martedì 28 novembre 2017

BlogTour: Le Fragilità del Cuore di Susan E. Phillips - CITAZIONI


Buongiorno romantiche,
oggi ospitiamo una tappa del blog tour dedicato al contemporary romance Le Fragilità del Cuore di Susan E. Phillips, già disponibile in digitale e in libreria dal 30 novembre. 
A seguire troverete alcune delle citazioni che mi sono piaciute maggiormente durante la lettura del romanzo. Buona lettura!


TRAMA
Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore...
Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.

CITAZIONI



L’incapacità di provare emozioni normali è una delle classiche caratteristiche da psicopatico, ma il dolore impresso nei lineamenti di Theo era segno che lui le provasse, eccome

***

Alcune donne sono attratte da uomini instabili: a volte a causa delle proprie nevrosi e altre – se la donna in questione è una romantica – a causa dell’ingenua illusione che il proprio particolare genere di femminilità sia abbastanza potente da addomesticare uno di questi uomini poco affidabili. Nei romanzi, l’illusione è irresistibile. Nella vita reale, è una grandissima fesseria. Era ovvio che Annie provasse un’attrazione sessuale davanti a tanta insidiosa virilità. Il suo corpo era stato messo a dura prova di recente, e quel risveglio era indice di guarigione. D’altro canto, la sua reazione era anche un monito e le ricordava che Theo esercitava ancora un fascino distruttivo su di lei.





«Smettila» disse lei.
Theo prese un ricciolo che le penzolava accanto a un orecchio e se lo passò tra le dita. «Smettere cosa?»
Annie gli spinse via la mano. «Smettila di fare l’Heathcliff della situazione.»
«Se solo io sapessi a cosa ti riferisci...»
«L’andatura disinvolta. Gli occhi socchiusi, quel fare introverso-arrogante.»

***

Theo le stava lanciando il suo incantesimo diabolico. O forse era la fattoria. Chiunque fosse il colpevole, Annie non riusciva a sottrarsi al tocco di quell’uomo, nonostante ci fosse qualcosa di inquietante nel suo guardo.




Calendario e tappe Blog Tour:
27/11 Focus on - l'autrice e i suoi libri imperdibili - Il colore dei libri
28/11 Citazioni / Teaser - Leggere Romanticamente
29/11 Approfondimento personaggi - Le lettrici impertinenti
30/11 Recensione - Le recensioni della libraia
01/12 Playlist e test - Il salotto del gatto libraio

Buona lettura!

1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!