai stato davvero suo, vero?

Un viaggio attraverso l’amore, il lutto, la magia e la redenzione nel più improbabile dei luoghi. Unitevi a Kara, l’ultima Valchiria, e scoprite insieme a lei verità, menzogne, lussuria e perdite mentre tenta di imparare come essere una Valchiria.
Kara darebbe la sua stessa anima per dimenticare i segreti che ha scoperto.

***Consigliata la lettura ai maggiori di diciotto anni per i contenuti espliciti. Questo è il primo romanzo di una trilogia: tre inverni, tre libri. Alcuni elementi si concludono al termine di ciascun volume, ma si aggiungeranno molte domande fino al terzo libro, quando tutte le maschere cadranno. Buona lettura!***

La nostra tappa prevede l'intervista a Jennifer Sage, autrice gentilissima e disponibile. È stata un vero tesoro! Buona lettura


INTERVISTA ALL'AUTRICE


1. Who is Jennifer Sage? Introduce yourself to Italian readers!

Who is Jennifer Sage? Well, that’s a mystery still. Some say she exists entirely in the fantasy realms she writes. Some days, I’d have to agree with that. I’m also a mother, a lover, an avid reader, and a cook that makes divine creations with her food. Wine, did I mention I’m a consumer of delectable wines, as well? Italy, how I love your food and wine...and the people I met there were unparalleled in their generous hearts. I never wanted to come back to the states when I went there. Had I not had a little one at home waiting for me, I probably wouldn’t have.

Chi è Jennifer Sage? Presentati alle lettrici italiane!

Chi è Jennifer Sage? Be’, è ancora un mistero. Alcuni dicono che esiste interamente nei regni fantasy di cui scrive. A volte, sono d’accordo con quest’idea. Sono anche una madre, un’amante, un’avida lettrice, e una cuoca che fa creazioni divine con il cibo.
Vino, ho parlato del fatto che sono anche una consumatrice di deliziosi vini? Italia, quanto amo il tuo cibo e il tuo vino... e le persone che ho incontrato sono senza pari per la generosità dei loro cuori. Quando sono in Italia, non vorrei mai tornare a casa. E se non avessi una piccola casa che mi aspetta, probabilmente non tornerei più.

2. How did you start writing? You were supported in your choice or you had to fight to chase your objective?
 
I’ve been writing since I was old enough to read. I still have picture books that I wrote as early as first grade (6 years old) and won my first award in third grade from the Florida Young Authors Awards. Writing is to me, what painting is to an artist that uses paints and canvases. It’s how I communicate the stories in my soul, and it’s part of my genetic makeup and my everyday (very busy) life. I’ve always done it, and always will. I had a lot of support with my writing growing up from my family, and my favorite gifts at Christmas and my birthdays were always the new journals, rare parchments, and pens that they all gave me. Cheap toys from the store? No, I just wanted a new journal. And I filled them up with stories and poetry as fast as I got them replaced. :)

Come è nata la tua passione per la scrittura? Sei stata supportata nella tua scelta o hai dovuto lottare per inseguire il tuo obiettivo?

Scrivo da quando sono abbastanza grande per leggere. Ho ancora un libro illustrato che ho scritto quando avevo sei anni e ho vinto il mio primo premio in terza elementare ai Florida Authors Awards. Per me scrivere, è come pitturare per un artista che usa colori e pennelli. È il modo in cui io comunico le storie che sono nella mia anima, è parte del mio DNA e della mia vita quotidiana (sempre molto piena di impegni). L’ho sempre fatto e sarà così per sempre. Durante la mia crescita come scrittrice ho riscontrato molto supporto dalla mia famiglia e i miei regali preferiti per Natale e per i miei compleanni sono sempre stati nuovi diari, quaderni, pergamene rare, e penne. Giocattoli a buon mercato? No, volevo solo un nuovo quaderno. E li ho contraccambiati con storie e poesie così velocemente da sostituirli.

 3. What is the inspiration behind this novel? Are you a fan of Nordic mythology?

I am a fan of all mythology, but when I got the idea for The Last Valkyrie I was extremely excited as there was nothing in the adult romance market that had a Valkyrie as the main character, and the true mythology of Ragnarok (The Twilight of the Gods - aka, the end of the world as we know it) as the primary theme. It truly was the first of its kind in the adult romance market. I really enjoyed the theme for this one, as I always write about the balance between humanity and the loss/ lack of it, but with Norse mythology there’s no such thing as evil. I’ve enjoyed fleshing out the “bad characters” immensely with that in mind. “There’s no such thing as good and evil in the realms...only varying degrees of humanity, or lack thereof.” ~Rune, TLV

Come è nato il romanzo "The Last Valkyrie"? Cosa ti ha ispirata? Eri già un'appassionata dei miti nordici?

Sono una fan di tutta la mitologia, ma quando ho avuto l’idea per “The Last Valkyrie” ero estremamente eccitata dal fatto che non ci fossero romance adult nel mercato che avessero una valchiria come protagonista principale, e come tema principale la vera mitologia del Ragnarok (Il Crepuscolo degli Dei, ovvero, la fine del mondo per come lo conosciamo). 
È stato davvero il primo nel suo genere nel mercato dell’adult romance. Mi è piaciuto molto questo tema, ho sempre scritto riguardo all’equilibrio tra l’umanità e la sua perdita, ma con la mitologia norrena non c’è niente di peggio dei cattivi. Mi è piaciuto immensamente creare i personaggi malvagi con quest’idea. Non c’è una vera distinzione tra bene e male nei reami... solo vari gradi di umanità, o mancanza della stessa. ~Rune

4. How much have you studied Norse mythology before writing your novel?

I always do an immense amount of research on any novel I write, and The Last Valkyrie was no exception. I am still doing research for books 2 & 3, as I want to remain as true as I can to the real history as told in the Poetic Edda’s. At the beginning of each chapter there are either quotes from “The True Scrolls of Ragnarok” which are all me re-telling the original stories to fit this series, or there are quotes from the Edda’s (all of the re-tellings of Norse mythology) with their respective author cited. Those from the Edda’s are the “real” quotes of Ragnarok and the Norse Gods, which I’ve endeavored to wrap into the world I’ve written as I can. There is no story of a Valkyrie genocide, or of the scrolls that told of a being that would have the power to stop Ragnarok. In true Norse mythology, most of the major Gods die in Ragnarok, and it seems they accept that fate. They’re not so accepting of it in The Last Valkyrie.  
Short answer? Yes, a lot of research. Always. :)

Quanto ti sei documentata sulla mitologia norrena prima di iniziare a scrivere il romanzo?

Faccio sempre un immenso lavoro di ricerca per i romanzi che scrivo, e “The Last Valkyrie” non è stata da meno. Sto facendo ancora delle ricerche per il secondo e terzo libro, perché voglio restare il più fedele possibile alla storia reale proprio come è scritta nell’Edda Poetica.
All’inizio di ogni capitolo ci sono delle citazioni da “Le Vere Pergamene del Ragnarok” che sono riscritte da me per supportare questa serie, o ci sono citazioni dall’Edda Poetica con il rispettivo autore citato. Quelle dell’Edda Poetica sono le “vere” citazioni del Ragnarok e degli dei nordici, che ho cercato di coinvolgere come ho potuto nel mondo che ho scritto.
Non c’è una storia di un genocidio di valchirie, o pergamene che parlano di una valchiria che avrebbe il potere di fermare il Ragnarok. Nella vera mitologia nordica la maggior parte degli Dei muore durante il Ragnarok, e sembra che accettino il loro destino. Invece, direi che non lo accettano in “The Last Valkyrie”.
Risposta corta? Si, un sacco di ricerca. Sempre. : )

5. The characters of your series are strong and sexy alpha. Do they represent your ideal of man? Did you take inspiration from someone in particular?

Well, I would have to say that yes, my ideal man would be the ones that I write. I do believe I manifested my partner based on the characters I’ve written for the male leads over the last decade. My muse is very much a combination of Rune and Zane from The Last Valkyrie. He most definitely rocks the casbah.

I personaggi della tua serie sono dei veri e propri maschi alpha. Ti sei ispirata a qualche personaggio in particolare? Rappresentano il tuo ideale di uomo?

Be’, si devo dire di sì, il mio uomo ideale rispecchia coloro di cui scrivo. Credo che si possa capire dal mio partner su cui ho basato i personaggi maschili di cui ho scritto negli ultimi dieci anni. La mia musa è un miscuglio di Rune e Zane da “The Last Valkyrie”. Decisamente spacca di brutto. 


6. In this novel there is a romantic triangle. Who is your favorite character? Who’s the character that you love most?

That’s an easy one. Kara. ((I know you were expecting me to say Zane or Rune, but I love those two equally for different reasons))
Kara is very much me, but in the form of a kick-ass Valkyrie that has the task of saving the world from destruction and chaos. Chaos is coming, she can’t stop it all...but hopefully she’ll find the strength she needs to stop the Twilight of the Gods / Ragnarok from coming to pass. Everything rests on the Ship of the Dead not getting off its mooring. If that happens, no one in any world can stop Ragnarok. But, that’s all I can tell you about that. :)

Nella trama non manca il triangolo amoroso. Chi è il tuo preferito? Il personaggio che ti sta più a cuore?

Questa è facile. Kara. (So che vi sareste aspettati che rispondessi Zane o Rune ma amo tutti e due nello stesso modo per ragioni diverse).
Kara è così giovane nel primo libro, e così ingenua. Durante la serie crescerà molto, e penso che le persone si rapporteranno molto a lei nel secondo libro. E’ costretta a passare attraverso il dolore e la perdita durante questa crescita, ed è così forte adesso, e pronta ad affrontare il suo futuro. Nonostante ciò, resta comunque pura in un certo senso e resta comunque una parte di se stessa univocamente sensibile. Kara significa molto per me, nella forma della Valchiria battagliera con il compito di salvare il mondo dalla distruzione e dal caos. Il caos sta arrivando e lei non può fermarlo... ma se tutto andrà bene troverà la forza che le serve per fermare il Crepuscolo degli Dei/Ragnarok. Tutto sta a fare in modo che la Nave dei Morti non salpi. Se ciò accadrà, nessuno potrà fermare il Ragnarok. Ma è tutto ciò che posso dire sull’argomento :)

7. Describe in three words this first novel in the series.


Lust. Love. Loss.

Descrivi con tre parole questo primo romanzo della serie.

Lussuria. Amore. Perdita.


8. “The Last Valkyrie” is the first book of the series. Do you have any idea on how to develop the sequels?

Yes. I took a bit of a break for six months at the end of 2016. I had a big move to another part of the country and began another journey that was very much needed. I had to live a little bit of adventure, grow as a human being, and take care of my heart and soul so that I could give my readers the best stories possible. I called it “soul gardening” in a post at the end of 2016, and I think that everyone needs some time to reset sometimes. I absolutely needed that, and will produce even better work because of it.   I know the way the series ends, and most of the in-betweens. The in-betweens tend to change as I write though, and the characters develop, but “the end”...I know what happens with that. My characters truly do drive the in-betweens. In Dante, for example (books 3 and 4 of the Guardian Archives) there were things that happened while I wrote that connected dots I never knew would exist in the generations of the bloodlines. Zaqar wasn’t even supposed to be more than a scene, and he was much, much more as readers would know. So much that he’s getting his own book that begins a new series at some point. It’s an amazing feeling to write something and feel it literally come alive without you. Those moments are absolute kismet, and I love the “hel” out of them. (Hel is spelled correctly, Norse mythology.)

"The Last Valkyrie" è il primo libro di una serie. Hai già in mente come svilupperai i seguiti?

Sì. Ho fatto una piccola pausa di sei mesi alla fine del 2016. Ho dovuto fare un grosso trasloco verso un’altra parte del Paese e ho iniziato un altro viaggio di cui avevo davvero bisogno. Dovevo vivere un po’ di avventura, crescere come essere umano, e prendermi cura del mio cuore e della mia anima in modo da dare ai miei lettori le migliori storie possibili.
L’ho chiamato giardinaggio dell’anima in un post alla fine del 2016, e penso che ognuno di noi abbia bisogno di tempo per resettare se stesso. Ne avevo veramente bisogno, e produrrò meglio proprio per averlo fatto. So come finirà la serie, e ci sono quasi sulla parte centrale. Probabilmente mentre scrivo cambierò qualcosa, e i personaggi cresceranno, ma “alla fine”... so cosa succederà. I miei personaggi dovranno giocarsela davvero nella parte intermedia.
In “Dante”, per esempio, (libro 3 e 4 della serie “The Guardian Archives”) succedono delle cose che collegano dei punti che non sapevo neanche esistessero nelle discendenze.
Zaqar non era previsto che ci fosse in più di una scena, ma è diventato qualcosa di più, come gli stessi lettori scopriranno. È diventato qualcosa di tanto grande che a un certo punto avrà un libro dedicato solo a lui in una nuova serie. È una sensazione meravigliosa scrivere qualcosa e sentirlo nascere letteralmente senza il tuo intervento. Questi momenti sono assolutamente destinati e “I love the hel out of them” (Hel è corretto, mitologia nordica)

9. What’s your favorite quote from the novel?

Oh, that’s tough for me to say. Below are a few that are reader choices, however. ((You can use whichever ones you want)) :)

The first breath of words in my ear are like worshippers in Sunday mass. There’s just enough religion to make me bow down and want to scream ‘amen’.
Sit, stand, kneel. Kneel? Oh yes...I’ll kneel.
No, hel, I don’t kneel! I’m a damn…
“Kara…” he whispers, as I mold into him. Putty. Play dough. Play with me dough putty.  Sons of Odin and all that is holy… please Gods, make me stop trembling…
~Kara - The Last Valkyrie, Book 1

She was my salvation even though I’m damned.
I couldn’t damn her with me. I wanted to. Even now if I had a moment left, I would take her screams and shake all of Midgard with the passion I contained.
I did that for her.
~Zane - The Last Valkyrie, Book 1

“Oh my dear, naive, Valkyrie. On the contrary actually. I’m too hot for you to handle without my masks. You’re so not ready for Rune in the raw. Not yet, anyway. And I have a few masks—for the record—just in case one falls off without warning.”
~Rune - The Last Valkyrie, Book 1

“Awesome. I’m given a voice I can’t use, death magick I don’t want, broken wings that can’t get off Midgard, and a sex gene that makes me starved if I’m not getting any. I rock the freaking casbah.”
~Kara - The Last Valkyrie, Book 2 

Spring blooms around our very flesh as the tears hit the earth, so many things pouring out in an abundance of love right now, that the earth can’t help but respond to it. I feel the hope of spring in my heart and see it in the blades of green grass that rise in winters freeze around us. Magic thaws the ice of the world, and the ice in my soul.
~Kara - The Last Valkyrie, Book 1

“Your energy is more addictive than a Succubus, a Goddess, an anything I’ve ever encountered, Kara. Not kidding. This is torture. Stop poking the bear, because I’ve only got so much decent and moral in me before I break and take you. I’m not as selfless as some.”
~Rune

La tua citazione preferita tratta dal romanzo?

Oh, questa è difficile. Qui di seguito ci sono alcune scelte dai lettori, comunque. (Puoi usarle come preferisci) : ) 

Il primo soffio di parole nelle mie orecchie mi rende come una credente alla messa domenicale. C’è abbastanza religione in esse da farmi piegare e voler gridare amen.
Seduti, in piedi, in ginocchio. In ginocchio? Oh, sì, mi inginocchierei.
No, dannazione, io non mi inginocchio. Sono una dannata…
«Kara…» mormora, mentre mi riduco in creta.
Gioca pure con me, plasmami. Figli di Odino e di tutto ciò che è sacro… per favore fatemi smettere di tremare…
~Kara

Lei era la mia salvezza, anche se sono dannato.
Non avrei potuto dannarla con me. Avrei voluto. Anche adesso, se avessi solo un momento, prenderei le sue urla e scuoterei tutta Midgard con la passione che ho per lei. La stavo solo proteggendo dalla verità.
 ~Zane

«Oh, mia cara e ingenua Valchiria. Al contrario, in realtà. Sono troppo sexy per te senza le mie maschere. Non sei affatto pronta a Rune al naturale. Non ancora, almeno. E ho un po’ di maschere – tanto per la cronaca – nel caso una cada senza preavviso.»
~Rune

«Fantastico, ho una voce che non posso usare, una magia di morte che neanche voglio, delle ali spezzate che non possono portarmi via da Midgard e un gene che mi fa morire di fame se non faccio sesso. Sono davvero uno spettacolo.»
~Kara  


La primavera fiorisce intorno alla nostra pelle mentre le lacrime toccano il suolo, portando con loro così tanta abbondanza d’amore che la terra non può far altro che rispondere. Avverto la speranza della primavera nel mio cuore prima di veder sorgere gli steli di erba verde nel ghiaccio circostante. La magia ha fatto sciogliere il ghiaccio nel mondo e il ghiaccio nella mia anima.
~Kara

«La tua energia è più inebriante di quella di una Succube, di una Dea o di qualunque altra cosa abbia mai incontrato, Kara. Non sto scherzando. Questa è una tortura. Smettila di stuzzicare l’orso perché mi è rimasta poca morale prima che mi spezzi e ti prenda. Non sono così altruista.»
~Rune

10. Free space to say what you want to your Italian readers!

I would just like to say thank you in advance for beginning this journey with me of The Last Valkyrie. I will be getting the remaining books out very quickly now that I’m fully immersed in it again. Please leave reviews, they are so helpful for others that are looking for similar books. I hope you’ve had a chance to read the novels of The Guardian Archives, as well. My awesome publisher in Italy, Dunwich Edizioni, is getting ready to release Dante-Part 2. Those two books were inspired by my visit to your wonderful country, and you can fact check my walks through ancient Roma and the present day city. All locations in present day exist, even the bar that I used in the novel.

Italy is my favorite country in the world, and I can’t wait to come back over for a book signing and to greet my readers there. Wine, great conversation, and dinner, perhaps? I hope that 2017/2018 will bring me back overseas to you all and we can work something like that out. Wine + readers + Italy + divine food = perfection in my book. Sign me up!

I love to hear from my readers, so please feel free to reach out to me on my website at www.jennifersage.com - on the contact form, you can send me an email right from there. My Italian is not so great, but I love to practice. Google Translate allows me to converse if I’m unable to decipher it all, don’t worry. I would love to hear from you.

Oh, there is also a brand new series coming after The Last Valkyrie is done that I’m very excited about, and there is a series that is re-entering the market very soon, at least in its English version. “Immortal Dreams” has been re-written and over 30,000 words have been added to the original novel that has been completely re-done. I wasn’t sure that this was ever going to re-enter the market, but in early January 2017, I dug into my first ever novel that was written over ten years ago, and didn’t stop until it was the story it was always mean to be. That work is a bit of a love triangle, as well, and is urban fantasy that delves into the realms of the Sidhe, Elves, the Gods, and other beings from those realms. Please be careful: NEVER call the Sidhe, faeries! You’ll understand why when you read it. I’m so excited to share that one, as well as The Last Valkyrie- Books 2 and 3.

Thank you so much for this opportunity, and happy reading!
Much Love,
Jennifer Sage xx

Domanda a scelta! Spazio libero per dire quello che vuoi alle lettrici italiane!

Voglio dire grazie in anticipo per aver iniziato questo viaggio di “The Last Valkyrie” con me. Pubblicherò i rimanenti libri il più in fretta possibile e ora sono nuovamente immersa in questa storia. Per favore fatemi sapere cosa ne pensate, le vostre recensioni sono molto utili per gli altri lettori che cercano libri simili. Spero che diate una chance ai romanzi della serie “The Guardian Archives”. Il mio fantastico editore in Italia, Dunwich Edizioni, è quasi pronto a pubblicare “Dante – Seconda parte”. Questi due libri sono stati ispirati dal mio viaggio nel vostro bellissimo paese, e infatti potrete notare le mie passeggiate tra le antichità romane e la città stessa. Tutti i luoghi moderni che ho inserito esistono davvero, persino il bar che ho usato nel romanzo.

L’italia è il mio paese preferito, non vedo l’ora di poter tornare magari per un firmacopie e per incontrare i miei lettori. Vino, belle conversazioni, e pranzi, forse? Nel 2017/2018 spero di sorvolare i mari e tornare da voi e potremo organizzare qualcosa. Vino + lettori + Italia + cibo divino = la perfezione nel mio libro. Scrivetemi!

Io amo sentire I miei lettori, quindi per favore sentitevi liberi di seguirmi sul mio sito www.jennifersage.com - tramite il modulo di contatto, voi potrete mandarmi un’email direttamente lì. Il mio italiano non è fantastico, ma amo fare pratica. Google Translate mi aiuta a fare conversazione nel caso fossi incapace di capire tutto, non vi preoccupate. Mi piacerebbe molto sentirvi.

Oh, c’è anche una nuova serie dopo che “The Last Valkyrie” sarà conclusa e sono molto eccitata al riguardo, e c’è una serie che arriverà molto presto, prima di tutto nella versione inglese. 
“Immortal Dreams” è stato riscritto e sono state aggiunte 30.000 parole al romanzo originale, praticamente tutto riscritto. Non ero sicura che questo lavoro dovesse rientrare nel mercato ma a gennaio 2017 mi sono immersa di nuovo in questo romanzo fino a quando non ha assunto la forma che avrebbe dovuto avere sin dall’inizio.
In questo lavoro ci sarà un piccolo triangolo amoroso ed è un urban fantasy che scava nella realtà dei Sidhe, Elfi, Dei, e altre creature di quel mondo. 
Per favore state attenti: non chiamare MAI fate, i Sidhe! Capirete il perché quando lo leggerete. Non sto più nella pelle di condividere con voi questo libro e allo stesso modo anche il secondo e terzo capitolo della serie The Last Valkyrie.
Grazie mille per quest’opportunità e buona lettura!

Con affetto, 
Jennifer Sage


Il calendario con tutte le tappe e gli argomenti di questo Blog Tour


a Rafflecopter giveaway

Che ne pensate di questa nuova uscita? 
Vi abbiamo incuriosito? 

5 commenti:

  1. Bellissima intervista! Non vedo l'ora di leggere i prossimi episodi 😍😍

    RispondiElimina
  2. Tengo d'occhio questo titolo da un po', complice anche la bella compertina e devo dire che questa intervista mi ha proprio colpita! Ben realizzata e splendide le risposte dell'autrice! <3

    RispondiElimina
  3. ho iniziato giusto ieri il libro e lo sto proprio adorando, e con questa intervista sono venuta a conoscenza di alcune cose che non sapevo.. quindi grazie sia per l'intervista che per l'opportunità:))

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!