Recensione: Visioni di sangue di Nalini Singh



Visioni di sangue
di Nalini Singh
(Psy Changeling #2)

Editore: Hope edizioni
Data di uscita in ebook: 17 maggio 2021

Trama
Addestrata fin da piccola secondo il gelido Protocollo Silence, Faith NightStar è all’improvviso tormentata da oscure visioni di sangue e di morte. Un brutto segno per chiunque, molto peggio per Faith, una Cardinal P-Psy, con l’eccezionale e rara abilità di predire il futuro. Ogni Psy previsore sa che la propria vita è minacciata da una inevitabile follia che sopraggiunge con gli anni, ed è per questo motivo che Faith vive costantemente monitorata, isolata in una sorta di gabbia dorata dalla quale produce le sue redditizie previsioni commerciali. All’inizio, Faith teme che le sconvolgenti immagini di omicidi siano solo l’esordio prematuro della sua malattia, questo finché sua sorella non viene assassinata proprio come nella sua ultima visione. C’è un assassino fra di loro e Faith è determinata a trovare le risposte che nessuno Psy assoggettato al Silence le darebbe. L’unica a cui può rivolgersi è la Psy rinnegata che ora vive con i mutaforma: Sascha Duncan.
Vaughn D’Angelo è un mutaforma capace di assumere le sembianze di un giaguaro ed è lui a trovare Faith, quando lei evade dalla sua prigione dorata per inoltrarsi nella foresta, in cerca di Sascha. Il giaguaro, guidato dall’istinto, vorrebbe rivendicare la rossa Psy da cui è immediatamente attratto, ma Vaughn è una Sentinella e la sua lealtà va al suo Branco e al suo Alfa, non di certo a una gelida Cardinal di cui non può e non deve fidarsi. Una Cardinal che, in ogni caso, non potrebbe ricambiare il suo desiderio, se non rischiando di spezzare gli ultimi fili della propria sanità mentale.



La mia opinione

Visioni di sangue
è il secondo autoconclusivo romanzo della serie paranormal romance Psy Changeling scritta da Nalini Singh, autrice che ho iniziato a leggere per caso molti anni fa e che è diventata in fretta una delle mie preferite di questo genere.
Questo libro ha una nuova coppia di protagonisti principali, ma la presenza come secondari di quelli che abbiamo già incontrato nel precedente danno un senso di continuità alla storia di fondo, specialmente perché ci troviamo di fronte ad una nuova serie di omicidi e nuove interessanti rivelazioni che riguardano il mondo degli Psy.
Dopo aver approfondito la figura degli E-Psy in Schiavi delle Sensazioni, grazie alla nuova protagonista femminile scopriamo quali sono le abilità e le abitudini degli P-Psy, gli Psy premonitori. Già dal prologo l’autrice ci fornisce tutta una serie di dettagli che li riguardano, cosa che ho apprezzato molto per avere le idee più chiare riguardo alla caratterizzazione della protagonista. 
Faith è una Cardinal P-Psy del clan NightStar, a soli 24 anni è considerata la più potente della sua generazione, per la sua razza ha un gran valore visti i guadagni che ha portato con le sue previsioni.
Abituata a vivere isolata in un complesso sotto stretta sorveglianza, la svolta nella sua abitudinaria e fredda esistenza avviene quando inizia ad avere degli incubi / visoni di scene inquietanti (le famose Visioni di sangue del titolo).
Come tutti gli Psy sottoposti a condizionamento, Faith non dovrebbe provare nessuna emozione, ma poco alla volta prende consapevolezza che le cose stanno evolvendo, e così va in cerca di risposte. 
Addentrandosi nel territorio dei DarkRiver, Faith spera di riuscire a parlare con Sasha, ma il primo che incrocia il suo cammino è Vaughn, l’unico mutaforma giaguaro del branco. 
Per via del suo passato, Vaughn è molto più animalesco rispetto agli altri componenti del branco, è il braccio destro dell’Alfa ed una delle sue fidate sentinelle. 
Il rapporto tra Vaughn e Faith è uno di quelli che nascono e crescono tra due opposti, sono così diversi l’uno dall’altra ma l’autrice è riuscita ad incastrarli alla perfezione. 
Il sexy e arrogante giaguaro è un tipo molto selvaggio e fisico, mentre Faith è una piccola donna spaventata da ciò che le sta capitando e che non è mai stata toccata nella sua vita. Fatica persino a sostenere il contatto prolungato senza scatenare una crisi!
Superata la naturale fase di diffidenza, Vaughn spingerà la giovane Psy oltre i suoi limiti per aiutarla, spronandola così a uscire dal suo guscio. Non me lo aspettavo così protettivo e premuroso, l’ho adorato!
La parte romantica della storia mi è piaciuta molto, ogni scena di contatto tra i due, anche tutte quelle prima che le cose passino su un piano più sensuale, sono tenere e dolci, anche quando Vaughn si comporta da arrogante e grosso felino.  
Se amate il paranormal romance per adulti, la Singh è una di quelle autrici che continuerò a consigliare perché  merita seriamente di essere letta. 
La sua penna è avvincente e scorrevole, riesce ad emozionarmi anche con la narrazione in terza persona, i suoi personaggi sono tutti ben caratterizzati, e con questa serie ha creato un mondo davvero unico ed originale. 
Non vedo l’ora di avere il terzo volume nel mio Kindle!

Punto di vista:  terza persona
Sensualità: presente
Caratteristiche: paranormal romance, opposti che si attraggono, originale 
Stile narrativo:  scorrevole ed avvincente
Tipo di finale:  conclusivo
Voto: 4.5 stelline




Ringrazio Hope edizioni per la copia ARC del romanzo 


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!