venerdì 31 maggio 2019

Prossima uscita: Nel mio cuore ci sei tu di Robin York

Dopo una lunga attesa, finalmente abbiamo una data di uscita e una cover definitiva per Nel mio cuore ci sei tu di Robin York, il secondo e ultimo romanzo della serie romance new adult Caroline & West.  

Titolo:  Nel mio cuore ci sei tu
Autrice: Robin York
Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 12 Giugno 2019


Trama
Caroline continua a sognare West. La sua pelle calda, i suoi muscoli tesi, le sue mani addosso. Poi si sveglia e torna alla realtà: West se n'è andato. E prima di andarsene, le ha spezzato il cuore. Poi all'improvviso West le chiede aiuto. Una tragedia ha colpito la sua famiglia: una famiglia già abbastanza nei guai. Senza pensarci un attimo, Caroline sale su un aereo e vola al suo fianco per stargli vicino e aiutarlo.
Sono di nuovo insieme, ma le cose sono completamente diverse, West sembra nervoso, arrabbiato con il mondo. Caroline non sa come comportarsi. Dovrebbe tornarsene in Iowa e concludere la causa contro l'ex fidanzato che ha postato le loro foto private per vendetta. E invece eccola lì. Profondamente innamorata di West. Ancora.

Hanno lottato già una volta contro le avversità. Perdersi è stata dura. Ma ritrovarsi può essere ancora più difficile.



Cover originale

Caroline & West Series è composta da:
1. Deeper (Non dimenticarmi mai)
2. Harder (Nel mio cuore ci sei tu)


Recensione: Dall'odio all'amore di A.M. Hargrove




Dall'odio all'amore
di A.M. Hargrove
(West Brothers #1)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 28/05/2019

Trama
Erano passati solo cinque minuti da quando ero stata assunta per occuparmi dei suoi figli, e già odiavo Greydon West. Non riuscivo a capire perché avesse mai voluto avere dei bambini. Uno scorbutico padre single che non sembrava nemmeno conoscere il significato della parola divertimento. L’unica cosa a cui il mio serissimo, affascinante capo mostrava affetto, erano i suoi maledetti fogli di calcolo. Ma per qualche ragione, le sue maniere intransigenti mi affascinavano. Sapevo che sotto la sua scorza dura era nascosto qualcosa. E così, ho cercato la chiave per capire chi fosse davvero Mister West. E ho cominciato a pensare a lui ogni notte, facendo del mio meglio per nascondere di giorno i sogni che avvenivano nella mia testa. Ma poi ci siamo baciati. È stato come superare l’ultimo confine prima dell’ignoto. Perché sapevo che dal momento in cui le nostre labbra si fossero sfiorate, non sarebbe più stato possibile tornare indietro. Un incendio mi è divampato nel cuore e so di non avere il minimo potere di spegnerlo.

Lei è una babysitter
Lui un padre single
Tutti e due sapevano che poteva finire male

La mia opinione

Grey è un uomo sfiduciato, nonostante sia un cardiologo molto importante, dopo il tradimento della moglie non riesce più ad avere fiducia nelle donne, pensa infatti che tutte siano come lei. A peggiorare il tutto e ad aumentare la sua frustrazione, c'è anche il fatto di non aver mai potuto affrontarla perché, appena scoperto il tradimento, durante un viaggio di lavoro a cui partecipava anche il suo amante, la moglie muore in seguito ad un incidente aereo. Questo non potersi confrontare con la moglie, non poterle urlare addosso tutta la sua rabbia e non poterla di fatto buttare fuori di casa e chiederle il divorzio, lo stanno pian piano trasformando in una persona diversa, in più il tarlo del sospetto che forse Aaron, il loro bambino di soli 4 mesi, non sia figlio suo ma dell'amante delle moglie, lo spingono a comportarsi come se lo tollerasse appena. 
Poi un giorno sua madre decide che lui ha bisogno di aiuto e così assume Marin, la figlia della sua migliore amica. Marin è totalmente diversa della moglie di Grey: ha i capelli color dell'arcobaleno, dei tatuaggi in bella vista e dei piercing sulla faccia, ma la cosa che più lo colpisce è che lei non ha assolutamente paura o soggezione di lui, anzi non perde occasione per sgridarlo, per urlargli contro e per rimarcare sempre quanto lui sia tremendo come padre. Grey non è di certo abituato a venir trattato in quella maniera, eppure Marin con una sola occhiata riesce a farlo sentire un fallimento come padre.
Marin è una giornalista, per non essere voluta scendere a compromessi e per mantenere la sua integrità professionale ha preferito licenziarsi dal giornale dove lavorava, così si trova ad arrivare a casa molto prima del solito e, ahimè, questo la porta anche ad assistere alla performance sotto le coperte tra il suo fidanzato e la sua migliore amica. Dopo un primo momento di sconcerto, decide di passare all'azione nel vero senso della parola arrivando ad aggredirli (la scena di Marin che picchia entrambi è, nella sua tragicità, davvero molto comica). Senza pensarci due volte torna così a vivere con i genitori. Passano i mesi e lei fa fatica a riprendersi, così la madre la costringe ad accettare un lavoro come bambinaia a casa del figlio della sua migliore amica. Il problema è che Marin non sa nulla di bambini, eppure dopo 2 minuti in compagnia di Kinsley e Aaron tutto cambia. Inizia così una routine ben precisa, scopre che fare da bambinaia a quei due adorabili bambini le piace moltissimo e ben presto si ritrova a volergli una bene dell'anima, ma non può dire altrettanto di quello che prova per il loro padre. Perché in Grey lei vede solo il padre assente e menefreghista che passa tutto il suo tempo fuori casa, e quando c'è è come se non ci fosse.
Certo con Kingsley è sempre molto affettuoso, ma quando si tratta di Aaron le cose cambiano a anche tanto, sembra quasi che il piccolo non esista. Questa cosa manda davvero fuori di testa Marin che non perde nessuna occasione per ribadire che pessimo padre lui sia.
Ma le cose sono destinate a cambiare, tutto è da vedere se in meglio!!!
A me è piaciuta davvero tanto questa storia, la Hargrove riesce sempre a farmi ridere e farmi piangere nello stesso libro. Le sue storie sono sempre fresche e frizzanti, con dei dialoghi così divertenti e irriverenti che non mi permettono mai di abbassare la guardia. In ogni sua storia ci sono sempre dei bambini e lei riesce perfettamente a dosare i loro interventi, rendendoli protagonisti della storia senza però essere invadenti oppure inopportuni. Le scene tra Marin, Grey e Kingsley sono divertentissime, lei ha davvero tutta l'innocenza e la curiosità di una bimba di 7 anni, e questo la porta a fare sempre troppe domande, che non sempre sono facile da gestire, esattamente come fanno tutti i bimbi di quell'età.
Marin e Grey sono caratterialmente davvero ai lati opposti e assieme fanno faville, eppure a volte l'amore non è sufficiente, perché spesso il retaggio del passato ci porta a comportarci non bene con la persona amata, esattamente come fa Grey. Lui che per mestiere aggiusta i cuori, è riuscito a rompere quello di Marin in mille pezzi, e aggiustarlo probabilmente sarà l'intervento più difficile e complicato della sua vita. Per Grey la sincerità e la fiducia sono tutto, ma riuscire a riconquistare quella di Marin, che lui ha distrutto perché non è stato in grado di ragionare a mente fredda nel momento cruciale, non sarà una passeggiata.
Lo stile della Hargorve è sempre accattivante, riesce a tenermi incollata alle pagine facendomi dimenticare tutto il resto e anche questa volta è stato lo stesso. Ho riso tanto, mi sono emozionata e ho anche provato un po' di rabbia in alcuni momenti quando tutto sembrava perduto, ma fortunatamente almeno nei romance, alla fine tutto è come deve essere!!
Unica pecca è che l'edizione italiana non è stata all'altezza di questa storia e di questa autrice per qualità di traduzione, ma questo non mi ha frenata dal darle comunque un ottimo voto, perché la storia c'è tutta e la bravura di questa autrice è superiore a qualche “svarione” linguistico.

Punto di vista: prima persona alternata
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: divertente, romantico, familiare
Stile narrativo: scorrevole, accattivante
Tipo di finale: auto-conclusivo


Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo

Recensione: Amarti è un rischio meraviglioso di Cora Brent

Amarti è un rischio meraviglioso
di Cora Brent
(Gentry Boys Series #2)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 31/05/2019

Trama
La vita di Truly non è mai stata troppo tranquilla, specialmente dal punto di vista sentimentale. Ha appena più di vent'anni ma il suo cuore si è spezzato e ha imparato a sue spese quanto può essere doloroso mettersi in gioco, abbassando le difese davanti a un uomo. Per questo entrare nel letto di Creed avrebbe dovuto essere semplicemente una distrazione, un momento di debolezza circoscritto a un'unica notte di passione. Ma è impossibile prevedere certi scherzi del destino.
Creed è abituato alla violenza, ma questa volta ha decisamente superato il limite. Nella sua vita, adesso, c'è posto solo per la sua sopravvivenza e per quella dei suoi fratelli. Lasciarsi imbrigliare dai sentimenti è troppo pericoloso. Avrebbe dovuto trascorrere con Truly solo qualche ora. Non avrebbe mai più dovuto continuare a pensare a lei. Il problema è che non riesce a farne a meno...


La mia opinione


La storia raccontata in queste pagine mi è piaciuta tantissimo. Non sapevo cosa aspettarmi quando ho iniziato poiché non avevo letto il primo libro della serie, ed invece è stato amore immediato, sono rimasta rapita dalla storia di Truly e Creed sin dalle primissime pagine. Questi due ragazzi, pur essendo relativamente giovani, hanno entrambi alle spalle delle esperienze di vita molto difficili nonostante i loro 21 e 22 anni. Sono cresciuti senza l’amore di una madre o di un padre, esposti a pericoli, dolore, abusi proprio da coloro che avrebbero dovuto rappresentare delle figure di riferimento e di protezione.
Il rapporto di Creed con i suoi due fratelli, Cord e Chase, ha rappresentato da sempre un’ancora di salvezza per tutti loro, un legame indissolubile, l’unica fonte di luce in quel loro mondo pieno di buio e rappresenta anche il motivo per cui Creed è disposto a sacrificare la sua stessa vita pur di proteggere i suoi fratelli.
Truly e le sue tre sorelle invece hanno perso anche quello, un rapporto che le univa e le faceva sentire in qualche modo una famiglia, non proprio di quelle ‘normali’ (loro definizione, non mia) ma pur sempre famiglia. Truly infatti ha commesso un grande errore, ed anche se è stato per via di tanti fattori messi insieme come la giovinezza, l’ingenuità, la solitudine, l’assenza di una figura adulta da seguire, l’idea che la bellezza regali ogni cosa, il perdono purtroppo non è una cosa facile per nessuno, soprattutto quando si vive ai margini della società, e così Truly a 17 anni va via, lasciando l’unica famiglia che abbia mai avuto, per andare a cercare la sua strada altrove.
Dopo anni, e tanti altri errori, arriva in una piccola cittadina in Arizona. Troverà lavoro come cameriera e proprio qui incontrerà Saylor, una ragazza meravigliosa ma soprattutto fidanzatissima con Cord Gentry, uno dei bad boys del paese nonché fratello di Creed.
Tra Truly e Creed scatterà subito un’intesa fisica ed un’attrazione innegabile ma lasciarsi andare, aprirsi, riuscire ad amare e magari sentirsi anche degni di essere amati non è facile per nessuno dei due, soprattutto se si è terrorizzati dal mostrare il proprio passato per paura di essere giudicati. E se poi quel passato fatica a rimanere tale, se le ramificazioni di alcune scelte determinano ancora gli eventi del presente arrivando addirittura a rischiare di condizionare irreparabilmente il futuro di tutti loro, i due ragazzi dovranno chiedersi se almeno una volta nella loro vita possono concedersi di afferrare l’amore, quello con la A maiuscola e viverlo a pieno per tutto il tempo che verrà concesso loro, che a quanto pare sembra essere pochissimo.
Questa storia vi farà battere il cuore e, se siete di animo particolarmente sensibile, vi farà scendere anche le lacrime. Ma vi posso assicurare che la storia di Creed e Truly è molto coinvolgente, potente ma mai pesante, focalizzata interamente su loro due ed il percorso emotivo che dovranno fare per superare la sfida finale che li attende.
I temi trattati sono molto particolari e le scene dei combattimenti possono risultare molto dure e cruente, però l’abilità stilistica dell’autrice riesce a rendere la narrazione equilibrata e mai eccessiva, quindi alla fine non se ne esce emotivamente straziati, ma testimoni consapevoli del percorso di maturazione di questi due personaggi.
Questo è il secondo libro della serie 'Gentry Boys'. Non dovete aver letto il primo per capire la storia, si legge tranquillamente anche così, però avrete inevitabilmente un’idea molto chiara di quello che è accaduto tra Saylor e Cord, i protagonisti del primo libro, quindi se avete pianificato di leggere anche ‘Questo nostro amore sbagliato’, cioè il primo capitolo della saga, direi che dovreste cominciare da lì, altrimenti addio divertimento!

POV: Doppio
Stile: Scorrevole
Caratteristiche: New Adult
Sensualità: Presente ma non eccessiva
Finale: Conclusivo



Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo. 

giovedì 30 maggio 2019

Recensione: Lui: Principe selvaggio di Meghan March




Lui: Principe selvaggio
di Meghan March
(Sin Trilogy #1)

Editore: SEM 
Data di uscita: 30/05/2019

Trama
Un Riscoff e una Gable non potranno mai vivere felici e contenti. La rivalità tra le nostre due famiglie è ormai leggendaria.
Dieci anni fa Whitney Gable mi ha colto alla sprovvista con le sue gambe lunghe e i suoi occhi blu magnetici e sensuali. Non sapevo il suo nome, né mi interessava. Come ogni Riscoff che si rispetti, ho preso quello che volevo.
Entrambi abbiamo bruciato ardentemente di passione, finché non ha sposato un altro uomo. Lei mi odia, e fa bene. Dieci anni fa mi sono opposto al suo matrimonio, presentandomi ubriaco alla cerimonia da dove mi hanno sbattuto fuori. Ora lei è a casa, con quelle stesse gambe snelle e quegli stessi occhi, ma senza alcun anello al dito.Dicono che un Riscoff e una Gable non potranno mai stare insieme... ma io non ho ancora finito con Whitney Gable. Non finirò mai con lei.”

La mia opinione

Lincoln e Whitney si incontrano una notte in un bar e l'attrazione per entrambi è immediata ed esplosiva, tanto che passano una notte davvero scoppiettante assieme! Non conoscono i loro nomi e non sanno nulla l'uno dell'altra, tranne che non riescono a togliersi le mani di dosso.
Al mattino sarà per entrambi un brusco risveglio: Lincoln è un Riscoff, loro sono i padroni della città, possiedono praticamente tutto e lui è l'erede designato di tutta quella ricchezza, mentre Whitney è una Gable e, a differenza e per colpa dei Riscoff, non hanno più nulla. In più, tra le due famiglie è in corso una faida che dura da oltre cento anni, e per questo motivo per loro due non ci potrà mai essere un futuro...o forse si??
Anche questa volta la March non mi ha delusa minimamente, ha un modo di scrivere che mi cattura completamente. Non so mai cosa troverò voltando pagina, perché è in grado di creare quei colpi di scena che, sai per certa che ci saranno, ma che allo stesso tempo non ti saresti mai immaginata di trovare. Ed esattamente come nella serie Mount, il finale di questo libro mi ha lasciata piacevolmente sorpresa e con addosso un'incredibile curiosità di capire cosa la March ha in serbo per Lincoln e Whitney. 
Prevedo davvero una strada lunga, tortuosa e sicuramente in salita. 
Non sarà semplice per nessuno dei due decidere di stare insieme quando le rispettive famiglia si odiano da un secolo e cercano in tutti i modi di ostacolarli. Inoltre, quando a remarti contro è la tua stessa famiglia, è tutto ancora più difficile. Con un prologo così sorprendente da lasciarmi a bocca aperta ero più che sicura che la storia lo sarebbe stata altrettanto!
Mi è piaciuto molto l'alternarsi tra passato e presente, tutto raccontato in prima persona da entrambi i protagonisti, in questo modo ci si addentra moltissimo nella storia, e così facendo, si possono esplorare i sentimenti e le paure di entrambi, sia di quando erano dei ragazzi sia ora che sono passati 10 anni e le loro vite, soprattutto per quel che riguarda Whitney, non sono più le stesse, ma l'odio che provano le rispettive famiglie, purtroppo per loro, non è minimamente cambiato.
La March di fatto ha ricreato una sorta di Romeo e Giulietta moderno, però condito con una bella dose di sensualità ed erotismo, cosa di cui lei è davvero una maestra, perché le scene di sesso, che ci sono e sono tante, sono davvero bollenti al punto giusto, senza essere eccessive o volgari e rendono perfettamente l'intimità che c'è fin da subito tra di loro. 
Ci sono molti personaggi secondari che muovono i fili di nascosto e che non me la raccontano giusta, come ad esempio Harrison, il fratello minore di Lincoln, quello destinato a non ereditare nulla della fortuna di famiglia, oppure il loro nonno, il Commodoro che per l'onore della famiglia sembra disposto a fare di tutto, o ancora Karma, la cugina cattiva e invidiosa di Whitney. E ce ne sarebbero tanti altri, perché la March ha creato davvero un mondo complesso, dove niente è come sembra, con personaggi dalle mille sfaccettature che rendono questa lettura davvero emozionante!
Ora non ci resta che attendere il secondo libro di questa serie che, fortunatamente per me, è in arrivo molto presto, perché sono molto curiosa di capire come si svilupperà questa storia.

Punto di vista: prima persona alternata
Sensualità: tante scene hot presenti
Caratteristiche: seconda occasione
Stile narrativo: tra passato e presente
Tipo di finale: appeso....

Ringrazio la SEM per la copia ARC del romanzo.

Recensione: La memoria che resta. Absence 3 di Chiara Panzuti

La memoria che resta. Absence: 3
di Chiara Panzuti 

Editore: Fazi 
Collana: LainYa
Data di uscita:  9 maggio 2019

Trama
In questo episodio conclusivo della serie di Absence, la squadra Gamma è di nuovo riunita, ma i rapporti sono tesi e le liti frequenti: Jared e Christabel non si fidano più di Faith, dopo il periodo che ha trascorso con gli Alfa sull'isola di Bintan; Scott è l'unico a non dubitare della sua lealtà. Decisa a proteggere i suoi amici e a conoscere il vero scopo del gioco spietato che li ha resi invisibili al mondo, Faith segue le indicazioni della mappa lasciatale da Ephraim, prima dell'ultima prova a Clyde River. Raggiunge così la squadra Alfa a Iqaluit, Canada, dove la ragazza comincia a scoprire la vera identità di Davon ? l'uomo in nero ?, i fantasmi che abitano l'impetuosa Abigail e la natura della sua attrazione verso Ephraim. A poco a poco tutti i tasselli andranno finalmente al loro posto, componendo il disegno crudele congegnato dall'Illusionista, un uomo ossessionato dal proprio passato e divorato dal desiderio di vendetta. Nella prova finale, il suo piano perverso condurrà Faith e i suoi amici a scontrarsi con i propri limiti, il dolore e la morte, ma soprattutto svelerà loro il valore dell'amicizia e la forza interiore maturata da ciascuno durante quell'atroce esperienza. Tornare a essere visibili è davvero essenziale per realizzare se stessi? Fino a che punto l'essere riconosciuti dagli altri determina la nostra esistenza?

La mia opinione


"Per quanto improbabile fosse, rimaneva una speranza a cui aggrapparsi. E in merito al futuro... ormai cosa importava? Ero cambiata così tanto da quando l'NH1 mi scorreva nelle vene, che l'invisibilità da condanna si era tramutata in opportunità. E io che ero stata così sconvolta dall'idea di essere morta, svanita, dimenticata ora pensavo soltanto ad una cosa: rinascere."

La memoria che resta è il terzo e conclusivo romanzo della serie young adult Absence scritta da Chiara Panzuti, giovane autrice italiana che si è rivelata una piacevole scoperta. 
Inizialmente mi è stato difficile etichettare questa saga in una particolare categoria ma, visti i risvolti del secondo e soprattutto di questo terzo volume, credo che lo sci-fi sia quella che la descriva meglio. 
La Panzuti mi ha trascinato in una storia ricca di riflessioni, emozioni contrastanti, crescita interiore e nuovi inizi. E lei a trattare certi argomenti si è dimostrata davvero molto brava. 
I primi capitoli sono un alternarsi dei punti di vista di Faith ed Ephraim, ma anche stavolta la vera e propria protagonista e narratrice principale è Faith. 
Nel suo gruppo le cose non vanno affatto bene, Jared e Christabel non riescono più a fidarsi di lei da quando gli effetti collaterali del siero si fanno sentire sempre di più, quindi Faith decide di allontanarsi per il loro bene, raggiungendo gli Alfa e diventando una loro recluta. 
Faith è un personaggio che è cresciuto tantissimo, non è una traditrice, agisce cercando di fare la cosa migliore e mai nemmeno una volta dimentica chi sono i suoi compagni e l'affetto che prova per loro. 
Questo è il volume in cui ogni cosa ci viene svelata: la provenienza del siero, chi sono in realtà gli Alfa, chi è colui che fin dal principio chiamano “l'illusionista” ed ogni altro piccolo retroscena dell'intera faccenda, ormai giunta al suo momento cruciale. 
Sinceramente non mi aspettavo questi risvolti, l'autrice non è stata per nulla scontata. 
Ho anche rivalutato tantissimo diversi personaggi nel corso della serie. Jared di cui mi ero innamorata nel primo volume non è riuscito a mantenersi sempre sulla stessa lunghezza d'onda, sarà stata anche colpa del siero, ma lui ad un certo punto si è proprio perso. Ephraim invece ha fatto l'esatto contrario, all'inizio non lo vedevo di buon occhio e invece dalla metà del secondo volume è diventato uno dei personaggi migliori della storia. Dopo aver scoperto anche la verità su di lui ne ho avuto la conferma. Anche Abigail in questo libro mi è piaciuta moltissimo, con i suoi fantasmi, il suo coraggio e il suo dolore. Chi invece mi è piaciuto sempre, dall'inizio alla fine, è  Scott, la persona più solare, comprensiva e gentile del gruppo. 
Per quanto riguarda la parte romantica, non aspettatevi di sentir parlare di amore e sentimenti romantici da batticuore, non è il momento adatto vista la situazione sempre più critica e pericolosa, ma ho compreso la decisione dell'autrice a questo proposito. Sono comunque presenti degli attimi dolcissimi e di tenerezza tra alcuni personaggi, mentre altri si concedono alla passione e all'attrazione che provano l'uno per l'altra, un modo per rimanere a galla e sentirsi vivi.
La nota dolente di questa conclusione riguarda però due scene che mi hanno spezzato il cuore. Ci ho rimuginato per qualche giorno prima di scrivere questa recensione e ancora mi domando se erano davvero necessarie. Non avevano già sofferto tutti a sufficienza? E qui non aggiungo altro perché non voglio rivelarvi nello specifico di cosa si tratta, ma preparatevi psicologicamente ad un finale dolce-amaro, uno di quelli che sono sicura dividerà molto l'opinione dei lettori.
Consiglio la serie Absence a chi cerca una storia molto originale, riflessiva, ricca di azione, misteri da risolvere ed emozioni dalle varie sfaccettature. Brava Chiara!

Punto di vista: prima persona, principalmente di Faith
Sensualità: velata
Caratteristiche: sci-fi, azione, riflessivo
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: finale di serie dolce-amaro



Ringrazio la Fazi per la copia del romanzo.

mercoledì 29 maggio 2019

Recensione: Solo tu nell'universo di Sara Ney

Solo tu nell'universo
di Sara Ney
(Jock Row Series #1)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 30/05/2019

Trama
Scarlett è la tipica ragazza che si offre di non bere per poter guidare a fine serata. Quella che ha sempre tutto perfettamente organizzato fin nei minimi dettagli. Quella che tiene i capelli alle ragazze quando hanno esagerato con i cocktail...
Lei e le sue amiche frequentano il Jock Row, il posto più esclusivo di tutto il campus universitario, famoso perché è lì che si concentrano tutti gli atleti del college a fine giornata. E Scarlett è, dal canto suo, una campionessa mondiale nel tenere le amiche fuori dai guai e i ragazzi a distanza di sicurezza. Ma il suo primato non tarda a causarle dei problemi: la fama di guastafeste le chiude ben presto in faccia le porte del Jock Row. 
"Rowdy" Wade è la punta di diamante della squadra di baseball dell'università, nonché lo sfigato a cui è toccato l'ingrato compito di tenere Miss Perfezione fuori dalla porta del locale, per evitare che rovini altre feste con le sue stupide regole.
Peccato che Scarlett non abbia nessuna intenzione di essere lasciata fuori.


La mia opinione



Solo tu nell'universo è il primo ed auto-conclusivo romanzo della serie romance new adult Jock Hard. 
Ambientazione universitaria e personaggi sportivi sono due delle caratteristiche di questa nuova serie di Sara Ney. Jock Row infatti è il nome del quartiere residenziale appena fuori dal campus dove alloggiano gli atleti, qui ogni sport ha il suo palazzo o la sua casa, e nei giorni di riposo vengono organizzate le feste più gettonate. 
È durante una di queste feste, nella casa dei giocatori di baseball, che si incontrano per la prima volta  i due protagonisti, anche se in una maniera insolita.
Scarlett è quel tipo di ragazza perfettina e impertinente che non ne fa passare una liscia, infatti non ci pensa due volte a smascherare i giochetti di alcuni membri della squadra di baseball durante una festa alla quale partecipa con alcune amiche, e per questo viene gentilmente sbattuta fuori dalla festa da niente meno che il capitano della squadra, Rowdy. 
Scarlett però non ha assolutamente intenzione di andarsene da lì e rimane sulla veranda in attesa delle sue amiche, scortata da Rowdy che, con la scusa di tenerla d'occhio e a distanza dalla festa, passa invece alcune piacevolissime ore in sua compagnia. 
Settimana dopo settimana, quello in veranda diventa una specie di appuntamento fisso per Scarlett e Rowdy, lei si presenta ogni volta alla casa del baseball per la festa e lui ogni volta le proibisce di entrare, finendo col trascorrere insieme a lei l'intera serata.
La chimica tra i protagonisti è fortissima, sin dalla prima sera trascorsa insieme, tra una battutina e l'altra, si crea quel feeling che adoro trovare nei romance.
Scarlett è una protagonista carina al naturale, intelligente, spigliata e spontanea, di certo non fa parte della cerchia di groupie che ogni settimana arrivano alle feste di Jock Row sperando di entrare nelle grazie di qualche atleta con l'intento di incastrarli.
Essendo Rowdy uno dei pochi sportivi intelligenti e con buon senso, capisce al volo che Scarlett è un tipo speciale, anche se rimane una simpatica spina nel fianco che dice sempre ciò che pensa.  
La storia di Scarlett e Rowdy è una di quelle che evolvono lentamente, diventano per prima cosa amici (anche se nel profondo sono consapevoli entrambi che c'è dell'altro tra loro) e poi in un secondo momento portando la loro relazione allo step successivo, in maniera dolcissima, senza alcuna fretta.
Il protagonista maschile non è soltanto uno sportivo sexy, è talmente dolce e romantico che non si può non innamorarsi di lui! Ed è anche maturo, come Scarlett, al contrario delle amiche di lei e degli amici di lui, che invece non fanno per niente una bella impressione.
Lo stile di Sara Ney è come sempre scorrevolissimo, adoro i dialoghi divertenti e spassosi che crea!
Se volete leggere un storia romantica dolcissima senza grandi drammi e inutili e fastidiosi triangoli (grazie Sara!) vi consiglio sicuramente questo romanzo! Ogni tanto ci vuole una bella lettura soft, con uno sviluppo dolcissimo e tenero!


Punto di vista: prima persona, alternato
Sensualità: scene sexy presenti
Caratteristiche: universitario, ironico, dolce, romantico
Stile narrativo: scorrevole con dialoghi ben riusciti
Tipo di finale: auto-conclusivo



Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo

Recensione: Il suo cuore di Claire Kingsley




Il suo cuore
di Claire Kingsley

Editore: Quixote edizioni
Data di pubblicazione: 24/05/2019

Trama
La vita di Brooke Summerlin è come la favola di Cenerentola. Cresciuta da una madre tossicodipendente e violenta, nasconde disperatamente la verità sulla condizione da cui proviene. Ma il Principe Azzurro arriva con le sembianze di Liam, il ragazzo più popolare della scuola. Lui si insinua nella sua vita e la trasporta verso quello che dovrebbe essere un lieto fine. Ma non è così. Sebastian McKinney è il figlio del campione di wrestling dello stato dello Iowa e sta per diventarlo a sua volta. Il wrestling è la sua vita. Lui è concentrato. Determinato. Niente si metterà sulla sua strada.
Tranne una malattia inattesa, che per poco non lo uccide.
La più grande tragedia di Brooke diventa la seconda possibilità nella vita di Sebastian. Quattro anni dopo, lui è andato avanti, è guarito, mentre lei affonda nel dolore che minaccia di sopraffarla. Perseguitata da un passato a cui non sa sfuggire.
Ma, in qualche modo, l’amore trascende i confini della vita e della morte, di ciò che si conosce e ciò che non può essere spiegato. Il cuore che amava Brooke continua a battere e, ancora adesso, batte per lei.

La mia opinione

Quando ho deciso di leggere questo libro, sapevo dalla trama che non sarebbe stato leggero e frizzante come i precedenti di questa autrice, ma di sicuro non credevo di trovare una storia così intensa ed emozionante!
Essendo il libro diviso in tre parti, il tempo e le situazioni sono scandite in modo perfetto.
La prima parte è l'inizio di tutto, la seconda il presente e la terza il futuro. 
All'inizio vediamo una Brooke sedicenne appena arrivata in una nuova scuola. Lei è diversa dagli altri, è taciturna e solitaria. Visto che è abituata a spostarsi di continuo non si prende la briga di instaurare nessun tipo di rapporto con nessuno, è consapevole che in qualsiasi momento sua madre potrebbe decidere di trasferirsi nuovamente, e così facendo il distacco è semplice. Solo che questa volta, nonostante faccia di tutto per non farsi notare, qualcuno l'ha vista eccome.
Liam è uno straordinario ragazzo che ha visto la tristezza negli occhi di Brooke ed è andato oltre il suo nascondersi. Così poco alla volta tra di loro nasce qualcosa di bellissimo. Purtroppo la vita non riserverà a loro due il lieto fine che immaginavano quando, due anni dopo il loro incontro, Liam perde la vita in un incidente automobilistico.
Sebastian è all'ultimo anno del liceo. E' un ragazzo molto sportivo, infatti è un fortissimo lottatore di wrestling. Il giorno delle finali del torneo di Stato, dopo aver vinto il titolo, improvvisamente il suo cuore si ferma, da quel momento inizia un lungo calvario fatto di medici, ospedali e medicine. Perché il suo cuore ha contratto un'infezione che le medicine non riescono a guarire, così poco alla volta tutto il suo mondo cambia. Non può più fare nessun tipo di attività fisica, non ha più l'energia per uscire con gli amici e anche solo frequentare le lezioni all'università lo sfinisce. Quando la malattia peggiora tanto da costringerlo ad abbandonare anche gli studi, la sua forza di volontà inizia a venir meno. Ma quando tutto sembra perduto, e la speranza e la voglia di vivere iniziano a mancare, ecco che arriva la telefonata della svolta: c'è un cuore disponibile che potrebbe ridargli la vita, il cuore di Liam.
Nella parte ambientata nel presente sono passati 4 anni dal trapianto e Sebastian decide di incontrare la famiglia del suo donatore, così assieme al suo migliore amico decide di partire per Phoenix per incontrarli. Ma in Arizona Sebastian non incontrerà solo la famiglia di Liam. Appena fuori dal ristorante dove aveva incontrato gli Harper, Sebastian vede una ragazza e, nonostante non l'abbia mai vista, sa per certo essere Brooke, perché il suo cuore glielo sta dicendo battendo all'impazzata.
Brooke in quei 4 anni si è allontanata da tutto e tutti. Non è riuscita a gestire il dolore della morte di Liam e sta, poco a poco, scivolando verso il baratro, trasformandosi in qualcosa che ha sempre odiato, essere come sua madre. Poi una sera, le arriva una telefonata dalla madre di Liam che le dice che il ragazzo che ha ricevuto il suo cuore sta arrivando per conoscerli. Da quel momento la vita di Brooke subisce un brusco cambiamento. Per una serie di circostanze infatti, si vedrà chiedere aiuto proprio a lui e Sebastian decide di portarla in Iowa con se. Perché la tristezza che vede in Brooke gli accende dentro un sentimento inspiegabile, esattamente come era successo a Liam tanti anni prima, gli risveglia anche un incredibile senso di protezione, e lui sa di essere l'unica persona che può aiutarla, perché nei suoi occhi vede anche la disperazione di quando sai di non avere più nulla per cui vivere, esattamente quello che Sebastian vedeva nei suoi occhi prima del trapianto.
Da quel momento tutto sembra andare per il verso giusto. Passano i mesi e loro due iniziano a conoscersi, ma i demoni che vivono dentro Brooke non sono ancora stati sconfitti, e la strada per arrivare alla felicità, per entrambi, non sarà facile da percorrere.
Mi è piaciuto molto il fatto che la Kinsley abbia dato ad entrambi la possibilità di conoscersi prima di far evolvere il loro rapporto in qualcosa di più. Non era possibile, soprattutto per Brooke lasciarsi andare proprio con Sebastian senza prima avere le basi su cui costruire il rapporto. Un'altra cosa che ho molto apprezzato, è il fatto che l'autrice non abbia insistito più di tanto sul fatto che Sebastian avesse il cuore di Liam. Certo questo è il punto da cui parte tutto, ma non è la parte fondamentale della storia. Brooke si dimentica presto che dentro Sebastian batte il cuore di Liam, perché inizia a vederlo quasi da subito per quello che è, una splendida persona che ha sofferto e che ha deciso di vivere nel modo migliore la seconda occasione che gli è stata data. Anche i sentimenti che inizia a provare per lui non centrano con il cuore di Liam, sono unicamente per Sebastian. La storia avrebbe potuto prendere una piega decisamente più pesante e invece questa scelta ha fatto si che tutto si svolgesse nel modo più naturale possibile.
Questo libro è così intenso che, in più di un'occasione, ho avuto quasi modo di provare io stessa il grande dolore che ha provato Sebastian quando, all'improvviso, il suo cuore si è fermato, ed esattamente come lui non ero preparata a vivere determinate sensazioni. 
Più di una volta ho dovuto smettere di leggere per riprendere il controllo delle mie emozioni, perché il dolore e la disperazione di Brooke erano talmente reali da uscire letteralmente dalle pagine, lasciandomi con addosso un disagio difficile da gestire. 
Il doppio POV in prima persona alternato, ti fa entrare profondamente nella storia e dentro l'anima dei protagonisti, vivendo le loro stesse paure, i loro dolori e la loro felicità, perché questa è principalmente una storia di speranza e di amore, dove nonostante i mille dolori che la vita ti può riservare, se lo vuoi realmente e se ci credi con tutto te stesso, il lieto fine arriverà.
Poi come se questo libro non fosse già prefetto così com'è, l'epilogo finale è stato qualcosa di meraviglioso, che ancora di più ha reso questa storia indimenticabile, uno di quelli che ti permettono di chiudere il libro sapendo che tutto è esattamente come dove essere.
La Kingsley ha creato un piccolo capolavoro che parla di amore, dolore, speranza e rinascita e che sarà impossibile dimenticare.

Punto di vista: prima persona alternata
Sensualità: Scene hot presenti
Caratteristiche: seconda occasione, intenso e romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo


Ringrazio la Quixote Edizioni per la copia ARC del romanzo

Prossima uscita: Il giorno giusto per incontrarti di Arianna di Luna

In uscita a giugno per la casa editrice Cignonero il romance new adult Il giorno giusto per incontrarti di Arianna di Luna. Io ho già letto alcuni romanzi self-publishing di questa autrice (Di fuoco e d'ambraSiamo nuvole nel vento) e mi sono piaciuti molto. Aspetto con ansia questa sua nuova storia!

Il giorno giusto per incontrarti
di Arianna di Luna
Editore: Cignonero 
Formato: ebook e cartaceo
Data di uscita: 20 giugno 2019

E se il misterioso ragazzo di cui ti stai innamorando, fosse in realtà l'uomo che detesti con tutta te stessa?

Non è facile essere perfetti.
Ci vuole costanza, sacrificio e una buona dose di sangue freddo per sopportare il fatto di essere sempre al centro dell’attenzione, nel bene e nel male. Ne sa qualcosa Evan McAllister, detto Mac, Capitano della squadra di football e star indiscussa del Jensen Johnson, il college più esclusivo della Ivy League.
Ne sa qualcosa anche Rachel Sheridan, studentessa modello che pensa solo ai libri e rifugge come la peste tutte le occasioni di vita sociale nel campus.
Mac e Rachel sono diversi come il giorno e la notte, e si odiano profondamente: concorrono entrambi per vincere il premio come miglior studente dell’anno, e sono pronti a farsi una guerra spietata, senza esclusione di colpi bassi.
Ma la perfezione non esiste, e nessuno è immune dai segreti.
Nessuno sa che Rachel, dietro l’apparenza gelida e distaccata, darebbe qualunque cosa per avere qualcuno che la capisca, e tiene un diario in cui confida tutta la sua solitudine. Un diario da cui un giorno una pagina si stacca, finendo nelle mani sbagliate, le mani di Mac.
Mac non sa chi sia l’autrice di quel biglietto, ma da ciò che scrive gli sembra sperduta e dannatamente fragile. E, proprio come lui, piena di segreti ombrosi da non poter rivelare a nessuno.
Mac ha la sensazione che quella misteriosa sconosciuta abbia molte cose in comune con lui. E pensa che, in fondo, rispondere alla sua lettera non porterà nulla di male…


L'autrice
Arianna Di Luna, studentessa italo-francese, si divide tra Roma - dove vive la sua eccentrica famiglia allargata - e Dunkirk - dove vivono i suoi nonni e il suo fidanzato. Ha iniziato a raccontare storie quasi per gioco, pubblicando in ebook e conquistando migliaia di lettori grazie al fenomeno del self-publishing. Il giorno giusto per incontrarti è il suo primo romanzo pubblicato da una casa editrice.


martedì 28 maggio 2019

Recensione: Mister Romance di Leisa Rayven

Mister Romance 
di Leisa Rayven
(Masters of Love #1)

Casa editrice: Newton Compton Editori
Data di uscita in ebook: 25/05/2019

Trama 
Max è un uomo bellissimo, carismatico e passionale e ha una doppia identità. Di notte diventa Mister Romance, un escort che può far avverare ogni fantasia. Le regole sono chiare: niente sesso, ma serate di corteggiamento che stanno facendo impazzire donne e ragazze dell’alta società newyorkese. Su richiesta Mister Romance può diventare un presuntuoso miliardario, un cattivo ragazzo con il cuore d’oro o un motociclista ribelle. Max è abile a trasformarsi, ma sta molto attento a tenere la sua vera identità segreta. La giornalista investigativa Eden Tate ha sentito parlare del leggendario Mister Romance ed è determinata a pubblicare un articolo sull’uomo che sta guadagnando una fortuna affascinando ricche e annoiate signore. Pur di mantenere al sicuro il suo anonimato e quello delle sue clienti, Max sfida Eden a concedergli tre appuntamenti. Se lei non si innamorerà di lui, avrà tutto quello che le serve per il suo articolo. Eden non ha dubbi: è sicura di poter resistere al fascino dell’uomo misterioso, ma quando il vero Max ammetterà di essersi innamorato di lei, dovrà capire se si tratta della verità o di un altro dei trucchi di Mister Romance.


La mia opinione 


Sto scrivendo questa recensione immediatamente dopo aver finito di leggere questo romanzo che mi ha fatta ridere, sospirare, sognare, piangere (e non succede quasi mai) e perché no fantasticare, per cui sono carica a pallettoni. 
Premetto che da questo romanzo non mi sarei mai aspettata tutto quello che ho provato ed è stata una piacevole sorpresa! Da quando ho iniziato a leggerlo non sono praticamente riuscita a chiuderlo nemmeno per un attimo.
Eden Tate è di fatto il tipo di donna che ho sempre sognato di essere: ambiziosa, capace, ironica, divertente, non le interessano le relazioni ed è il tipo di persona che non si fa intimorire dall’opinione altrui, avendo infatti diverse storie da una notte. Tutto ciò che cerca in un uomo è un’apparenza decente e quell’aria di mediocrità che le fa capire che si tratta del tipo che non vuole relazioni serie. La sua carriera però è ad un bivio, sa che se non troverà uno scoop perderà il suo posto di lavoro e la storia che le viene suggerita sembra la risposta a tutti i suoi problemi. Conosce Max in modo a dir poco non convenzionale e dopo averne individuato l’identità nascosta decide di proseguire le sue indagini. Max però è restio a condividere informazioni private e dettagli della sua professione, per cui propone a Eden di creare per lei tre appuntamenti perfetti che la porteranno a provare dei sentimenti per lui e che le permetteranno di capire in che cosa davvero il suo lavoro consista. Eden a questo punto non ha nulla da perdere e, sicura che il muro che si è costruita intorno sia assolutamente impenetrabile, accetta la scommessa. 
Max si dimostra dall’inizio incredibilmente scaltro, intelligente e affascinante, con i suoi modi da gentiluomo di altri tempi e la sua esperienza in tema di appuntamenti, gode di una sicurezza in sé stesso che ogni donna cerca nel proprio partner e di sicuro il suo aspetto fisico non è un ostacolo, anzi! Il suo lavoro non consiste nel fare semplicemente compagnia a delle ricche signore annoiate, ma nel farle sentire le regine che sono e nel donare loro piccoli momenti di felicità. Max nasconde chiaramente un passato difficile, ma la vera entità dei suoi traumi si scoprirà solo più avanti nel romanzo e la cosa che in assoluto ho più apprezzato è che l’autrice non si è soffermata troppo sul momento tragico, ma lo ha presentato come un percorso di vita non facile, ma superabile con la giusta motivazione e costanza. Allo stesso modo Eden è contraria alle relazioni non perché non creda nell’amore, ma perché non ha mai avuto vera prova della sua esistenza, di sicuro non dall’uomo più importante per ogni ragazza, ovvero suo padre.  
Ho trovato entrambi i protagonisti straordinariamente coinvolgenti e coerenti, ma anche innovativi e rinfrescanti (sebbene Max risulti a tratti un po’ troppo perfetto), la trama accattivante fino all’ultimo e un’incredibile e molto apprezzabile attenzione a tutti i personaggi secondari, in particolare la nonna di Eden che ho trovato fenomenale!
Che dire, questo romanzo mi ha sorpresa, stupita ed emozionata. Con momenti di suspense sensuale insopportabile, battute irriverenti e dichiarazioni romantiche e profonde, lo consiglio fortemente a chiunque avesse voglia di una commedia romantica piena di rivelazioni e lezioni sull’amore (e citazioni degne di nota!). A questo punto sono sicura che leggerò anche il secondo romanzo di questa serie. 


«Ehm… che sta succedendo?»
«Mi tolgo la camicia».
«Perché?»
«Perché a quanto pare abbiamo raggiunto quella parte della serata in cui ci spogliamo semi-nudi per   torturarci a vicenda».


Punto di vista: interno, fisso (Eden)
Sensualità: molto presente, romantica, esplicita
Caratteristiche: commedia romantica dai toni leggeri  
Stile narrativo: scorrevole, intelligente, ironico e coinvolgente
Tipo di finale: chiuso, felice 

 Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo. 

Recensione: That Guy di Kim Jones

That Guy
di Kim Jones

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 29/05/2019

Trama
Avete presente quel tipo di ragazzo? Il frutto delle vostre fantasie più romantiche, il classico protagonista dei libri. È ricco, potente e, ovviamente, sexy. Vive in un appartamento stupendo, sa essere irritante ma solitamente ha un buon motivo nascosto nel passato a giustificare il suo comportamento. Ero convinta anche io che non esistesse. E invece ho conosciuto Jake. 
Mi chiamo Penelope e sono una scrittrice. Ho trascorso anni alla disperata ricerca di un uomo che fosse all’altezza dei miei protagonisti e adesso che so che esiste, ho una missione: farlo innamorare perdutamente di me. Non dovrebbe essere un’impresa troppo difficile. Certo, ho i miei difetti, ma sono sicura di potercela fare. C’è solo un problema: ho fatto una stupidaggine e adesso Jake mi odia. Ma sfortunatamente per lui… ho deciso che è quello giusto per me. E in un modo o nell’altro riuscirò a conquistarlo.


La mia opinione



That guy racconta la storia di come il furto di una mer*a di cane possa cambiarti la vita. O almeno è quanto è successo a Penelope, scrittrice squattrinata che per fuggire dal proprietario dell’animale produttore della cacca in questione si è infilata in una limousine, scoprendo poi di essere stata scambiata per una prostituta di lusso e portata in un appartamento meraviglioso, uno dei classici appartamenti dei super mega belli e super mega ricchi protagonisti dei romanzi. Il proprietario non c’è e lei, contro ogni buonsenso, approfitta di tutti i confort che quella meraviglia di appartamento le offre, intenzionata ad andarsene prima che Mr Swagger ritorni. Lui però torna prima del previsto, la trova, e la caccia furibondo. Lei invece se ne innamora all’istante perché lui è proprio quel ragazzo, il ragazzo perfetto che credeva esistesse solo nei libri. La sua missione, a quel punto, diventa fargli capire che lei è la persona giusta per lui. Dopo pochi minuti di lettura ancora non sapevo se questo libro mi sarebbe piaciuto, ma avevo comunque una certezza: la protagonista era, ed è, totalmente fuori di testa, non saprei esprimerlo meglio. Lei stessa ammette di avere dei problemi con la gestione della rabbia, ne è consapevole ma vive bene comunque, spendendo denaro che in realtà non possiede per recarsi a Chicago e vendicare il cuore spezzato della sua migliore amica -da qui la storia della cacca di cane rubata-. Penelope è davvero un personaggio, non sono certa mi sia piaciuta, l’ho sicuramente trovata un po’ folle, con il suo paragonare costantemente ciò che la vita le sta offrendo con quello che accadrebbe invece all’interno di un romanzo, il suo possibilmente. D’altra parte l’ho apprezzata perché dice esattamente –anche se non necessariamente volutamente- quel che le passa per la testa. Niente segreti, nessun sì che vorrebbe essere un no o viceversa. Jake Swagger, per come ce lo presenta Penelope, promette molto bene ma non mi ha particolarmente colpita, probabilmente per il punto di vista della narrazione unicamente femminile. 
Se cercate un libro romantico, da occhi pucciosi, grandi sospiri e brividoni, non credo sia questo quello che fa per voi. Se invece cercate un libro piacevole, senza traumi e disgrazie, leggero e con una protagonista un po’ fulminata, decisamente That guy fa al caso vostro.   


Punto di vista: prima persona Penelope, fuorchè l’epilogo
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: leggero, simpatico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo  





Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo.